Orchidea cymbidium: tutti i segreti sulla sua cura

L’orchidea Cymbidium è una delle tantissime specie appartenenti alla grande famiglia delle Orchidaceae.

Questa specie tollera molto di più il freddo rispetto a molte altre specie comuni di orchidee.

Possono fiorire nel cuore dell’inverno e i suoi fiori possono durare da uno a tre mesi. Inoltre, le loro foglie lunghe e sottili aggiungono un tocco elegante alla pianta.

Ti svelerò tutti i segreti sulla cura dell’orchidea Cymbidium, in modo da avere fioriture ricche e foglie sane.

Caratteristiche

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche delle orchidee Cymbidium a partire dalle sue bellissime varietà.

Varietà

Esistono numerose specie e ibridi (ovvero incroci creati dall’uomo e non esistenti in natura) di orchidee cymbidium. Tra queste queste ricordiamo:

  • Cymbidium dayanum: nota come orchidea fenice, questa specie ha fiori bianchi con petali molto sottili e allungati che hanno al centro strisce bordeaux.
  • Cymbidium erythrostylum: questa pianta è originaria del Vietnam e presenta fiori bianchi che al centro sono rossi.
  • Cymbidium tracyanum: questa orchidea ha fiori grandi, profumati, giallo-verdi con strisce marroni.
  • Cymbidium insigne: il fusto di questa varietà è molto alto e può avere dai 4 ai 12 fiori rosa o bianchi, è una varietà molto elegante.

Esposizione

Durante il periodo di crescita, le orchidee cymbidium apprezzano la luce solare indiretta.

Se le tue orchidee sono all’aperto, assicurati che non siano esposte alla luce solare diretta, poiché la luce potrebbe bruciare le foglie della pianta.

Se stai coltivando le tue orchidee Cymbidium in casa, una finestra esposta a sud-est o ad est è l’ideale.

Per capire se stai dando alla tua orchidea la luce giusta, le foglie dovrebbero apparire verde mela anziché verde scuro. È probabile che una pianta con foglie verde scuro non riceva abbastanza luce solare per avere una buona fioritura.

I Cymbidium sono noti per resistere al freddo, inoltre sono capaci di sopportare anche il caldo estivo senza appassire.

Se tieni i tuoi Cymbidium in casa, considera che a loro piace un livello medio-alto di umidità, quindi non sopporteranno un ambiente troppo secco.

Fioritura

La fioritura dei Cymbidium avviene dalla fine dell’autunno e può durare fino alla primavera.

Le specie coltivate in casa infatti preferiscono le temperature fresche dei mesi autunnali.

Ogni pianta ha fino a tre fusti fioriferi su ognuno dei quali sbocciano più fiori. La temperatura ideale per i nuovi boccioli deve essere fresca, di notte non si devono superare i 10-11 gradi.

Al contrario, il caldo potrebbe fare danni alla tua orchidea e può causare la caduta dei boccioli.

Dunque, al contrario di una varietà comunissima come la phalaenopsis che deve essere coltivata necessariamente in casa perché teme il freddo, il cymbidium può stare anche all’esterno.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme tutti i segreti sulla coltivazione e sulla cura dell’orchidea cymbidium, a partire dal terreno adatto a questa varietà di orchidea.

Terreno

I Cymbidium sono orchidee che crescono naturalmente nell’humus facendo crescere le sottili radici nel terreno.

Ciò può sorprendere perché la maggior parte delle specie di orchidea sono coltivate nei pezzetti di corteccia (conosciuto anche come bark) proprio per evitare di soffocare le radici.

Nel caso dei cymbidium, invece, va bene anche un terriccio comune: ti serve solo una miscela di terriccio ricca di nutrienti.

La maggior parte dei coltivatori consiglia di utilizzare una combinazione di corteccia di abete, perlite, muschio e altro materiale organico per le orchidee cymbidium.

Quando innaffiare

Le orchidee Cymbidium vanno innaffiate frequentemente durante la stagione di crescita (cioè la primavera, l’estate e l’autunno).

E ricorda che più pura è l’acqua, più sane sono le piante. I sali accumulati dall’acqua del rubinetto possono causare danni: le punte delle foglie diventano nere e muoiono.

Durante il periodo invernale, puoi diminuire le annaffiature. Tuttavia, non lasciare che la pianta si asciughi completamente. Mantieni il terriccio leggermente umido.

Concime

Per dare nutrimento alle orchidee Cymbidium puoi usare un concime studiato per le orchidee durante la stagione di crescita.

Meglio se usi un concime liquido da diluire nell’acqua dell’annaffiatura e che puoi dare alla pianta ogni 15 giorni.

Potatura

Non è prevista la potatura delle orchidee. Al massimo potresti eliminare le parti danneggiate della pianta come foglie marce o fiori sfioriti.

Non sempre è necessario tagliare lo stelo sfiorito delle orchidee, alla prossima fioritura si genererà un nuovo stelo a partire da un nodo dello stello vecchio.

Moltiplicazione

La moltiplicazione delle orchidee Cymbidium può avvenire per divisione: dividi le piante al momento del rinvaso se sono diventate troppo grandi.

Basta separare i “bulbi” e da ognuno possiamo ricavare una nuova orchidea. Puoi inserirli sia in acqua che direttamente nel terreno.

Le divisioni impiegheranno circa due o tre anni per rifiorire.

Malattie e parassiti

Un Cymbidium coltivato correttamente dovrebbe essere resistente alla maggior parte degli insetti e delle malattie.

Ma come con tutte le orchidee, c’è sempre il rischio di afidi e altri insetti. Trattala pianta il prima possibile con prodotti insetticidi, seguendo le indicazioni sull’etichetta.

In genere, i Cymbidium sono anche molto sensibili alle annaffiature sbagliate, la pianta può facilmente ammalarsi di marciume radicale.

Significato

L’orchidea Cymbidium è un simbolo di moralità, virtù, bellezza, eleganza e amore.

Dare e ricevere in dono una composizione floreale di orchidee Cymbidium è un onore.

In effetti, è stato considerato nel tempo in Asia come un dono che simboleggiava rispetto.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.