Acari delle piante: cosa sono e come eliminarli

Gli acari delle piante appartengono alla stessa classe dei ragni e sono anche imparentati con le zecche.

Come i ragni, produrranno delle sottilissime ragnatele sulla pianta. Gli acari di ragno possono essere rossi, gialli, verdi o marroni.

Gli acari delle piante sono tra i parassiti più comuni che puoi trovare nel giardino e sulle tue piante.

Queste creature possono danneggiare le piante succhiando i tessuti, principalmente delle foglie. Gli acari spesso si raggruppano nella parte inferiore delle foglie.

Ma scopriamo insieme cosa sono e come eliminarli!

Come identificarli

La famiglia a cui appartengono gli acari è imparentata con le zecche e persino con i ragni ed è importante saper identificarli sulle tue piante.

Esistono molti tipi di acari, alcuni più comuni di altri. In genere, gli acari di ragno sono lunghi meno di 1 millimetro e sono probabilmente i più comuni (e i più odiati!) di tutti i parassiti.

In realtà sono piccoli ragnetti e, a causa delle loro piccole dimensioni, potresti non notarli fino a quando non danneggiano gravemente le tue piante.

Esistono due modi affidabili per individuare un’infestazione:

  • Cerca una ragnatela simile a quella di un ragno
  • Prendi un fazzoletto e pulisci delicatamente la parte inferiore delle foglie, se vedrai strisce di sangue di acaro, allora hanno già attaccato la tua pianta

Segni di un’infestazione

Gli acari delle piante lasciano segni visibili di danni su alberi e piante. Se le tue foglie sviluppano macchie gialle, arancioni, marroni o grigie, potrebbe essere in corso un’infestazione.

Altri segni di infestazione possono essere anche:

  • Caduta delle foglie
  • Ragnatele che coprono la pianta
  • Presenza di acari sotto le foglie

Mentre qualsiasi albero o arbusto può essere una preda degli acari, alcuni però sono più comuni come bersaglio di questi parassiti.

Tra questi: le piante sempreverdi, gli alberi da frutta, gli aceri, le rose e i gerani.

Come eliminare gli acari

Due metodi molto utilizzati per controllare ed eliminare gli acari delle piante sono: oli utilizzati nell’orto e saponi insetticidi.

Ad esempio, l’olio di neem può essere utilizzato come pesticida biologico sia per eliminare i parassiti che per prevenire infestazioni.

Per una miscela economica e sicura per attaccare gli acari, unisci 2 cucchiai di sapone naturale con 1 litro d’acqua.

Non aggiungere troppo sapone, poiché potrebbe causare danni alle foglie. Per un tocco in più, puoi aggiungere un po’ d’aglio alla miscela.

Acqua per controllare gli acari

Gli acari di ragno attaccano le piante che soffrono di siccità, quindi un’annaffiatura giusta è essenziale per evitare del tutto (o quasi) questi invasori.

L’acqua è anche utile per controllare le infestazioni da acari sulle piante d’appartamento.

Porta le piante all’aperto e spruzza le foglie con un tubo flessibile o comunque un getto d’acqua medio-forte per eliminare acari e parassiti, assicurandoti di colpire entrambi i lati delle foglie.

Puoi mettere le piante da interno anche in una vasca da bagno per fare questa operazione.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.