Dieffenbachia: tutti i segreti per la sua cura

Il genere Dieffenbachia comprende un grande gruppo di piante perenni tropicali.

Le Dieffenbachie presentano foglie grandi e ovali in una varietà di combinazioni di colori verde, crema e bianco.

Si tratta di una pianta a crescita rapida che può raggiungere mezzo metro di altezza dopo un anno che ne hai piantato la talea, a condizione che riceva abbastanza luce.

Inoltre le sue foglie sono molto decorative e le variegature di colori la rendono una pianta d’appartamento perfetta per le nostre case.

Scopriamo allora insieme tutti i segreti per la cura della Dieffenbachia!

Attenzione: questa pianta contiene al suo interno una sostanza, il lattice, che potrebbe irritare la pelle ed essere pericolosa per gli animali se ingerita.

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della Dieffenbachia, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Delle molte specie di Dieffenbachia, solo alcune sono più usate come piante da interni:

  • Dieffenbachia seguine: è la specie Dieffenbachia più popolare, con grandi foglie ovali con bordi verdi, al centro hanno chiazze di colore giallo o crema
  • Dieffenbachia maculata: alcune hanno foglie completamente gialle con macchie d’avorio e altre hanno foglie più spesse con una variegatura bianca
  • Dieffenbachia amoena: è una grande pianta di quasi 2 metri

Tieni presente che varie specie di Dieffenbachia sono state rinominate e i nomi delle specie potrebbero cambiare.

Esposizione

Le piante di Dieffenbachia sono piante da interno popolari in gran parte perché crescono bene anche in ombra.

Anche se queste piante apprezzano la luce intensa durante i mesi invernali. Durante la stagione di crescita, la pianta preferisce la luce indiretta.

La pianta crescerà meglio dal lato rivolto verso la luce, quindi ruotala ogni tanto per mantenere equilibrata la sua crescita.

Fioritura

La Dieffenbachia non sempre fiorisce, soprattutto se coltivata in casa, perché non sempre all’interno ha le condizioni adatte alla fioritura.

Il fiore è molto simile al fiore dello spatifillo e della calla, presenta uno spadice al centro (la parte appuntita e allungata, il fiore in sé) e una spata (una foglia modificata) che lo avvolge, di colore verde.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno la Dieffenbachia per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

La Dieffenbachia preferisce una miscela di terreno drenante e ben aerata.

Al terriccio comune puoi aggiungere della perlite per far scorrere meglio l’acqua dell’annaffiatura.

Assicurati che il drenaggio sia buono per evitare di far marcire le radici, non dovrebbero mai essere lasciate nel terreno zuppo.

Quando innaffiare

Durante la stagione di crescita, le Dieffenbachie amano l’umidità e non vogliono un terreno troppo secco.

Se hai una Dieffenbachia molto grande potresti innaffiarla due volte a settimana, ma in inverno riduci le annaffiature, poiché il terreno si secca più lentamente.

Allo stesso tempo, è importante non innaffiare eccessivamente una dieffenbachia, perché ciò può causare problemi di marciume.

Assicurati che la parte superiore del terreno sia completamente asciutta prima di innaffiare.

Concime

Non è necessario concimare questa pianta, ma per ottenere ottimi risultati di crescita dalla tua Dieffenbachia, dai del concime una volta ogni quattro o sei settimane, usa un fertilizzante bilanciato.

Se usi un concime liquido per piante verdi, diluiscilo all’acqua di annaffiatura secondo le istruzioni dell’etichetta.

Potatura

La potatura aiuta a mantenere la pianta in ordine, a crescere più folta e ad avere un aspetto più sano.

Le foglie marroni o gialle possono essere rimosse dalla pianta in qualsiasi momento, così come i fiori morti o appassiti. Rimuovili semplicemente fino allo stelo principale.

Moltiplicazione

Esistono alcuni modi molto semplici per moltiplicare una pianta di Dieffenbachia.

Durante il rinvaso in primavera, i germogli alla base possono essere divisi e piantati nei propri vasi.

Assicurati di non danneggiare le radici della pianta madre e utilizza uno strumento sterilizzato per evitare la diffusione di batteri.

Nelle Dieffenbachie più vecchie e con lo stelo più lungo, la parte superiore può essere tagliata e messa in un vaso con terriccio fresco.

Nuove foglie germoglieranno dal ceppo. Quando compaiono nuove foglie, rimuovi le foglie più vecchie per aiutare la pianta a concentrarsi solo sulla crescita della nuova foglia.

Inoltre i pezzi di stelo possono germogliare se li stendi orizzontalmente in terriccio umido. Man mano che i pezzi mettono radici, le foglie germoglieranno gradualmente.

Malattie e parassiti

I classici parassiti che colpiscono la maggior parte delle piante d’appartamento possono anche colpire la tua dieffenbachia: cocciniglie, acari e afidi.

Per tutti questi insetti, puoi provare a pulirli via dalle foglie con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol denaturato. Questa è una tattica efficace se ti accorgi presto dell’infestazione.

Puoi anche provare a lavarli via dalle foglie della tua pianta con un getto d’acqua. Potrebbe essere necessario ripetere per tre o quattro volte per essere sicuri di aver eliminato tutto.

Per infestazioni più gravi, la tua migliore opzione è quella di usare un insetticida studiato apposta che uccide qualsiasi insetto che si nutre delle foglie.

Ci sono alcune regole generali che ti aiuteranno a non far ammalare la tua Dieffenbachia:

  • Non innaffiare troppo la tua pianta: l’irrigazione eccessiva è la causa di molti tipi di malattie dovute all’acqua stagnante e all’effetto di decomposizione che ha
  • Utilizza sempre attrezzature sterilizzate: quando si effettuano talee, trapianti e rinvasi, sterilizza tutti gli attrezzi da giardinaggio che usi per evitare di trasmettere malattie da pianta a pianta
Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.