Olio di Neem: cos’è e perché usarlo sulle tue piante

L’olio di Neem è un olio vegetale, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di di Azadirachta Indica, appartenente alla famiglia delle Meliacee.

Questa pianta cresce nelle zone tropicali e sub-tropicali di Asia, Africa, America, Oceania e Australia ed è un sempreverde.

Conosciuto in India come l’”albero in grado di curare tutte le malattie”, l’olio di Neem vanta innumerevoli proprietà benefiche.

In particolare, oggi, vedremo insieme come viene utilizzato in agricoltura per la salvaguardia delle piante.

A cosa serve?

L’olio di neem ha proprietà antiparassitarie, antisettiche e antifungine che lo rendono un valido alleato per proteggere le piante dagli attacchi dei parassiti.

Grazie, quindi, alla sua azione insettifuga, è utilizzato come un antiparassitario ecologico e come pesticida naturale in agricoltura.

L’azione dell’olio di neem come antiparassitario naturale è paragonabile a quella degli insetticidi chimici.

Il suo odore sgradevole naturale, infatti, riesce ad allontanare insetti e parassiti dalle piante nonostante sia un prodotto innocuo per l’uomo e per l’ambiente.

Perché è così efficace?

L’olio di Neem è così efficace per abbattere parassiti e insetti perché contiene alcune sostanze che riescono a bloccare lo sviluppo degli insetti.

Il principio attivo responsabile delle proprietà antifungine e antiparassitarie di questo olio è l’Azadirachtina, appartenente alle sostanze chiamate limonoidi.

Questo principio attivo non inquina l’ambiente ed è innocuo per gli uomini e gli animali.

Inoltre, si degrada facilmente e non si accumula nell’acqua o nel terreno.

L’insieme delle sostanze contenute in questo olio provoca delle alterazioni della muta in molte specie di insetti e non permette loro di formare la cuticula esterna.

Ma, in ogni caso, questo l’olio di Neem agisce come repellente anche contro gli insetti adulti.

Infine, le sue proprietà antifungine e antimicrobiche lo rendono efficace anche su una malattia della pianta provocata da un fungo, conosciuta come “mal bianco”.

Come si usa

Come abbiamo già detto, l’olio di neem può essere utilizzato come antiparassitario o come insetticida per alcune piante colpite da malattie fungine.

In questo caso, vi basterà miscelare una parte di olio con 100 parti di acqua tiepida. Quindi, per ogni litro di acqua, vi basteranno 10 ml di olio.

Generalmente, bastano circa 5-6 gocce di olio per ogni litro di acqua.

La miscela così ottenuta può essere utilizzata direttamente sulle foglie delle piante attraverso un nebulizzatore.

Potete anche aumentare un po’ la dose in caso di infestazioni molto acute senza mai superare però il 2% di diluizione.

L’olio inizia ad agire nel momento in cui viene ingerito o entra in contatto con il parassita.

Ciò che dovete ricordare, però, è di non utilizzare mai questo olio puro!

È importante, infatti, che venga diluito con l’acqua.

Per facilitare, inoltre, lo scioglimento dell’olio nell’acqua, potete aggiungere anche un po’ di sapone di Marsiglia, così da renderlo idrosolubile e da rendere, così, la soluzione più efficace.

Quando usarlo

Poiché l’olio di Neem è fotosensibile, ovvero potrebbe perdere le sue proprietà se esposto alla luce diretta del sole, è consigliabile effettuare il trattamento sempre di sera.

L’orario ideale è dopo il calar del sole, così da essere certi che non ci siano raggi diretti del sole.

Inoltre, questa operazione deve essere ripetuta almeno 2 volte a settimana così da debellare l’infestazione.

Inoltre, ricordatevi di agitare bene la soluzione prima di ogni utilizzo, così da favorire l’emulsione dell’olio con l’acqua.

Contro quali parassiti usarlo?

L’olio di neem è efficace contro molti insetti e parassiti.

Sebbene funzioni da repellente contro tutti i parassiti (adulti e giovani), la sua efficacia è maggiore, però, in caso di parassiti che si trovano allo stato larvale.

In particolare è efficace contro la mosca bianca, le cocciniglie, gli afidi neri, i lepidotteri, gli imenotteri, i tripidi, i coleotteri e le cavallette.

Inoltre, è un repellente utile per zanzare, zecche e pulci.

Un altro vantaggio del neem è che, a differenza degli altri trattamenti contro i parassiti che attaccano le piante, è del tutto innocuo sulle api!

Maddalena Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.