Tulipani: guida alla coltivazione

I tulipani sono tra i fiori primaverili più popolari. Sono originari dell’Eurasia e del Nord Africa e appartengono alla famiglia dei gigli.

Amati per i loro fiori dai colori vivaci a forma di coppa, sono un fiore classico da aggiungere a qualsiasi arredamento.

Vengono utilizzati anche come fiori recisi, qui troverai informazioni su come coltivarli in giardino.

Attenzione: i tulipani, in particolare i bulbi, sono tossici per l’uomo e per gli animali domestici se ingeriti in grandi quantità. Tuttavia, il loro livello di tossicità è considerato lieve.

Caratteristiche

Ecco le principali caratteristiche di questi celebri fiori, a partire dalle loro varietà.

Varietà

Più che di specie, in realtà sarebbe meglio parlare di gruppi. Infatti esiste un’unica specie di tulipano che si suddivide in tanti gruppi a seconda delle caratteristiche e del periodo di fioritura.

Oggi i tulipani sono suddivisi in 15 gruppi:

  • Singoli precoci: tra i primi a fiorire, si distinguono per la loro forma a coppa unica e il fiore a sei petali e hanno un’altezza media da 25 a 45 centimetri.
  • Singoli tardivi: l’ultima varietà di tulipani a fiorire, questa è la varietà più alta con una media di 45-60 centimetri. Crescono bene nei climi più caldi e sono ottimi da utilizzare come fiore reciso, grazie ai loro lunghi steli e alle fioriture di lunga durata.
  • Ibridi Darwin: un incrocio tra tulipani fosteriana e tulipani singoli tardivi, conosciuto per i suoi steli robusti e alti e le grandi fioriture. Per i loro lunghi steli, e per i colori spettacolari dal rosso-arancio al rosso, questi sono spesso considerati la migliore varietà di tulipani per i fiori recisi.
  • Doppi precoci e Doppi tardivi: i tulipani doppi sono anche conosciuti come tulipani peonia perché i loro fiori a più strati ricordano le peonie e crescono nelle stesse zone. A seconda della varietà, possono fiorire all’inizio o alla fine della primavera.
  • Sfrangiati: questa varietà è nota per i bordi dei petali sfrangiati, appunto. Si possono trovare in rosa, rosso, viola, giallo e bianco.
  • Fosteriana: questo tulipano vanta fiori che misurano fino a 20 cm di diametro, guadagnandosi così il soprannome di tulipano “Imperatore”.
  • Greigii: è meglio conosciuto per i suoi grandi fiori colorati a forma di stella. Fioriscono a metà stagione, in genere da inizio a metà aprile.
  • Kaufmanniana: hanno petali appuntiti che si aprono piatti in pieno sole, somigliano per questo alle ninfee. Hanno grandi fiori con colori contrastanti, sono generalmente a crescita bassa.
  • Tulipani a giglio: fioriscono in tarda primavera, hanno lunghi petali appuntiti che si inarcano verso l’esterno dando loro l’aspetto di stelle.
  • Tulipani pappagallo: noti per i loro colori vivaci e per i petali piumati che ricordano un pappagallo tropicale. A causa dei loro lunghi steli e delle grandi fioriture, sono tra le varietà di tulipani più delicate.
  • Viridiflora: conosciuta come tulipano verde, poiché presentano una striscia di verde in netto contrasto con il colore di base del fiore.
  • Tulipani botanici: sono discendenti dei primissimi tulipani. E’ la più duratura tra le varietà di tulipani. Se stai cercando un tulipano con una lunga vita, questa specie è la scelta migliore.
  • Tulipani trionfo: resistono alle temperature più fredde. Fioriscono a metà stagione e sono disponibili in tutte le sfumature possibili, inclusi bellissimi colori pastello come il rosa e l’albicocca. Hanno una lunga durata in vaso e sono ottimi come fiori recisi. Alcune varietà hanno anche una delicata fragranza.
  • Tulipani Rembrandt: prendono il nome dal pittore olandese, perché diffusi in quel periodo storico. Presentano petali con striature viola intenso o rossastre che erano originariamente il risultato di un virus diffuso dagli afidi. Sono anche conosciuti come “tulipani rotti” per questo motivo. I bulbi moderni non hanno più questo virus.

Esposizione

I tulipani crescono in pieno sole o in ombra parziale, anche se crescono meglio con molta luce solare, almeno sei ore al giorno.

Sebbene preferiscano molto sole, non è necessario che siano sei ore di sole continuo.

Infatti, l’ombra nel calore del pomeriggio può fare bene: prolunga la durata della fioritura e consentire al bulbo di crescere correttamente e immagazzinare l’energia di cui ha bisogno per la stagione di crescita successiva.

