La mia Orchidea può crescere senza gli Stecchetti in legno?

Le orchidee sono piante bellissime che richiedono cure specifiche, ma ti ricompensano con fiori eccezionalmente duraturi e belli.

Esistono molti tipi di orchidee, ma la maggior parte produce i suoi fiori su steli lunghi e sottili.

Proprio per questo motivo spesso (anzi potremmo dire quasi sempre) sono vendute con dei supporti in legno.

Ma ti sei mai chiesto se questi supporti o stecchetti sono davvero necessari? Vediamo insieme se l’orchidea può crescere senza supporti!

Come cresce in natura?

Per noi è impossibile pensare e, di conseguenza, anche solo visualizzare nella mente un’orchidea (phalaenopsis, s’intende) coltivata senza le comuni stecchette in legno che fungono da supporti.

Questo accade perché nel 99% dei casi vengono vendute con i supporti e siamo dunque portati a pensare che siano essenziali per la crescita e per la fioritura.

E se ti dicessi che non è così? In natura le orchidee crescono aggrappando le loro radici alla corteccia degli alberi, e i fiori?

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Beh gli steli fioriferi invece crescono pendenti verso il basso, liberi da ogni tipo di supporto.

Sono necessari i supporti?

Ma dunque, sono necessari o no questi supporti? La risposta è no, non sono di vitale importanza per la corretta crescita dell’orchidee.

Ma allora perché vengono utilizzati? Beh, in primis per un fattore estetico: le orchidee con steli fioriferi eretti sono più attraenti e appaiono di certo più ordinate.

In secondo luogo, i supporti servono ad evitare che le fioriture si danneggino ad esempio sugli scaffali di un vivaio o di un fioraio mentre aspettano di essere adottate e portate in una nuova casa.

In più, con gli steli eretti occupano meno spazio: immagina un’orchidea dallo stelo molto lungo che cresce pendente e che, in più, all’estremità presenta anche delle fioriture che spesso sono abbondanti.

Come rimuovere i supporti

Se desideri coltivare le orchidee così come crescono in natura e cioè libere da ogni tipo di supporto puoi farlo.

Con delicatezza dovrai rimuovere i supporti in legno facendo attenzione a non danneggiare o spezzare gli steli fioriferi.

Per precauzione e per non guastare la fioritura puoi anche semplicemente aspettare che l’orchidea vada in riposo vegetativo e non appena cresceranno i nuovi steli portatori di fiori, lascerai che la natura faccia il suo lavoro senza inserire i supporti.

Più semplice di così!

A molti piace proprio il fatto che gli steli dei fiori seguano una traiettoria di crescita naturale tutta loro e l’aspetto dei fiori a cascata sull’estremità è la ciliegina sulla torta.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.