Primula: coltivazione e cura

Con una varietà di fiori colorati, le primule ravvivano qualsiasi stanza della casa dalla fine dell’inverno all’inizio della primavera.

La primula è un genere di piante della famiglia delle Primulaceae, il nome di questo fiore deriva dal latino primus per indicare la sua fioritura precoce che avviene alla fine dell’inverno, quando nei prati inizia a comparire l’erba.

Anche se crescono meglio con temperature basse, le primule possono anche essere coltivate come piante d’appartamento.

Se dai alle primule le cure giuste, ti godrai queste bellissime piante per molto tempo. Vediamo allora la coltivazione e la cura di cui hanno bisogno.

Caratteristiche

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche della primula, come alcune varietà più comuni, la luce di cui ha bisogno e il periodo di fioritura.

Varietà

Il genere delle primule è molto ampio, ci sono oltre 400 specie di piante. Queste sono solo alcune tra le più conosciute:

  • Primula vulgaris: è una varietà di Primula comune, di solito cresce come una pianta perenne. Crescono ad un’altezza che varia da 8 a 15 cm.
  • Primula obconica: è una pianta erbacea perenne, che può raggiungere un’altezza di 5-20 cm. Ha foglie a forma di cuore o rotonda che hanno una lunghezza che va da da 1 a 14 cm.
  • Primula beesiana: chiamata anche “primula delle api”, questo fiore ha petali dal rosa intenso al viola e al centro sono gialli. Crescono in ambienti umidi e ombreggiati. Fioriscono dalla fine della primavera all’inizio dell’estate.
  • Primula bulleyana: questo fiore ha colori vivaci e vive molto a lungo. Ha bellissimi petali giallo dorato.
  • Primula pulverulenta: ha petali a forma di campana e di colore rosso intenso e ha steli senza foglie dall’aspetto elegante, sono robusti e durano a lungo. Gli steli e i boccioli dei fiori hanno uno strato bianco-argenteo, motivo per cui sono chiamati “polverosi”.

Esposizione

Le primule preferiscono essere poste in un luogo luminoso, ma fai attenzione a non posizionarle alla luce solare diretta.

Inoltre, potrebbero soffrire in un posto troppo caldo quindi, soprattutto durante la fioritura.

Posizionale in un luogo che abbia una temperatura che non supera i 16 gradi centigradi.

Fioritura

Il periodo di fioritura della primula varia da specie a specie.

Tuttavia, le specie più diffuse e comuni fioriscono dalla fine dell’inverno fino alla primavera. La varietà Obconica, ad esempio, fiorisce in estate.

I fiori della primula sono composti da cinque petali colorati molto delicati. Inoltre, se tieni i tuoi fiori in un luogo fresco, i fiori si manterranno più a lungo.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme come coltivare e curare la primula nel modo giusto, in modo da avere una pianta sempre sana e fiorita.

Terreno

Alla primula piace crescere in un terreno umido, infatti molte varietà crescono vicino ai ruscelli o vicino alle paludi.

Il terreno non deve mai seccarsi. Il terreno adatto a questo fiore è composto da parti uguali di torba, humus e un po’ di sabbia.

Ma la primula può essere coltivata anche solo nella torba. Ricordati di fare uno strato di ciottoli di argilla espansa sulla base per evitare che l’acqua dell’innaffiatura si accumuli.

Quando innaffiare

Le primule vanno innaffiate per bene. Durante la fioritura innaffia abbondantemente circa 2-3 volte a settimana: il terreno non si deve seccare, ma l’acqua non deve ristagnare.

Non far mai cadere l’acqua sulle foglie. Dopo la fioritura, puoi innaffiare le tue primule 1-2 volte a settimana.

La maggior parte delle varietà di primula ha bisogno di innaffiature regolari. Controlla regolarmente il terreno e innaffia solo quando il terreno sta iniziando ad asciugarsi un po’.

Concime

La primula va concimata una o due volte al mese durante il periodo di fioritura che per le primule comuni va da fine inverno a primavera.

Il concime ti servirà per mantenere le tue primule sane e per mantenere la fioritura il più a lungo possibile.

Se coltivi la primula in giardino, puoi concimarle aggiungendo del compost al terreno.

Se vuoi, puoi usare un fertilizzante liquido per fiori: inizia il tuo programma di fertilizzazione quando le primule iniziano a fiorire.

Se usi un fertilizzante liquido, diluiscilo in acqua e versalo intorno alle piante.

Potatura

Per la primula non serve necessariamente una potatura drastica. Puoi eliminare i fiori morti della primula man mano che appassiscono.

In questo modo la pianta avrà un aspetto migliore. Non avrai bisogno di usare delle cesoie, i fiori morti verranno via immediatamente anche solo con le dita.

Rimuovi i fiori e le foglie morte e secche man mano che le noti sulla pianta. Taglia i gambi o pizzicali con le dita.

Moltiplicazione

Le primule possono essere moltiplicate per seme: i semi vengono piantati in una miscela di terriccio e sabbia e leggermente coperti di terra.

I semi di primula vengono fatti germogliare ad una temperatura di 18-20 gradi centigradi e poi le piantine vengono trasferite alla luce del sole.

I semi germogliano dopo circa 4 settimane. Una volta cresciute, le piantine vengono trapiantate e messe in vasi separati.

Puoi moltiplicare le primule anche per divisione, puoi fare questa operazione quando rinvasi la pianta.

Malattie e parassiti

Le lumache sono parassiti comuni che colpiscono le piante di primula. Le lumache possono essere controllate con esche per lumache non tossiche posizionate in giardino.

Anche gli acari e gli afidi possono attaccare le primule, ma possono essere eliminati spruzzando una miscela di acqua e sapone.

Se le piante di primula non vengono innaffiate correttamente o non hanno un terreno drenante, possono ammalarsi di marciume radicale.

Questo problema può essere facilmente risolto usando una miscela di terreno alleggerita con argilla espansa o perlite.

Troppa umidità può anche causare delle infezioni fungine. Questo spesso può essere evitato se innaffi correttamente le piante.

Significato

La primula è legata alla giovinezza ma ha anche molti altri significati. Di solito, i fiori di primula rappresentano l’amore giovane e un sentimento forte.

I fiori di primula sono spesso anche simbolo di femminilità e vengono regalati anche per mostrare a qualcuno che non puoi vivere senza di loro.

Forse se questo fiore è legato all’amore è dovuto anche al suo significato nella cultura nordica: Freya è la dea dell’amore e la primula è il suo fiore sacro.

Quando si tenevano cerimonie e riti per onorarla, con i petali di primule si cospargevano i suoi altari.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.