Afidi: come riconoscerli ed eliminarli

Hai notato dei piccoli insetti verdi sulle tue piante? Probabilmente sono afidi.

Gli afidi sono piccoli insetti dal corpo molle che si nutrono succhiando la linfa delle foglie, ricca di sostanze nutritive. Se sono tanti, possono indebolire molto le piante, danneggiando fiori e frutti.

Gli afidi si moltiplicano rapidamente, quindi è importante tenerli sotto controllo prima che inizino a riprodursi.

La cosa positiva è che tendono a muoversi lentamente e per questo è facile controllarli.

Identificare gli afidi

Gli afidi sono minuscoli e spesso quasi invisibili ad occhio nudo. Alcune specie possono apparire bianche, nere, marroni, grigie, gialle o verde chiaro.

Hanno un corpo tozzo a forma di pera, con lunghe antenne.

Gli adulti sono in genere privi di ali ma la maggior parte delle specie può sviluppare ali in modo che quando la qualità del cibo ne risente, gli insetti possono viaggiare verso altre piante, riprodursi e iniziare una nuova colonia.

Gli afidi di solito si nutrono in grandi gruppi, anche se occasionalmente potresti vederli singolarmente o in un piccolo gruppo.

Mentre gli afidi in generale si nutrono di un’ampia varietà di piante, alcune specie di afidi possono essere specifiche per alcune piante.

Ad esempio, alcune specie includono afidi di fagioli, afidi di cavoli, afidi di patate e così via.

Che danni fanno alle piante?

Gli afidi si nutrono di succhi vegetali, attaccando foglie, steli, germogli, fiori, frutti e radici, a seconda della specie.

Cercano foglie deformi, arricciate, deboli o ingiallite. Controlla sempre la parte inferiore delle foglie, gli afidi amano nascondersi lì.

Se le foglie o gli steli sono ricoperti da una sostanza appiccicosa, questo è un segno che gli afidi si stiano nutrendo della linfa.

Questa “melata”, un liquido zuccherino prodotto dagli insetti come rifiuto, può attirare altri insetti, come le formiche, che raccolgono questa sostanza per nutrirsi.

Fiori o frutti possono deformarsi a causa dell’alimentazione degli afidi. Inoltre, gli afidi possono trasmettere virus tra le piante e attirare anche altri insetti che li predano, come le coccinelle.

Come liberarsene

Una volta identificati gli afidi, ti è utile sapere non solo come rimuoverli, ma anche come prevenire una infestazione successiva. Qui proverò a spiegarti tutto quello che ti serve sapere.

Rimuovere gli afidi dalle piante

Per rimuovere gli afidi dalle piante prova a spruzzare acqua fredda sulle foglie. In genere non sono in grado di ritrovare la strada per tornare sulla stessa pianta.

Oltre all’acqua fredda ci sono diversi metodi che puoi testare sulle tue piante. Qui di seguito di farò un elenco dei metodi più efficaci.

Attenzione: quando si applica una soluzione per parassiti testare sempre prima una piccola area e osservare la pianta per alcuni giorni per eventuali reazioni avverse prima di applicarne altre.

  • L’olio di neem, i saponi insetticidi e gli oli per l’orticoltura sono efficaci contro gli afidi. Assicurati di seguire le istruzioni per l’applicazione fornite sulla confezione.
  • Un’altra soluzione per liberarti degli afidi è strofinare o spruzzare le foglie della pianta con una soluzione di acqua e alcune gocce di detersivo per i piatti. L’acqua saponosa dovrebbe essere applicata di nuovo ogni 2-3 giorni per 2 settimane.
  • Efficace è anche il sapone molle potassico, quello che viene usato per il bucato.
  • L’alcol denaturato funziona bene ed è facile da trovare, ma assicurati che non contenga additivi. Per fare uno spray insetticida, mescolare parti uguali di alcol e acqua. Puoi anche aggiungere alcol ad una con acqua e sapone per renderla più efficace.

Prevenire gli afidi

Nel caso dei parassiti delle piante, la prevenzione è sempre importante per evitare di trovare spiacevoli infestazioni sulle nostre piante.

Per alberi da frutto , puoi spruzzare olio da orto per uccidere le uova di afidi. Per le piante da interno l’olio di neem è adatto anche per prevenire le infestazioni se vaporizzato regolarmente.

Gli insetti benefici come le coccinelle si nutriranno di afidi. Questi insetti dovrebbero aiutare a mantenere il controllo delle popolazioni di afidi sin dall’inizio.

Piantare delle piante specifiche può essere molto utile per tenere lontani gli afidi dalle tue piante. Ad esempio:

  • Gli afidi sono respinti dall’erba gatta.
  • Gli afidi sono particolarmente attratti dalla senape e dai nasturzi. Pianta queste piante vicine come trappole per gli afidi. Controlla regolarmente le tue “piante trappola” per evitare che le popolazioni di afidi saltino verso le tue preziose piante.
  • L’aglio e l’erba cipollina respingono gli afidi se piantati vicino a lattuga, piselli e cespugli di rose.
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.