Segui questo Metodo per moltiplicare la Begonia e avere il Balcone pieno!

Tra le piante che più ci piacciono per le nostre fiorifere in balcone non possiamo non considerare le belle begonie.

Nonostante l’imprevedibilità del clima, l’incuria, o la calura estiva, puoi sempre aspettarti dalle begonie che ti stupiscano con i loro fiorellini colorati.

Puoi riempire le tue fioriere in balcone moltiplicandole in modo molto semplice e veloce se sai come fare.

La begonia ben si presta a diversi metodi di propagazione ma uno in particolare è quello che di sicuro ti darà una nuova piantina con il minimo sforzo.

Il trucco sta nella divisione dei così detti rizomi. Vediamo insieme di cosa si tratta e in che modo avere un successo sicuro nella moltiplicazione delle tue begonie.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Cos’è un rizoma?

Un rizoma è la parte del fusto di una pianta che cresce in modo orizzontale, spesso sottoterra o a metà tra la superficie e il substrato.

Si tratta di una parte del fusto che si trova letteralmente coricata sul terriccio ed è in grado di produrre radici.

Un rizoma serve alla pianta per immagazzinare sostanze nutritive; quando la pianta ha carenza di nutrienti o quando le condizioni ambientali diventano più estreme tutto quello accumulato nel rizoma è molto utile.

Crescendo in modo orizzontale è in grado di sostenere la pianta quasi come una radice. Un esempio famoso di rizoma è lo zenzero, che contiene molti nutrienti.

Divisione del rizoma

La prima cosa da fare per riprodurre la begonia in questo modo è individuare i rizomi.

È semplice; basta guardare i rami in prossimità della superficie del terriccio, vedrai che ce ne sono alcuni che crescono in orizzontale, quasi a sfiorare il terriccio, leggermente più gonfi del resto degli steli.

Alcune begonie adulte, che hanno diversi anni, hanno dei rizomi che vanno anche oltre il vaso, come fossero dei veri e propri rami.

Con delle forbici o cesoie ben disinfettate e affilate taglia un rizoma che abbia almeno cinque o sei nodi fogliari, cioè quei punti in cui vi sono state attaccate le foglie.

Il periodo migliore è all’inizio della primavera, quando la pianta comincia a produrre nuovi germogli.

Prepara il terriccio

Due elementi per comporre il terriccio sono ideali per far radicare i rizomi della begonia: la pomice e la torba.

Prepara un mix con il 50% di pomice e il 50% di torba. La pomice è in grado di conferire una capacità drenante al terriccio, poiché si tratta di un materiale grossolano in grado di rendere il terriccio ben arieggiato.

La torba non solo sarà in grado di fornire nutrienti ma anche trattenere la giusta umidità che consente al rizoma di radicare.

Metti a dimora il rizoma

Riempi il vaso completamente del mix realizzato con pomice e torba.

Quello che dovrai fare è semplicemente interrare il rizoma per metà del suo spessore, coricandolo sempre in orizzontale. La parte a contatto con il terriccio sarà quella che emetterà radici.

Una volta interrato il rizoma per metà, procedi ad innaffiare, magari con uno spruzzino, nebulizzando abbondantemente la superficie del terriccio.

Attendi almeno tre settimane prima di essere certo che il rizoma abbia attecchito e cominciato a fare radici.

Tieni il vaso in un luogo luminoso ma non al sole diretto, e inumidisci il terriccio con lo spruzzino ogni volta che la superficie si asciuga.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.