Se le Foglie di Limone hanno bolle sulle foglie e macchie gialle ecco 3 Consigli per risolvere subito

Se da qualche tempo sulle le foglie della tua pianta di limone in giardino hai notato delle strane macchie gialle sei nel posto giusto.

Le foglie in questo stato in genere assumono un aspetto bolloso con delle strane protuberanze proprio a ridosso delle macchie gialle.

Il più delle volte questo è causato da un attacco di parassiti che colpiscono le foglie e che possono diffondersi molto rapidamente a tutta la pianta.

Ma se agisci in fretta potrai risolvere il problema in modo definitivo.

Vediamo insieme 3 consigli per risolvere subito il problema delle macchie gialle sulle foglie di limone!

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Cause delle foglie arricciate

Le cause di foglie di limone che hanno un aspetto accartocciato e presentano macchie gialle, dipendono spesso dalla presenza di 2 tipi di parassiti: il ragnetto rosso o la mosca bianca.

Ragnetto rosso

Nel caso ci sia un attacco di ragnetto rosso te ne accorgerai per la presenza di piccoli parassiti rossi sulle foglie della tua pianta.

Ma come si fa ad individuarli? In genere questi parassiti sono molto piccoli e si raccolgono sulla pagina inferiore della foglia.

Dunque gira la foglia macchiata e osserva da vicino se noti puntini rossi. A volte possono nascondersi anche sotto uno strato di muffa, quindi usa uno stuzzicadenti per vedere in profondità.

Attacco di mosca bianca

Un tipo di parassita che è più problematico rispetto al ragnetto rosso è la mosca bianca.

La maggiore problematicità di questo tipo di parassita dipende dal fatto che spesso non solo attacca la pianta ma depone le uova e crea una colonia di piccole larve che infesteranno le tue piante.

Anche in questo caso dovrai girare le foglie e notare se ci sono delle larve che spesso si nascondono sotto uno strato di lanugine.

Le mosche bianche sono molto piccole, circa 1 mm, e dovrai avvicinarti molto per poter vedere se qualcosa si muove sotto lo strato cotonoso che si è formato.

Rimedi naturali per i parassiti

Ci sono 3 rimedi che puoi utilizzare per eliminare questi due tipi di parassiti in modo naturale. Vediamoli insieme!

Miscela con aglio e peperoncino

Il primo metodo è una miscela di aglio e peperoncino che avrà funzione repellente e non permetterà a questi parassiti di depositarsi sulle foglie del tuo limone.

Ti serviranno:

  • 1/2 testa d’aglio
  • 1 peperoncino
  • 2 tazze d’acqua

Frulla l’aglio o schiaccialo per bene e aggiungi le due tazze d’acqua, frulla ancora un paio di volte.

Versa il composto in un contenitore di vetro e aggiungi i semini di un peperoncino, lascialo macerare coperto per almeno un giorno.

Quando il composto è pronto per l’applicazione, filtra tutti i pezzettini solidi e diluisci con acqua sufficiente per ottenere un totale di circa 1 litro e mezzo di soluzione.

Mettilo in uno spruzzino e vaporizzalo sulle foglie avendo cura di raggiungere anche la parte inferiore.

Miscela con sapone molle

Un’altra miscela molto efficace è quella creata con il sapone molle da bucato e l’acqua.

Usa acqua filtrata o distillata o semplicemente fai decantare l’acqua del rubinetto lasciandola nell’innaffiatoio per una notte.

Sciogli circa 12-15 gr di sapone per ogni litro d’acqua e metti la soluzione in uno spruzzino.

Vaporizza le zone infestate fino a far gocciolare le foglie.

Olio di Neem

Puoi usare anche l’olio di neem per sbarazzarti dei parassiti sulla tua pianta di limone.

In genere puoi trovare una soluzione già pronta a base di olio di neem nei vivai più forniti, ma puoi anche creare la tua miscela con olio di neem puro e acqua.

Metti 10 gocce di olio di neem in 1 litro d’acqua e vaporizza sulle piante colpite. Ripeti ogni 7-10 giorni per avere un’azione prolungata.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.