Alloro: tutti i segreti per coltivarlo

Le foglie di alloro sono meglio conosciute per il loro uso come condimento in cucina, ma la pianta di alloro è in realtà un arbusto o albero sempreverde originario dell’area mediterranea.

Ha grandi foglie ovali appuntite di colore verde intenso e lucido. In natura cresce come albero molto alto con più rami che supportano una ricca chioma verde.

In primavera, l’alloro ha piccoli fiori gialli che si trasformano in bacche viola in autunno. Una potatura frequente significherà meno fiori e bacche.

Attenzione: le foglie di alloro contengono degli oli essenziali che le rendono un ottimo condimento alimentare per l’uomo, ma sono tossiche per cani e gatti.

Scopriamo insieme tutti i segreti per coltivare l’alloro!

Caratteristiche

È molto importante coltivare solo piante di Laurus nobilis se vuoi utilizzare le foglie per cucinare.

Ci sono altre piante che prendono i nomi comuni di alloro e alloro dolce, ma queste non sono commestibili.

Esposizione

Se coltivi il tuo alloro in casa, tienilo vicino ad una finestra soleggiata per l’inverno.

Evita l’esposizione sia a correnti d’aria che al calore dei riscaldamenti. Le piante da esterno preferiscono l’ombra parziale ma tollerano il pieno sole.

Nelle zone con estati calde e secche, un po’ di ombra pomeridiana è l’ideale.

Se coltivi la pianta di alloro per avere foglie aromatiche in cucina, devi sapere che producono un sapore migliore se la pianta è esposta al pieno sole.

Terreno

Questa pianta non è troppo esigente riguardo al tipo di terreno, ma deve essere un terreno drenante.

Le piante di alloro coltivate in vaso possono essere piantate in un normale terriccio comune.

Alloro in vaso

L’alloro è una popolare pianta da vaso che può vivere per decenni. Per mantenere le sue dimensioni sotto controllo, usa un vaso piccolo.

Assicurati solo che abbia una base abbastanza ampia per evitare che l’albero si ribalti al vento.

Un vaso da 60 centimetri dovrebbe andare bene per un albero di alloro alto circa un metro e mezzo. Coltiva la pianta in un normale terriccio universale.

L’alloro sembra crescere meglio quando è un po’ stretto nel suo vaso, anche al punto che le radici iniziano a fuoriuscire dal fondo.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme quali attenzioni devi dedicare alla coltivazione della pianta di alloro per averlo sempre sano e rigoglioso, oltre che in salute.

Quando innaffiare

Le radici dell’alloro sono molto poco profonde e durante i periodi di siccità possono essere necessarie annaffiature frequenti.

Innaffia regolarmente ma lascia sempre che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra, in modo che le radici non marciscano.

Anche quando il tuo alloro diventerà dormiente (entrerà nella fase di riposo) e farà cadere alcune foglie, assicurati però di non lasciare che il suo terreno rimanga asciutto per troppo tempo.

Nelle zone più fresche, portalo al chiuso per l’inverno ed evita che il tuo alloro al coperto si secchi per la bassa umidità della tua casa.

Quando ti segnala questo problema facendo cadere alcune foglie, usa le foglie cadute in cucina e mantieni in salute quelle sull’albero vaporizzandole con dell’acqua.

Concime

Poiché l’alloro cresce lentamente, non richiede una grande quantità di nutrienti.

Ma considera che le piante in vaso hanno bisogno di concime: nutri una pianta di alloro coltivata in vaso in primavera e di nuovo a metà estate.

Utilizza un concime bilanciato e, soprattutto se usi le foglie in cucina, usa concimi naturali.

Raccolta delle foglie di alloro

Le foglie mature possono essere raccolte in qualsiasi momento per essere utilizzate nelle ricette.

Le piante dovrebbero avere almeno due anni prima che le foglie vengano raccolte.

Le foglie dell’alloro hanno molti usi in cucina: le foglie verde scuro sono molto profumate, soprattutto se essiccate.

Come condimento, le foglie essiccate vengono lasciate nel piatto per rilasciare il loro aroma.

Le foglie non si ammorbidiscono molto in cottura e vengono rimosse prima di mangiare. Le foglie sono anche usate per creare ghirlande profumate.

Potatura

Se non poti la pianta di alloro può crescere fino 15 metri. Ma considera che le piante coltivate ​​in vaso e gli alberi che vengono potati regolarmente non raggiungeranno mai quell’altezza.

Per mantenere il tuo alloro in vaso in ordine, potalo per avere una pianta della misura giusta.

La potatura viene solitamente eseguita in primavera, poiché la nuova crescita è appena iniziata. Puoi potare quanto vuoi per mantenere l’albero delle dimensioni che desideri.

C’è poca tecnica nella potatura di un alloro, poiché la pianta fa spuntare una nuova crescita semplicemente da dove tagli i rami.

Parassiti e malattie

Nella maggior parte dei casi, l’alloro è privo di parassiti.

Anzi, la pianta stessa e le sue foglie sono spesso utilizzate proprio per allontanare i parassiti da altre piante.

Ma capita di vedere attacchi da parte di acari, in questo caso allontana la pianta dalle altre se la coltivi in vaso e usa un sapone insetticida per eliminare i parassiti.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.