Sai perché il Pothos Neon sta ingiallendo le sue belle foglie sgargianti?

Il pothos neon è una pianta da appartamento particolarmente apprezzata non solo per il suo fogliame abbondante ma per la particolare colorazione sgargiante delle sue foglie.

Il fogliame, dal verde particolarmente acceso, da qui il suo nome, potrebbe improvvisamente cominciare a ingiallire e questo è un chiaro segno di sofferenza della pianta a cui prestare la giusta attenzione.

C’è qualcosa che sto sbagliando nell’avere cura del mio pothos? Come mai le bellissime foglie verde brillante stanno ingiallendo totalmente o in parte?

Vediamo insieme quali possono essere le cause di particolari macchie gialle sulle foglie del pothos neon.

Ambiente secco

I pothos sono piante tropicali e per loro natura crescono e prosperano in ambienti particolarmente umidi.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Nonostante si tratti di una pianta particolarmente resistente e adattabile ad ogni ambiente, il pothos neon potrebbe avere un fogliame particolarmente suscettibile agli ambienti secchi.

Durante l’inverno, quando le nostre case sono particolarmente calde in vista dell’utilizzo di dispositivi quali termosifoni, aria condizionata, caminetti o stufe, piante come il pothos neon potrebbero soffrirne.

Questi dispositivi seccano fortemente l’aria ed il pothos mostra tutta la sua sofferenza ingiallendo le foglie. Questo perché sulla superficie fogliare, in assenza di umidità, gli stomi, cioè le fessure microscopiche attraverso le quali le foglie respirano, o restano chiusi o non si aprono totalmente.

Provvedi a spostare il tuo pothos neon in un ambiente più umido quali la cucina o il bagno oppure fai in modo di gestire l’umidità utilizzando vassoi con ciottoli e acqua su cui appoggiare il vaso, oppure nebulizzando il fogliame di tanto in tanto.

Poca luce

Essendo una pianta tropicale il pothos neon ha la facoltà di adattarsi a qualsiasi condizione di luce poiché nel suo habitat naturale fa in modo di arrampicarsi partendo da zone ombrose per raggiungere zone più luminose.

Proprio per la sua proverbiale adattabilità puoi aver posizionato il tuo pothos in un luogo particolarmente ombreggiato, il che non è il massimo per il neon che mantiene la sua caratteristica colorazione verde brillante soltanto in un ambiente particolarmente luminoso ma lontano da luce diretta.

Potresti esporre il tuo pothos alla luce brillante di un davanzale esposto ad Est, luminosa ma delicata della durata di poche ore al mattino.

Potresti anche posizionare il tuo pothos neon ad ovest tenendo ben presente che le sue foglie non possono ricevere luce solare diretta; per questo motivo faresti meglio a filtrare la luce con delle tendine o potresti provocare delle bruciature alle foglie.

Il terriccio è povero di nutrienti

Anche se il pothos neon è una pianta particolarmente adattabile e resistente questo non vuol dire che non abbia bisogno di nutrienti per sfoggiare il suo splendido fogliame.

Per questo motivo durante il periodo di crescita attiva, a partire dalla primavera devi necessariamente utilizzare dei fertilizzanti che possano rinvigorire il fogliame e rendere nutriente il terriccio.

Potresti realizzare dei fertilizzanti fai da te ricchi di azoto, particolarmente indicati per far prosperare piante a foglie verdi come il neon. Potresti servirti dei fondi di caffè particolarmente ricchi di azoto e fertilizzare il terriccio almeno una volta al mese.

Se il tuo pothos ha un’età considerevole, puoi provare a rinvasarlo utilizzando del terriccio nuovo e servendoti di una buona miscela drenante e nutritiva.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.