Perché il tronchetto della felicità ha le foglie secche e gialle?

Al grande gruppo delle Dracaena appartengono tante specie. Tra queste, la più comune è la Dracaena Marginata, anche conosciuta come “tronchetto della felicità”.

Queste piante crescono direttamente su un fusto simile a un tronco, da cui deriva il nome a loro attribuito.

Sono piante sempreverdi d’origine tropicale che richiedono, per crescere nel modo giusto, le condizioni ambientali del paese d’origine.

Se la dracaena diventa gialla, devi agire.

Per cominciare, controlla se ci sono parassiti sulla pianta. Se non ci sono parassiti, il problema è una coltivazione sbagliata.

Proviamo a capire meglio quali sono i motivi.

Ciclo di vita naturale

Spesso il problema è che non c’è alcun problema, è semplicemente la natura che fa il suo corso.

La dracaena o tronchetto della felicità fa foglie gialle che poi col tempo cadono, quindi col passare degli anni le foglie si seccano man mano.

Le foglie, infatti, hanno un tempo di durata massimo di circa due anni, dopo di che si seccano e cadono.

Dunque, la causa potrebbe essere soltanto l’età delle foglie e non un problema diverso.

Acqua

La maggior parte delle volte si tratta di problemi di annaffiatura, vediamo quali sono i casi.

Troppa acqua

La dracaena non consente annaffiature frequenti, dunque se hai annaffiato troppo, lascia che il terreno si asciughi.

Macchie marroni e punte secche delle foglie, accompagnati da arricciatura e debolezza dello stelo, sono sintomi di un’annaffiatura eccessiva del tronchetto della felicità.

Se le macchie sulle foglie sono mollicce stai annaffiando troppo.

La qualità della tua acqua potrebbe essere un’ulteriore causa. Le piante di dracaena sono sensibili alle sostanze chimiche presenti in genere nell’acqua del rubinetto.

Usa acqua filtrata o lascia che l’acqua del rubinetto rimanga nel tuo spruzzino o annaffiatoio durante la notte prima di annaffiare.

In questo modo le sostanze chimiche come il cloro possono evaporare o sostanze come il calcare si sedimentano sul fondo dell’annaffiatoio.

Poca acqua

La causa più comune di ingiallimento delle foglie o di punte secche della tua pianta è l’irrigazione insufficiente o il fatto che la Dracaena rimanga asciutta per lunghi periodi di tempo.

Innaffia il tuo tronchetto della felicità quando il terreno è quasi completamente asciutto.

In inverno, puoi lasciare che la tua pianta si asciughi di più tra un’annaffiatura e l’altra.

Quando innaffi il tuo tronchetto, assicurati che l’acqua in eccesso scorra dal foro di drenaggio sul fondo del vaso.

Non lasciare la pianta nell’acqua stagnante.

Umidità dell’aria

La tua pianta può seccarsi a causa dell’aria secca.

Vaporizza le foglie della pianta quasi ogni giorno per darle l’umidità di cui ha bisogno.

La mancanza di umidità è uno dei motivi più comuni dei problemi con queste piante. Le punte delle foglie che diventano marroni o secche accompagnate da perdita di foglie indicano che l’ambiente ha una bassa umidità.

Per rimediare, puoi riempire il sottovaso di piccole pietre di argilla espansa o ghiaia umide d’acqua: migliorerà l’umidità della pianta.

Tieni la pianta lontana dai termosifoni. Potrebbe soffrire per l’aria troppo secca.

L’esposizione ad una fonte di aria fredda (finestra aperta, condizionatore) può produrre lo stesso effetto. Se la tua pianta è proprio vicino la finestra, le notti fredde potrebbero influenzarla negativamente.

Parassiti

Una pianta indebolita o stressata è più sensibile alle infestazioni di insetti.

Gli insetti che succhiano la linfa, come gli acari, possono prosciugare l’umidità dalla tua pianta.

Cocciniglie e acari sono frequenti in ambienti interni. Se non vengono uccisi presto, questi piccoli parassiti proliferano e si spostano su tutte le foglie.

Gli insetti accelerano l’ingiallimento, soprattutto se il tuo tronchetto della felicità è già sofferente per una scarsa illuminazione, una carenza di nutrienti o un’umidità del terreno non corretta.

Elimina tracce di cocciniglia con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool.

Mentre per gli acari, considera che l’alta umidità rallenta lo sviluppo e la loro riproduzione. Dunque se vaporizzi correttamente la tua pianta, non avrai alcun problema di questo tipo.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.