Oidio, come eliminare il mal bianco delle piante!

Macchie bianche che coprono le foglie delle vostre piante? Si tratta dell’oidio.

Meglio conosciuto come mal bianco, l’oidio è una malattia causata da alcuni funghi, detti Ascomycota, e che infetta le vostre piante portandole lentamente ad appassire e, nei casi più gravi, a morire.

Colpisce una gran varietà di piante, da quelle aromatiche a quelle ornamentali, dalle piante da frutto a quelle grasse. Particolarmente colpite sono le rose, l’alloro, le ortensie, i crisantemi e le calendule.

Il periodo di maggior propagazione è all’inizio dell’estate, quando l’attività vegetativa delle piante è al massimo.

Ma può presentarsi anche in altre stagioni, diffondendosi soprattutto grazie al vento che sparge le spore del fungo.

Come fare per combattere questa malattia e far tornare le vostre piante verdi e sane?

Scopriamolo insieme!

Attenzione: se l’oidio è già in fase avanzata e si è propagato su gran parte della vostra pianta, dovete rivolgervi al vostro fioraio o giardiniere di fiducia per intervenire prima che sia troppo tardi.

Zolfo

Il rimedio principale per contrastare il mal bianco consiste nell’utilizzo di prodotti a base di zolfo o di zolfo in polvere.

Questa sostanza, infatti, impedisce ai funghi di respirare e in breve tempo fa scomparire l’oidio.

In realtà, basterebbe spargere lo zolfo sulla chioma della vostra piante 2 o 3 volte per sconfiggere definitivamente questa malattia.

Il problema è che lo zolfo può risultare molto aggressivo per alcune piante e avere degli effetti collaterali.

Per questo, prima di usarlo, chiedete sempre un consiglio al vostro fioraio.

Inoltre, se utilizzate lo zolfo su piante da frutto, attendete almeno 5 giorni prima di raccogliere i frutti e, prima di consumarli, lavateli con estrema attenzione.

Aglio

Un rimedio un po’ insolito, ma davvero efficace!

L’aglio, infatti, ha proprietà antisettiche e antibatteriche, grazie anche al suo alto contenuto di zolfo.

Per sfruttarlo al meglio, prendete circa 50 g di aglio e mettetelo in una pentola con poco più di un litro d’acqua.

Portate a bollore per 15-20 minuti. Poi, lasciate raffreddare.

A questo punto, filtrate il composto e mettetelo in una bottiglia spray.

Spruzzatelo sulle piante ogni 3-4 giorni, insistendo su quelle parti della chioma che appaiono maggiormente colpite dall’oidio.

Aceto bianco

Un rimedio potentissimo contro batteri e funghi: parliamo dell’aceto bianco.

Facilmente reperibile ed estremamente efficace, l’aceto bianco è uno dei rimedi più utilizzati contro il mal bianco.

Vi basterà mescolarne 2 cucchiai con un litro d’acqua e mettere il composto in un vaporizzatore.

Poi, spruzzatelo sulle foglie ogni 3 giorni per ridurre, a poco a poco, la forza dell’oidio e farlo scomparire.

Un metodo alternativo per utilizzare l’aceto bianco consiste nel passarlo, sempre diluito nell’acqua, direttamente sulle foglie con l’aiuto di un batuffolo di cotone.

Latte

Strano ma… vero! Il latte combatte efficacemente l’oidio, facendo tornare le tue piante sane e rigogliose.

Basta semplicemente mescolare una parte di latte a due parti di acqua e spruzzare il composto sulle foglie colpite dal mal bianco.

Il latte, infatti, modifica il pH sulla superficie delle foglie, rendendole inospitali per i funghi che causano l’oidio.

Ripetendo il procedimento ogni 3 giorni, non solo eliminerete l’oidio, ma andrete a prevenire eventuali nuove infezioni.

Equiseto

Un altro rimedio, utile a prevenire più che a combattere il mal bianco, è l’infuso di equiseto.

Prepararlo è semplicissimo.

Dovete semplicemente mettere 25 g di equiseto essiccato in 2 litri d’acqua e lasciar riposare per 24 ore.

Poi, portate a bollore per 30 minuti, filtrate il composto e mettetelo in un vaporizzatore.

Spruzzatelo poi sulle piante ogni 20 giorni: l’equiseto disinfetta a fondo le foglie ed evita che agenti esterni si depositino su di esse.

Olio di neem

Efficace non solo contro l’oidio, ma anche contro muffe e infestazioni di parassiti: si tratta dell’olio di neem.

Per usarlo al meglio, diluitene un cucchiaino in un litro d’acqua e distribuite il composto sulla pianta, spruzzandolo con un vaporizzatore o con l’aiuto di un batuffolo di cotone imbevuto.

Grazie alle sue proprietà antisettiche e antifunginee, basterà ripetere il procedimento una volta ogni 3 giorni per sconfiggere l’oidio e una volta ogni 2 settimane per prevenirlo.

Propoli

Stimola la pianta, aiutandola a reagire contro infezioni e malattie: la propoli!

Una sostanza naturale, prodotta dalle api, che può essere trovata pura o grezza in erboristeria.

Vi basterà spargerla sulla pianta oppure preparare un infuso, diluendola in acqua e spruzzandola sulle foglie.

Ripetete l’operazione ogni 4 giorni e il mal bianco sarà solo un lontano ricordo!

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".