A Novembre per l’Orchidea bella vanno subito fatte queste cose indispensabili

Quando inizia a calare il sole qualche ora prima e a fare più freddo a novembre, le nostre orchidee avvertono il cambiamento.

Bisogna allora fare in modo che questo cambiamento dell’ambiente circostante sia meno dannoso possibile per le tue piante di orchidee.

Continuare a curare l’orchidea e a fornire le condizioni di cui ha bisogno (per quanto possibile!) è sempre la scelta giusta, ma ci sono alcuni accorgimenti da tenere a mente.

Scopriamo insieme 4 cose indispensabili che dovresti fare per curare l’orchidea nel mese di novembre!

Fornisci più luce possibile

Quando le giornate si accorciano le ore di luce a disposizione per le tue orchidee diminuiscono.

Fai in modo quindi di spostare le orchidee più vicino alla fonte di luce in casa, magari avvicinandole ad una finestra.

Anche se a noi può sembrare poca la differenza di luce tra il centro della stanza e il punto più vicino alla finestra, per le orchidee cambia molto.

Dunque, anche se non è fiorita, fai in modo che le foglie verdi e lucide continuino a svolgere la corretta fotosintesi.

Prepara l’orchidea alla fioritura

Se a novembre la tua orchidea è sfiorita non c’è nient’altro da fare che continuare a curarla finché non fiorisce di nuovo.

Taglia lo stelo fiorifero se è marrone e secco ed elimina le foglie gialle man mano che invecchiano.

Dopodiché curala come sempre e osserva sempre le foglie, che in mancanza di fiori sono le uniche che possono comunicarti se c’è qualcosa che non va.

Se le foglie sono verdi e turgide allora va tutto bene.

Riduci le annaffiature

In autunno, in particolare a novembre, le temperature scendono di molto.

Per questo motivo, le radici della tua orchidea saranno umide più a lungo dopo le annaffiature e ci vorrà più tempo perché assorbano tutta l’acqua e diventino di nuovo grigie.

Il migliore indicatore del fatto che la tua orchidea ha bisogno d’acqua sono sempre le sue radici: osserva sempre che colore assumono e se sono verdi non c’è ancora bisogno di annaffiare.

Tienila lontana da fonti di calore

In autunno iniziamo ad avvertire i primi freddi e per questo si accendono i caloriferi o i termosifoni.

Queste fonti di calore sono piacevoli per noi perché danno alla casa il tepore di cui abbiamo bisogno, ma per le tue orchidee non è il massimo.

L’orchidea ha bisogno di un clima umido e quando la casa viene riscaldata, l’ambiente diventa molto secco.

Puoi rimediare tenendo l’orchidea lontana dai termosifoni e posizionando un umidificatore con dell’acqua appeso ai radiatori in modo che con il calore, l’aria evapori e renda l’ambiente più umido.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.