Usa il Metodo del Pettine per moltiplicare all’infinito l’Albero di Giada

L’albero di giada (Crassula ovata) è una pianta succulenta dalla crescita rigogliosa che riempie i tuoi spazi esterni con minimo sforzo.

Spesso chi ha una pianta di giada matura ha provato almeno una volta a staccare delle talee di stelo o di foglia per farle radicare.

Ma hai mai provato a farle radicare in acqua? C’è un metodo che funziona per mantenere più foglie in un unico contenitore in modo da avere più margine di successo.

Vediamo insieme in cosa consiste il metodo del pettine per moltiplicare l’albero di Giada!

Prima di iniziare

Prima di vedere in cosa consiste il metodo del pettine e la propagazione in acqua dell’albero di Giada, ci sono alcune cose che devi sapere.

L’albero di Giada è famoso per la sua facilità di propagazione in terreno. Che sia una talea di stelo o di foglia, basta inserire il taglio in terreno, mantenerlo umido e le radici compariranno in poco più di 2 settimane.

La propagazione in acqua delle succulente è un metodo alternativo che può funzionare ma che espone la pianta ad un rischio maggiore di marciume.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Tuttavia, se vuoi sperimentare nuovi metodi ti spiegherò come fare passo passo.

Perché usare il pettine?

L’uso del pettine per la moltiplicazione della Crassula in acqua è uno stratagemma pensato per moltiplicare più foglie in un unica volta e per mantenere in posizione le talee di foglie.

Inserendo le singole foglie nei denti del pettine potrai evitare che le foglie cadano in acqua e potrai portare il livello dell’acqua all’altezza desiderata.

Puoi infatti mettere le foglie a pelo d’acqua in modo che la base della foglia da cui dovrebbe spuntare la radice non sia immersa in acqua, oppure potrai immergere solo qualche millimetro della foglia ed evitare che marcisca in poco tempo.

Rabbocca l’acqua se evapora

Tieni d’occhio il livello dell’acqua quando moltiplichi le foglie di giada con questo metodo.

Fai un segno a matita o usa un pezzetto di scotch carta sulla scodella in cui hai messo l’acqua e controlla che l’acqua non scenda troppo di livello.

Nel caso in cui dovesse evaporare molto rabbocca l’acqua e mantieni il livello sempre omogeneo.

Se alcune foglie marciscono

Moltiplica più foglie di giada in un unica volta per aumentare la percentuale di successo della radicazione.

Dovrai prevedere infatti che una parte delle foglie potrebbe marcire: è del tutto normale, ma alcune di esse emetteranno correttamente radici.

Butta via le foglie marce e cambia l’acqua per evitare che il fungo si trasmetta elle foglie che invece sono ancora sane.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.