4 Consigli per avere bellissime Fioriere in balcone

Le fioriere da balcone sono perfette per rendere i tuoi spazi esterni colorati in primavera e in estate e non solo.

Quando arriva la bella stagione potresti voler creare da zero delle fioriere, piantando al loro interno le piante e i fiori che più ti piacciono.

Tuttavia ci sono alcune regole da seguire per avere delle fioriere con piante che convivono bene nello stesso spazio di coltivazione.

Vediamo allora 4 consigli per avere bellissimi vasi fioriti in balcone!

Scegli piante con simili requisiti di cura

Quando crei una fioriera in balcone con piante diverse è importante abbinarle in base ai requisiti di cura.

Infatti non è consigliabile creare una fioriera con un albero di giada e un geranio: la prima è una pianta grassa che ha bisogno di innaffiature sporadiche, la seconda è una pianta che deve essere innaffiata più frequentemente.

Se pianti due piante con requisiti diversi, una delle due finirà per ammalarsi perché le condizioni di cura non vengono rispettate.

Abbina gerani e petunie, ad esempio, entrambe le piante hanno simili requisiti di innaffiatura ed esposizione al sole.

Usa una fioriera capiente

Lo spazio che hanno le radici di una pianta per crescere è di vitale importanza, per cui il secondo fattore importante quando crei da zero una fioriera è assicurarti che le piante che inserisci abbiano terreno extra.

Non solo il panetto di terra della piantina presa in vivaio deve entrare perfettamente nella fioriera ma deve esserci anche lo spazio per inserire uno strato di terreno fresco di almeno 5-6 cm.

Riempi la fioriera a metà con del terriccio e ricava gli spazi in cui andranno piantate le piante. Sfila il vaso di coltivazione dalle piantine prescelte e inseriscile facendo una leggera pressione sul letto di terriccio che hai fatto in precedenza.

Dopodiché riempi gli spazi vuoti con ulteriore terreno e innaffia per far sì che si compatti bene; ricorda che il livello del terreno si abbassa appena innaffi quindi inserisci più terreno di quello che ti sembra necessario.

Evita i ristagni d’acqua

In genere le fioriere sono di 2 tipologie: alcune hanno il sottovaso separato dal vaso, altre hanno una vaschetta ad incastro.

È facile capire quando l’acqua si accumula nel sottovaso separato, ma se hai una fioriera con una vaschetta ad incastro potresti non vedere se si è accumulata acqua al suo interno.

Soprattutto se tendi ad innaffiare troppo è buona abitudine svuotare sempre la vaschetta dopo un’innaffiatura profonda.

Infatti anche se in situazioni di caldo estremo la vaschetta può fungere da riserva d’acqua, se invece il terreno non si asciuga velocemente avere l’acqua stagnante alla base può aumentare il rischio di malattie fungine.

Fornisci la giusta esposizione

La fioriera da balcone è pensata per ricevere un’ottima esposizione al sole, ma non è scontato poiché ci sono alcuni fattori da considerare.

Infatti, se hai un balcone esposto a nord (riceve solo le prime ore di sole del mattino) non dovresti piantare dei fiori che richiedono un’esposizione maggiore.

Così come dovresti evitare di abbassare i tendoni fino alle fioriere in modo che schermino e blocchino la luce del sole.

Le tende da balcone sono fatte per limitare il passaggio della luce e per donarci ombra e refrigerio, ma ciò può far soffrire le piante che sono in ombra ogni volta che teniamo le tende abbassate.

Semplicemente potresti usare i braccetti per regolare l’altezza delle tende per evitare che si frappongano tra le piante e il sole.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.