Fioritura

Diversi tipi di tulipani hanno tempi di fioritura diversi, che si dividono in:

  • inizio primavera, da metà marzo a fine aprile
  • metà primavera, da inizio a metà maggio
  • tarda primavera, da metà a fine maggio

I bulbi di tulipano dovrebbero essere piantati in autunno. Le loro belle fioriture sono una testimonianza vivente della nuova vita che la primavera porta con sé.

Coltivazione e cura

Ecco le principali indicazioni per una corretta coltivazione dei tulipani.

Terreno

I tulipani preferiscono un terreno ricco e ben drenante. Unire del compost può fornire nutrienti ai bulbi, è preferibile unirlo al terriccio prima di piantare i bulbi.

Altrimenti, puoi applicare alcuni centimetri di compost sul terreno.

Quando innaffiare

Innaffia bene i bulbi subito dopo averli piantati, ma dopo questa operazione sospendi l’irrigazione.

Se nella tua regione piove ogni settimana o due, non è necessario che annaffi i tulipani. Nelle regioni aride, si consiglia di annaffiare ogni due settimane.

Quando concimare

Dovresti concimare i tulipani una volta all’anno. Il momento migliore per concimare i tulipani è in autunno. In questo momento, i bulbi di tulipano assorbono meglio le sostanze nutritive.

Non concimare i tulipani in primavera. Le radici del bulbo non saranno in grado di assorbire la quantità giusta di nutrienti.

Molti pensano che il fertilizzante per tulipani deve essere aggiunto direttamente sul bulbo quando viene piantato, ma ciò può danneggiare le radici a contatto con il concime concentrato.

Invece, concima sempre sulla superficie del terreno. Ciò consentirà al fertilizzante di diventare meno concentrato, poiché è filtrato dal terreno prima di arrivare alle radici.

Ti consiglio di usare un fertilizzante a lenta cessione. Ciò garantirà che i nutrienti vengano rilasciati gradualmente alle radici dei bulbi.

Un fertilizzante a rilascio rapido, infatti, può fare in modo che i nutrienti vengano eliminati prima che i bulbi di tulipano abbiano la possibilità di assorbirli.

Potatura

Taglia le fioriture esaurite, non appena i petali iniziano a cadere. Non potare lo stelo verde in modo che possa continuare ad assorbire energia dal sole per rifornire il bulbo.

Rimuovendolo troppo presto lo stelo si ottengono piccoli bulbi che potrebbero non fiorire l’anno successivo.

Taglia solo dopo che la maggior parte delle foglie è diventata gialla.

Moltiplicazione

Mentre i tulipani possono essere propagati anche dai semi, il modo più comune per farlo è sollevare i bulbi e dividere quelli che sono attaccati al bulbo madre.

Questo va fatto in autunno, durante il normale periodo di semina dei tulipani.

Scava i bulbi e spazza via il terreno, dividi delicatamente i piccoli bulbi sfalsati dal bulbo madre.

Interra i bulbi alla profondità di 10 cm: la profondità è sempre pari a 3 volte il diametro del bulbo da piantare.

Rispetta la distanza tra un tulipano e l’altro di 10-12 centimetri. Interra il bulbo con la punta rivolta verso l’alto. Copri con il terreno e bagna leggermente quando il terreno è asciutto.

Per i primi anni, i nuovi tulipani produrranno foglie ma non fiori. Verso il terzo anno, puoi aspettarti che i nuovi bulbi fioriscano.

Malattie e parassiti

I tulipani sono suscettibili al marciume delle radici e a malattie fungine.

Il marciume radicale appare con macchie marrone scuro sui bulbi.

Le piante che crescono dai bulbi colpiti da funghi possono deformarsi e morire presto. Il miglior rimedio è scartare i bulbi colpiti e piantare nuovi bulbi trattati con un fungicida.

Significato

I significati più comuni dei tulipani sono:

  • Amore profondo: ideali da regalare a qualcuno per cui provi un amore profondo e incondizionato.
  • Rinascita: poiché i tulipani fioriscono all’inizio della primavera, hanno anche un significato di rinascita. Un ottimo regalo per qualcuno che sta attraversando alcuni cambiamenti di vita o che sta iniziando nuove avventure.

Come molti fiori, i tulipani di colori diversi hanno significati diversi. È importante conoscerne il significato, soprattutto se li stai regalando e vuoi inviare il messaggio giusto:

  • tulipani bianchi: significano perdono, rispetto, purezza e onore.
  • tulipani gialli: hanno un significato di allegria e speranza. E se pianti tulipani gialli nel tuo giardino, è noto che portino fortuna e prosperità alla tua casa.
  • tulipani rossi: i tulipani rossi significano di amore e passione eterni.
  • tulipani rosa: sono noti per il significato di affetto, cura, augurio e amore. Sono perfetti da inviare ad amici e familiari per mostrare loro il tuo affetto.
  • tulipani viola: poiché il colore viola era un lusso che solo i reali o le persone facoltose potevano permettersi, i tulipani viola hanno un significato di regalità ed eleganza.
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.