Plumbago: come coltivare i fiori dal colore del piombo

Potrebbe non avere un nome molto bello, ma il Plumbago è sicuramente una pianta perenne molto decorativa.

Ha guadagnato il suo nome dalla parola latine plumbum, che significa “piombo“: il colore azzurro polvere dei suoi fiori ricorda i residui di piombo.

Ma non lasciarti ingannare dalla sua bellezza: questa pianta è nota per la sua resistenza, poiché può tollerare condizioni di crescita difficili e anche un terreno secco.

Il plumbago è facile da coltivare ed è a crescita rapida ma non eccessivamente invasiva.

Scopriamo come coltivare questa pianta dai fiori del colore del piombo!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del plumbago, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Alcune varietà di Plumbago sono:

  • Plumbago Auriculata: ha un colore blu intenso o pallido e fiori a forma di coppa.
  • Plumbabo Europaea: ha un colore dal rosa antico al lilla.
  • Plumbago Indica: ha un colore rosso vivo o rosa intenso, con fiori disposti lungo uno stelo a spillo.

Esposizione

Le piante di Plumbago cresceranno meglio sia in pieno sole che in ombra parziale.

Tuttavia, se dai alle piante più sole otterrai fioriture più ricche e fogliame più vigoroso.

Fioritura

La fioritura del Plumbago avviene in estate e in autunno.

I fiori sono molto delicati e hanno un colore che va dal blu-indaco al blu intenso di alcune cultivar.

Le fioriture in particolare sono definite ad ombrello, ovvero i fiori crescono in piccoli gruppetti di una decina di fiori ciascuno.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il plumbago per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Le piante di Plumbago hanno una crescita migliore in terreni drenanti, leggermente acidi e ricchi di sostanza organica.

Per arricchire il terreno puoi aggiungere del compost alla miscela.

Tuttavia, considera che il plumbago si adatta anche a terreni sabbiosi e argillosi.

Quando innaffiare

Innaffia correttamente la pianta di plumbago quando i primi centimetri di terreno si sono asciugati.

Il terreno non può rimanere troppo umido, soprattutto in inverno, poiché queste piante marciranno.

Concime

La pianta di plumbago può essere leggermente fertilizzata con un concime a lenta cessione in primavera.

Concima di nuovo all’inizio dell’estate, questo promuoverà una rapida crescita della pianta.

Potatura

Ti consiglio di potare tutti i rami morti o spezzati di una pianta di plumbago alla fine dell’inverno o in primavera (mentre la pianta è dormiente).

Le cesoie da potatura dovrebbero essere utilizzate per tagliare rami con un diametro non superiore ad un centimetro, usa un troncarami su rami più grandi e spessi.

Moltiplicazione

Queste piante possono essere moltiplicate per talea tagliando i gambi delle piante, ma anche attraverso i loro semi, ricavati dai fiori.

Ti consiglio di moltiplicare la pianta di plumbago tramite talee di 10-12 centimetri durante l’estate.

Malattie e parassiti

Se la pianta non ha abbastanza ventilazione, potrebbe essere attaccata da cocciniglia o di afidi.

È una pianta molto resistente che è soggetta a malattie solo se fai errori di coltivazione.

Con temperature alte e poca acqua potrebbe essere preda del ragnetto rosso, un acaro che colpisce le foglie e succhia la linfa.

Significato

La pianta di Plumbago non ha particolari significati.

Tuttavia può simboleggiare semplicemente speranza e dare un messaggio di augurio.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.