Come curare le foglie della Stella di Natale e averle super vellutate

Bellezza e magia: la Stella di Natale è una pianta che sembra rappresentare al meglio queste due parole.

Non a caso, è diventata la pianta simbolo del Natale. Merito soprattutto delle sue brattee rosse, che in realtà possono essere anche di altri colori.

Proprio le brattee, in realtà, non sono fiori, ma foglie che proteggono il fiore interno e che in alcuni casi (come in quello di questa pianta) sono colorate.

Prendersi cura delle foglie e delle brattee è importante per avere una Stella di Natale da far invidia ai vostri vicini!

Vediamo come curarle così da averle super vellutate e lucenti.

Bagnatele col latte

Un segreto per foglie e brattee morbide come il velluto? Il latte.

Riempite un contenitore per metà d’acqua e per metà di latte prima di mescolare. Otterrete una sostanza nutriente e lucidante.

Vi basterà passarla sia sulle foglie verdi che sulle brattee per renderle setose ed enfatizzare il loro colore.

Sin dal primo utilizzo avrete una Stella di Natale dalle foglie verdissime e dalle brattee rosso intenso.

Inoltre, potete usarlo anche per le varietà dalle foglie rosa.

N.B: non esagerate nella frequenza di utilizzo di questo rimedio o correrete il rischio di alterare o scolorire il colore della pianta.

Strofinatele con una buccia di banana

Sembra strano, eppure strofinare foglie e brattee con una buccia di banana è utilissimo.

Per procedere correttamente dovete utilizzare il lato interno di una buccia di banana, ossia quello bianco e un po’ ruvido: tramite una delicata azione abrasiva, la superficie della foglia viene pulita dalle impurità superficiali diventando liscia e pulita.

Inoltre, anche la buccia della banana ha un certo contenuto di potassio che nutre la pianta rendendola più forte e resistente.

Praticate questo trucchetto una volta la settimana e avrete una Stella di Natale sempre splendente!

Inoltre, ricordate di seguire sempre anche le altre regole di coltivazione e cura di questa pianta.

Proteggetele con l’aceto

Parassiti, tra cui afidi e cocciniglia, sono molto rari nel periodo di dicembre, ma non per questo impossibili da trovare.

A volte, attaccano la nostra Stella di Natale danneggiandone irrimediabilmente foglie e brattee che appaiono macchiate o bucherellate.

Proteggetele spruzzandoci sopra un composto a base di acqua (500 ml) e aceto bianco (mezzo bicchierino). L’aceto, infatti, è un antiparassitario naturale che proteggerà in modo sicuro e duraturo la pianta.

Anche gli altri classici rimedi possono essere utilizzati.

Mettetele alla luce

Per quante precauzioni possiate prendere, la vostra Stella di Natale non avrà mai foglie e brattee sane senza un’esposizione adeguata.

Regola fondamentale per la cura di questa pianta, infatti, consiste nel tenerla in un luogo luminoso, preferibilmente alla luce solare indiretta.

In questo modo, la pianta assorbirà tutta la luce di cui ha bisogno senza venir danneggiata.

Proteggetela dagli spifferi

Un pericolo molto serio per le foglie e le brattee della Stella di Natale è costituito dagli spifferi.

Spesso, infatti, teniamo questa pianta vicino a porte o finestre. Qui, gli spifferi possono colpire le parti più delicate della pianta, causando una caduta prematura di foglie e brattee.

Fate massima attenzione per avere una pianta sempre piena di foglie verdissime e brattee dal colore intenso, magari coprendo le parti della finestra da cui entra il freddo o spostando la pianta in un posto più protetto.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".