Ti spiego perché dovresti bagnare le foglie dell’Albero di Giada

Come sai, l’irrigazione è una parte essenziale della cura delle piante, anche nel caso di una pianta succulenta come l’albero di giada (Crassula ovata).

L’acqua è responsabile della salute delle piante, del trasporto dei nutrienti vitali e del mantenimento di una struttura sana dei tessuti vegetali.

L’irrigazione periodica non solo del terreno ma anche delle foglie delle piante ha molti vantaggi.

Anche la pulizia delle foglie per promuovere una migliore fotosintesi è un vantaggio significativo. Sebbene l’apparato radicale sia la principale fonte d’acqua per la pianta, anche bagnare le foglie aiuta.

Tuttavia, nel caso dell’albero di giada bisogna tener conto di alcuni problemi che potrebbero insorgere. Vediamo insieme perché dovresti vaporizzare le foglie della crassula e come dovresti farlo per non sbagliare!

Perché innaffiare le foglie di una pianta?

Conviene bagnare il fogliame di una pianta? In poche parole…sì!

Puoi (e dovresti) annaffiare le foglie delle piante di tanto in tanto. Innaffiare le foglie può aiutare a regolare la perdita d’acqua di una pianta in condizioni in cui l’umidità è bassa.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le piante rilasciano vapore acqueo nell’atmosfera circostante quando l’umidità intorno a loro è bassa. Questo è noto come traspirazione.

Naturalmente, le radici di una pianta sono il suo mezzo principale per assorbire l’umidità vitale e i nutrienti dal suolo.

Tuttavia, le foglie hanno anche un ruolo vitale da svolgere nel sistema di gestione dell’acqua di una pianta. Le superfici fogliari sono costellate di pori (o stomi) che si aprono e si chiudono a seconda delle condizioni circostanti.

Sebbene questi pori possano assorbire l’acqua nella pianta, questo non è efficiente come l’assorbimento delle radici.

La traspirazione è un adattamento evolutivo per liberare una pianta dall’acqua in eccesso. Quindi, in che modo l’umidità influenza la traspirazione?

Se i livelli di umidità nell’aria sono inferiori a quelli nella pianta, l’acqua si diffonderà dalla pianta, attraverso gli stomi e poi nell’aria.

Se vuoi ridurre al minimo la perdita d’acqua attraverso la traspirazione, spruzzare le foglie è un modo per farlo.

Pulizia delle foglie con acqua

Nel tempo, a seconda della posizione, le piante di giada possono raccogliere polvere sulla superficie delle foglie.

Naturalmente, questo inibisce la capacità di una pianta di catturare la luce solare poiché gli strati di polvere fungono da barriera tra la luce e la clorofilla all’interno delle foglie.

La clorofilla è una pigmentazione fogliare che svolge molteplici ruoli. Uno di questi ruoli è l’assorbimento della luce, che viene poi utilizzata per la fotosintesi.

Pertanto, la polvere sulla superficie di una foglia ridurrà la capacità della clorofilla di assorbire la luce e, in definitiva, la capacità della pianta di fotosintetizzare.

Spruzzare le foglie della tua pianta di giada laverà via la polvere e renderà più facile il lavoro della clorofilla.

Parassiti e funghi

Anche se le piante di giada sono quasi esenti dalle infestazioni dei parassiti, nel caso in cui noti che la pianta è stata colpita, hai una prima soluzione che puoi adottare per sbarazzarti della maggioranza di essi.

Sciacquare con un getto d’acqua le foglie è un modo pratico per sbarazzarsi di questi problemi prima che causino gravi danni.

Nonostante tutti i vantaggi dell’annaffiare le foglie delle piante, ci sono ancora alcune misure che puoi adottare per evitare problemi.

Precauzioni da adottare

Tuttavia, poiché la pianta di giada è comunque una succulenta, ti consiglio di seguire alcuni consigli per evitare di causare danni.

Vaporizza le foglie al mattino per dare loro il maggior tempo possibile di asciugatura.

Lasciare le foglie bagnate può renderle vulnerabili a malattie, parassiti e funghi che prosperano in condizioni umide.

Le spore fungine, ad esempio, sono alcuni dei principali problemi che possono attecchire sulle foglie delle piante.

Dovresti anche pensare al tipo di acqua che usi sulle foglie. Si consiglia di utilizzare acqua filtrata o distillata priva di residui calcarei.

L’acqua del rubinetto va bene nella maggior parte dei casi. Tuttavia, può contenere alcuni sali che potrebbero causare problemi.

Una volta che l’acqua si è asciugata, questi sali possono rimanere sulle foglie e accelerare la perdita d’acqua per traspirazione.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.