Fai il test dell’ombra della mano per capire se la luce per le piante è diretta o indiretta

Quando si parla di cura delle piante è importantissimo percepire l’importanza della luce del sole.

Certo, può sembrare scontato, ma non sempre si sceglie il posto delle piante d’appartamento rispettando i requisiti di esposizione; il risultato è una pianta che ben presto mostrerà segni di sofferenza perché non riceve abbastanza energia.

Soprattutto capire come varia la luce da un punto all’altro della stanza è fondamentale, poiché le piante percepiscono la luce in modo diverso da come la percepiamo noi.

Ma per fortuna c’è un metodo per capire se la luce che proviene dalla finestra della tua stanza è diretta o indiretta. Scopriamolo insieme!

Differenza tra luce diretta e indiretta

Prima di vedere nel particolare il metodo della mano, è bene fare una precisazione su quale sia la differenza tra luce diretta e luce indiretta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Soprattutto per le piante è importante saper riconoscere ognuna delle due poiché in base all’esposizione che riceve la stanza di casa dove metti le piante, capisci quale tra queste è più adatta per quel punto preciso.

La luce diretta del sole colpisce le piante quando nessun ostacolo si frappone, dunque il sole entra attraverso la finestra nella tua casa e colpisce con i suoi raggi le foglie delle piante.

Non tutte le piante tollerano la luce diretta, anzi nella maggior parte dei casi viene consigliata la luce indiretta.

La luce indiretta, al contrario, è quel tipo di luce che viene filtrata da una tenda, ma non solo: può fare da filtro anche un vetro opaco ma chiaro o, se ci troviamo in giardino, anche le fronde degli alberi possono schermare i raggi più forti.

In cosa consiste il test della mano

Se non sei sicuro del tipo di luce che le tue piante stanno ricevendo, c’è un metodo che può fare un po’ di chiarezza.

Il metodo della mano è semplicissimo e immediato e in base al tipo di luce che riceve la stanza di casa tua, otterrai un risultato diverso.

Se l’ombra è definita

Il metodo della mano consiste semplicemente nel porre la mano davanti alla fonte di luce.

Per renderti chiara la disposizione la tua mano deve frapporsi tra il sole e la pianta, ovviamente il fattore imprenscindibile è che sia una giornata priva di nuvole affinché il metodo sia efficace.

Se l’ombra della mano che si crea ponendola davanti alla fonte luminosa è definita e scura allora non ci sono dubbi: la pianta riceve luce diretta.

In questo caso, assicurati che la pianta che riceve questo tipo di luce riesca a tollerarla, in caso contrario dovrai spostarla in un luogo più ombreggiato per evitare che le foglie si brucino.

Se l’ombra è sfocata

L’altro caso che si può verificare come risultato del test della mano, può aiutarti a capire se la luce che proviene dalla finestra della stanza dove coltivi le piante è indiretta.

La luce indiretta è una luce filtrata che crea un’illuminazione diffusa, la migliore per le piante da interno poiché non c’è il rischio che possano bruciare le foglie e i fiori.

Se ripeti il test e l’ombra della tua mano che ne deriva ha i contorni sfocati e poco percepibili allora si tratta di luce indiretta.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.