Quali specie di Pothos si arrampicano meglio?

Sapevi che i Pothos sono anche detti edera del diavolo? Probabilmente proprio per la loro crescita abbondante e la capacità di adattarsi facilmente ad ogni genere di ambiente.

Anche per questo tutte le specie hanno la capacità di arrampicarsi velocemente una volta che gli steli sono diventati abbastanza forti da sostenere il peso delle foglie e crescere verso l’alto.

Hanno, tuttavia, bisogno di un sostegno come bambù, pali in fibra di cocco, ganci da parete. Grazie alle numerose radici aeree distribuite sugli steli riescono ad arrampicarsi con facilità.

Esistono però alcune specie di pothos che si arrampicano meglio di altre. Vediamo insieme quali.

Pothos Marble Queen

La Marble Queen è tra le specie più belle con le sue foglie che sembrano essere state scambiate o macchiate da spruzzi di vernice.

Questa particolare varietà tende a variegare e macchiare le sue foglie a seconda della luce che riceve. Maggiore sarà l’intensità della luce ricevuta, maggiore sarà la varietà di macchie sulle sue foglie. Certo, parliamo sempre di una luce indiretta, mai quella del sole diretto.

Solo le parti verdi delle foglie possono produrre energia per la pianta, quindi in condizioni di scarsa illuminazione le foglie compenseranno la mancanza di luce diventando verdi, rimpicciolendo le macchie.

Assicurati che il terriccio sia completamente secco prima di innaffiare di nuovo.

Pothos Neon

Il pothos Neon è contraddistinto dalle sue foglie di un verde brillante, quasi fluo.

La sua posizione ideale è vicino ad una finestra, quindi in un luogo molto luminoso ma non alla luce diretta del sole. Bagno o cucina possono essere le stanze ideali vista anche l’umidità che di solito caratterizza queste stanze.

Ama un terriccio umido ma non fradicio. Vista la sua abilità nell’arrampicarsi e la sua colorazione brillante, puoi agganciarlo ad una parete bianca con gli appositi ganci da parete così che il contrasto su di un colore chiaro sia ancora più bello.

Pothos Silver

Se vuoi una pianta che conferisca al tuo ambiente un tocco selvaggio allora il pothos silver è la pianta rampicante giusta.

Le sue foglie variegate con toni di verde scuro e argento, a forma di cuore, sono inconfondibili.

Ama la luce indiretta intensa e le temperature calde fino ai 26 gradi.

Innaffialo solo se vedi che il terriccio è secco, anche in profondità. Il suo sostegno preferito è il palo in fibra di cocco o in muschio: le sue radici aeree molto rigogliose amano intrecciarsi con la fibra di cocco fitta.

Viene spesso confuso con il filodendro silver.

Pothos Pearls and Jade

Questa particolare varietà di pothos ha un fogliame variegato con macchie che vanno dal crema al grigio al bianco, alternate a macchie verdi.

È una varietà che ama gli ambienti molto caldi, fino a 28 gradi, e umidi. Ma il terriccio deve essere ben drenato nonostante questa pianta ami molto l’umidità, non tollera i ristagni.

È uno di quei pothos che a differenza del resto della sua famiglia predilige le zone ombreggiate e quindi puoi esporlo anche in stanze che affacciano a sud o a ovest.

Pothos Gold

Questa varietà di Pothos è probabilmente quella più comune. Le macchie dorate che vanno a colorare le sue foglie, in alternanza col verde, sono il motivo per cui si chiama Gold, che vuol dire proprio d’oro.

Si tratta della specie più comune proprio per la sua grande adattabilità ad ogni tipo di ambiente e temperatura.

Persino per quanto riguarda le innaffiature non è per nulla esigente: può aspettare anche 15 giorni tra un innaffiatura e l’altra.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.