Perché le orchidee hanno le foglie gialle?

Una pianta d’appartamento facile da coltivare (con le dovute attenzioni), le orchidee danno quel tocco in più che rende la tua casa colorata e armoniosa.

Tuttavia, potresti accorgerti che le foglie della tua orchidea diventano gialle

L’ingiallimento delle foglie delle orchidee è uno dei problemi più comuni che, prima o poi, dovrai affrontare quando coltivi le orchidee all’interno della tua casa. Può essere una vera seccatura!

Ma diamo un’occhiata a tutti i motivi per cui le foglie della tua orchidea diventano gialle o addirittura marroni e cosa puoi fare per risolvere il problema.

Ciclo di vita naturale della pianta

Nella maggior parte dei casi, le foglie ingiallite sono un fenomeno naturale che è parte del ciclo di vita di questa pianta.

Te lo spiego in due parole: quando la pianta deve sviluppare nuove foglie o un nuovo stelo di fiori, ha bisogno di energie e decide allora di sacrificare la serie più bassa di foglie che non ritiene più necessarie.

Le radici non pompano più acqua alle foglie in basso e nel tempo muoiono, si seccano e cadono da sole.

Non rimuoverle dalla pianta da solo, aspetta che si secchino perché tagliarle via aumenta il rischio di malattie.

Tuttavia, se proprio si stanno seccando del tutto, puoi toglierle aprendole al centro.

Tira via i due lembi della foglia, uno verso l’alto e l’altro verso il basso, fino alla base. Così non farai alcun danno.

Troppa luce

In natura le orchidee sono una pianta tropicale che cresce tipicamente alla luce solare indiretta sotto la chioma degli alberi.

Non sono abituate alla luce solare diretta, quindi se vengono posizionate in un luogo che riceve troppa luce diretta, le foglie possono ingiallire.

Potresti anche trovare segni di bruciature, come punte bruciate.

Devi tenerne conto quando scegli una posizione per la tua pianta di orchidee.

Come risolvere

L’ideale sarebbe metterle vicino ad una finestra a nord in estate, poiché, visto che il sole è più forte, almeno riceveranno meno ore di esposizione.

E poi, in inverno, spostarle vicino ad una finestra a sud, poiché, visto che il sole è più debole, almeno riceveranno più ore di esposizione.

Ma non possiamo controllare con precisione la posizione delle nostre finestre.

Quindi, se hai la sensazione che le tue piante ricevano troppa luce solare diretta, prova ad aggiungere una tenda trasparente o ad allontanarle dalla finestra.

Esposizione a temperature basse o alte

La temperatura perfetta per le orchidee va dai 15 ai 25 °C.

Per fortuna, queste sono le temperatura medie all’interno della tua casa.

Ma se le tue piante sono soggette a temperature troppo alte o troppo basse, la pianta subisce uno stress eccessivo.

Potresti notare il progressivo ingiallimento delle foglie, così come la caduta delle foglie. Lo stress termico può anche causare foglie marroni o persino la morte della pianta.

Come risolvere

Di tutti i problemi che abbiamo incontrato, l’esposizione a temperature sbagliate è uno dei più facili da risolvere.

Sposta la tua pianta dove non ci saranno né correnti d’aria fredda d’inverno, né correnti torride in estate.

Troppa acqua

Troppa acqua fa ingiallire le foglie dell’orchidea e potrebbe anche essere la causa del marciume radicale, che porta alla morte delle radici.

Se metti troppa acqua nel contenitore, ciò impedisce alla pianta di assorbire sostanze nutritive nel terreno. Come puoi immaginare, questo può diventare un grave problema.

Come risolvere

Lascia asciugare finché le radici nel vaso non tornano grigie.

E’ sempre meglio usare la tecnica dell’annaffiatura per immersione.

Immergi il vaso in acqua per 3/4 della sua altezza. Lascia in immersione per qualche minuto e fai sgrondare l’acqua in eccesso. Poi riponi nel coprivaso.

In questo modo, non si creeranno ristagni d’acqua.

Un improvviso cambiamento d’ambiente

Cambiare la posizione o l’ambiente di una pianta può provocare stress e la caduta delle foglie o dei fiori.

Questo stress può verificarsi quando porti la tua pianta a casa per la prima volta dal vivaio o se sposti la pianta da una stanza all’altra.

Come risolvere

Se hai appena portato a casa la tua orchidea dal vivaio, non preoccuparti se le foglie iniziano a ingiallire. Non puoi fare molto.

Assicurati di scegliere solo un’ottima posizione per la tua orchidea e gradualmente si riprenderà.

Troppo fertilizzante

Quando aggiungi troppo fertilizzante, dai dei nutrienti in eccesso al terreno.

Vuoi che la tua pianta sia sana e probabilmente non ti rendi conto che aggiungere troppo può essere altrettanto problematico quanto non aggiungere abbastanza.

Come risolvere

Una volta che hai dato troppo concime, non puoi rimediare.

Aspetta che passi del tempo e dai del fertilizzante solo quando ne avrà davvero bisogno e diluiscilo in più acqua.

Un’altra opzione è trovare un fertilizzante specifico per orchidee e seguire attentamente le indicazioni.

Importante: Quando acquisti le tue orchidee, è probabile che siano già in piena fioritura. Quindi questo significa che non hai bisogno di fertilizzare.

Quando i fiori cadono puoi concimare per incoraggiare la crescita della tua pianta e lo sviluppo di nuovi fiori.

Carenza di nutrienti

Se non dai alle tue piante alcun fertilizzante, anche questo potrebbe causare l’ingiallimento.

Quando le riserve di nutrienti finiscono, la tua pianta inizierà a dare segni di carenza di nutrienti a meno che non applichi un concime.

Come risolvere

Tutto quello che devi fare è iniziare ad applicare un fertilizzante a settimane alterne o qualunque sia l’indicazione delle istruzioni sul fertilizzante che hai acquistato.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.