7 Modi per aumentare l’umidità per le tue piante

Le piante da interno spesso hanno bisogno di un livello di umidità più alto di quello che abbiamo nelle nostre case.

Questo può essere un problema soprattutto in inverno quando abbiamo il riscaldamento acceso e le finestre chiuse.

Cercherò di mostrarti alcuni ottimi modi per aumentare l’umidità per le piante d’appartamento per creare un ambiente più piacevole per loro.

Vediamo insieme quali sono queste soluzioni per aumentare l’umidità in casa tua.

Raggruppa le tue piante

La prima soluzione per dare alle tue piante più umidità è raggrupparle. Le piante perdono acqua dalle foglie in un processo chiamato traspirazione.

Questo vapore si diffonde nell’aria vicina alla pianta, aumentando l’umidità anche dell’ambiente.

Raggruppando le tue piante insieme, la quantità di traspirazione aumenta e i livelli di umidità miglioreranno.

Ti è capitato di entrare in un vivaio e di sentire subito l’umidità dell’aria? Ebbene, questo è in parte dovuto alla traspirazione di tutte le piante presenti. Un ottimo modo naturale per aumentare l’umidità.

L’unico svantaggio è che devi avere molte piante in un unico posto per ottenere dei risultati.

Vaporizza le tue piante d’appartamento

La prima cosa a cui molte persone pensano per aumentare l’umidità per le loro piante da interno è spruzzarle con dell’acqua.

Usando un semplice spruzzino, puoi spruzzare acqua nell’aria intorno alle tue piante d’appartamento o direttamente sulle foglie.

Parte dell’acqua si trasformerà in vapore e quindi umidità, mentre la maggior parte delle goccioline si depositeranno sulle foglie delle tue piante e sulle superfici vicine.

Queste goccioline evaporeranno lentamente, dandoti un aumento dell’umidità per diverse ore.

Questo metodo è semplice e veloce, ma dovrai ripetere il procedimento quando tutte le goccioline saranno evaporate.

Inoltre, fai attenzione che gran parte dell’acqua finirà sulle foglie della pianta e può aumentare il rischio di malattie fungine e batteriche, in particolare nelle piante sensibili.

Meglio se fai questa operazione al mattino così tutta l’umidità in eccesso ha il tempo di evaporare durante il giorno. Ciò riduce il rischio che le piante d’appartamento sviluppino malattie.

Nel complesso, per avere un buon aumento di umidità, è necessario nebulizzare più volte al giorno.

Utilizza un umidificatore

La soluzione perfetta è l’utilizzo di un umidificatore per ambienti. Gli umidificatori sono un’opzione molto semplice per aumentare rapidamente l’umidità per le piante d’appartamento.

Il vantaggio è che puoi decidere tu il livello di umidità che preferisci in una stanza per te e le tue piante.

L’uso di un umidificatore non è solo vantaggioso per le piante della tua casa, ma ci sono anche vantaggi per te e la tua famiglia.

Infatti, in inverno, quando teniamo accesi i riscaldamenti, questi asciugano e seccano l’aria di casa e avere un umidificatore acceso, può evitare questo problema.

Metti le piante in bagno

Puoi anche pensare alla stanza più umida della tua casa che è sicuramente il tuo bagno.

I bagni sono un ottimo posto per le piante d’appartamento in generale e le piante che hanno bisogno di alti livelli di umidità cresceranno bene in queste condizioni.

L’ambiente umido è creato da lavandini, vasche da bagno e docce: anche gli asciugamani bagnati sono una fonte di umidità che si diffonde nell’aria.

Orchidee Phalaenopsis, felci e spatafilli sono ottime scelte per il tuo bagno.

Usa un sottovaso di ciottoli

Un’altra soluzione per aumentare l’umidità in casa è usare un sottovaso pieno di ciottoli o argilla espansa.

Tutto ciò di cui hai bisogno è un sottovaso che sia più largo della base del vaso della pianta.

Dovrebbe essere profondo almeno 2 centimetri per garantire che l’acqua non evapori troppo velocemente.

Spargi dei ciottoli o dell’argilla espansa sulla base del sottovaso e riempi con acqua appena sotto i ciottoli (non devono galleggiare, per intenderci).

Posiziona il vaso della pianta sopra il sottovaso che hai creato in modo che sia stabile e non cada.

L’acqua evaporerà lentamente nell’aria intorno alla pianta, aumentando l’umidità.

Lo svantaggio principale di questo metodo è che ci sarà sempre un sottovaso umido sotto la tua pianta e questo può aumentare il rischio di malattie fungine o batteriche e possono attirare parassiti.

Tuttavia, resta sempre una soluzione rapida e semplice, che richiede poco sforzo perché basta solo aggiungere un po’ d’acqua quando necessario.

Usa un terrario

Per aumentare l’umidità per le piante d’appartamento puoi utilizzare un terrario. I terrari possono essere aperti o chiusi, dando livelli di umidità normali o molto alti, a seconda del terrario scelto.

I terrari chiusi, infatti, danno livelli di umidità molto alti e, proprio per questo, non saranno adatti a tutte le piante d’appartamento.

Una delle piante che richiedono molta umidità e che per questo è molto adatta ad essere inserita in un terrario è la fittonia.

I terrari aperti invece hanno un foro in alto per far circolare liberamente l’aria. Tuttavia, le pareti di vetro intrappoleranno l’umidità nell’aria.

Copri le tue piante con la plastica

Anche se non è il modo più bello per aumentare l’umidità per le piante d’appartamento, coprire una pianta con un sacchetto di plastica trasparente creerà un ambiente molto umido.

Questo può essere una soluzione per aiutare una pianta molto sensibile durante un inverno secco al chiuso.

Puoi mettere dei paletti di legno nel vaso della pianta per mantenere la plastica distante dalle foglie.

Fai attenzione se si forma troppa condensa sui lati del sacchetto e aprilo di tanto in tanto se ti accorgi di questa umidità eccessiva.

Inoltre, poiché questo crea un ambiente come una piccola serra, assicurati che la tua pianta sia tenuta alla luce indiretta per evitare che si surriscaldi troppo.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.