I Metodi semplici ed efficaci per Moltiplicare l’Ortensia

Moltiplicare l’ortensia è molto semplice se sai come fare.

Esiste più di un metodo per farlo ma ciascun metodo ha una specifica percentuale di buona riuscita.

Il metodo più semplice da mettere in pratica è sicuramente quello che prevede l’utilizzo di una talea.

Anche se semplice, c’è bisogno di una certa scaletta di cose da fare in ordine per avere una buona riuscita.

Vediamo come riprodurre l’ortensia tramite talea ed in quale altro modo semplice è possibile moltiplicarla.

Ottieni una talea

Le talee si possono prelevare quasi tutto l’anno, tranne nel periodo di dormienza.

Si possono usare sia talee erbacee sia talee semi legnose o legnose, anche se le prime radicano più rapidamente e con più facilità.

Devi ottenere una talea, una porzione di ramo di almeno 7 cm, prelevata da una pianta sana e in buona salute. È sempre meglio prelevare tante piccole talee per avere un margine di riuscita maggiore.

Devi tagliare almeno sotto un nodo fogliare, cioè sotto il punto in cui vi è l’attaccatura delle foglie.

Sarà dai nodi fogliari che le talee produrranno radici. Stacca via le foglie che sono alla base delle talee ottenute e lascia solo quelle all’apice.

È una buona idea ottenere talee da piante dall’aspetto sano con foglie intatte, non disidratate o piante stressate.

Metti a radicare la talea

Lascia asciugare il taglio prima di procedere al prossimo step.

Una volta che il taglio è guarito e asciutto, puoi metterle in un mix di terriccio leggero e drenante. Assicurati di tenere le talee lontano dalla luce diretta del sole, innaffiando ogni qual volta il terriccio si asciuga completamente.

Occorreranno almeno due settimane affinché le talee possano radicare. Solo dopo aver ottenuto delle radici solide puoi dare loro un’esposizione che sia graduale man mano che la piantina matura.

Moltiplica per propaggine

Alcune specie di ortensia possono essere riprodotte con un metodo alternativo se hanno dei rami lunghi da poter utilizzare nello specifico.

A seguito della potatura drastica da effettuare in inverno l’ortensia metterà su dei nuovi rami. Se il ramo è abbastanza lungo è possibile adottare un piccolo trucco.

Puoi piegare il ramo scelto, piuttosto malleabile perché nuovo, verso il basso, al livello del terriccio.

Pratica un taglio sul ramo, sul lato che va a contatto col terriccio piegandolo e assicura il ramo al suolo, ricoprendo la parte a contatto con uno strato di terra.

Una volta che i rami hanno prodotto un nuovo apparato radicale e che si è sviluppata una nuova parte aerea, si separano le nuove piante dalla piante madre.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.