Come curare e coltivare l’Anthurium

L’Anthurium (o semplicemente Anturio) è un genere di circa 1.000 specie di piante perenni originarie dell’America centrale, del Sud America settentrionale e dei Caraibi.

Mentre può essere coltivato all’aperto e in giardino dove il clima è più caldo, l’anturio viene più spesso coltivato come pianta d’appartamento, dove invece le temperature sono più basse.

Alcune specie sono molto apprezzate per i loro fiori esotici e luminosi, mentre altre vengono coltivate principalmente per le loro foglie.

Le varietà fiorite di queste piante si distinguono per le loro spate multicolori (la spata è la foglia rossa e cerosa) e le punte dei fiori a forma di coda rossa o gialla.

Tutte le specie di Anthurium hanno bisogno di molta umidità e calore per crescere bene. Per questo ha bisogno di qualche cura in più: ora ti spiegherò come curare e coltivare correttamente l’Anthurium.

Attenzione: le piante di Anthurium sono velenose, la linfa è irritante per la pelle e gli occhi.

Caratteristiche

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche della pianta di Anthurium a partire dalle varietà più comuni che possiamo incontrare.

Varietà

Alcune delle varietà comuni di Anthurium conosciute come piante da appartamento sono:

  • Anthurium andraeanum: ha foglie a forma di cuore che crescono fino a 3 cm, con fiori di colore rosso, bianco, rosa e variegato. Si distinguono per la punta dritta dei fiori.
  • Anthurium scherzerianum: il suo fiore si presenta arricciato e le foglie sono a forma di freccia.

Gli Anthurium sono anche piante da collezione e molte delle varietà più belle e singolari si trovano raramente se non nelle serre e nei giardini botanici. Altre specie meno comuni da considerare sono:

  • Anthurium crystallinum: ha foglie verde intenso, vellutate con nervature bianche. Le foglie crescono fino a 60 cm di diametro.
  • Anthurium faustinomirandae: una pianta dalle dimensioni mostruose con foglie rigide che crescono fino a 1 metro e mezzo di lunghezza. Questa è quasi esclusivamente una pianta da serra.

Esposizione

All’interno o all’esterno, le piante di Anthurium crescono meglio con luce intensa e indiretta. Evita il sole diretto, che può bruciare le foglie.

Tutte le specie di Anthurium sono piante tropicali e imitare le condizioni di questi ambienti ti darà risultati migliori.

Infatti questa pianta preferisce un livello alto di umidità e temperature comprese tra 20 e 30 gradi centigradi.

Negli ambienti secchi (soprattutto se in casa hai i riscaldamenti accesi), o durante i mesi invernali asciutti, puoi spruzzare dell’acqua sulla pianta una volta al giorno per mantenere alto il livello di umidità.

Fioritura

La fioritura dell’Anthurium generalmente va da giugno a settembre. Tuttavia, se viene curato e coltivato correttamente, l’anturio può fiorire tutto l’anno e ogni fioritura può durare da due a tre mesi.

Se vengono imitate le condizioni del suo habitat naturale della foresta pluviale, il tuo Anthurium potrebbe produrre fino a sei fioriture all’anno.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme come coltivare e curare l’Anthurium, a partire dal terreno di cui ha bisogno questa pianta per crescere sana e forte.

Terreno

Il terreno ideale per la tua pianta di Anthurium è leggermente acido, ma considera anche che non è adatto per la sua crescita il comune terriccio universale.

Perché la tua pianta cresca sana, devi alleggerire il terriccio universale aggiungendo pezzi di corteccia, perlite o sfagno

Puoi anche aggiungere alla miscela del terriccio per orchidee: alleggerendo il terreno le radici non soffocheranno.

Quando innaffiare

Il terreno dell’Anthurium deve essere mantenuto leggermente umido e non deve mai asciugarsi completamente.

Se metti il vaso su un sottovaso di ciottolini di argilla espansa con dell’acqua, questo aiuterà la pianta a restare umida e aiuterà anche a mantenere alti i livelli di umidità.

In genere, non c’è un programma preciso che puoi seguire per innaffiare l’Anthurium, ma semplicemente lascia che la parte superiore del terreno si asciughi prima di innaffiare di nuovo.

Concime

L’Anthurium va concimato durante il suo periodo di crescita, ovvero da aprile fino a settembre.

Usa un fertilizzante liquido da diluire nell’acqua di innaffiatura. Ti consiglio di concimarlo ogni due settimane circa.

Considera che durante il periodo di riposo della pianta (da ottobre a marzo), le concimazioni vanno sospese.

Potatura

La potatura dell’Anthurium dovrebbe essere fatta regolarmente per mantenere la pianta eretta e in equilibrio.

Perché se lasci che la crescita più vecchia rimanga sulla pianta, il peso delle vecchie foglie può far piegare lo stelo e rallentare la crescita.

Per una buona potatura dell’Anthurium puoi rimuovere le foglie scolorite o morte. Taglia i fiori appassiti o morti fino alla base del gambo.

Se possibile, rimuovi prima le foglie più vecchie. Usa strumenti di buona qualità per la potatura, poiché le lame consumate di un attrezzo non adatto possono strappare e schiacciare i gambi, rendendo così la pianta più suscettibile a malattie e parassiti.

Per prevenire l’infezione di batteri, pulisci le cesoie tra un taglio e l’altro, utilizzando alcol denaturato o una soluzione di acqua e candeggina.

Moltiplicazione

Gli Anthurium possono essere moltiplicati per talea. Seleziona uno stelo lungo almeno 10 centimetri con due o tre serie di foglie.

Prepara un vaso con del terriccio e metti l’estremità tagliata del gambo nella miscela di terreno fino all’altezza delle prime foglie.

Innaffia bene la talea quando la pianti, poi successivamente innaffia ogni volta che il terreno diventa asciutto.

Nebulizza la talea una volta a settimana per dare la giusta umidità. La talea dovrebbe sviluppare le radici entro quattro o sei settimane e presto cresceranno anche delle nuove foglioline.

Malattie e parassiti

L’anthurium è soggetto ad alcuni parassiti che comunemente colpiscono la maggior parte delle piante d’appartamento: cocciniglie, acari, mosche bianche.

Per il prevenire questi parassiti puoi usare l’olio di neem che puoi vaporizzare regolarmente sule foglie. Mentre per risolvere il problema degli insetti e parassiti puoi usare una miscela di acqua e sapone.

Raramente la pianta di anthurium può sviluppare altre malattie come: marciumi derivanti da funghi, muffa o macchie fogliari.

Significato

Con i loro fiori aperti a forma di cuore, non c’è da meravigliarsi che l’anthurium sia diventato il simbolo dell’ospitalità.

Il nome anthurium deriva dal greco, che significa “fiore coda”. Il suo fiore rosso, l’anthurium, così come l’ospitalità che simboleggia, è duraturo e bello.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.