Le Varietà di Rosa dai Profumi Rari e Insoliti

Che le rose possano profumare è un dato di fatto ma che alcune abbiano addirittura profumazioni tanto singolari da essere tutt’altro che tipiche, questo è una novità.

Alcune varietà di rosa spaziano davvero in fatto di profumi ma devi sapere che è possibile coltivarle semplicemente perché si rivelano essere dal portamento resistente e dalla crescita rustica.

Vediamo insieme le varietà con profumi insoliti e come averne cura.

Rosa al profumo di limone

Questa varietà di rosa detta rosa heritage è forse una delle rose inglesi maggiormente piantate  che produce degli splendidi fiori a forma di coppa con petali dal colore pallido sui bordi e di un rosa candido verso l’interno.

Quelli centrali hanno una colorazione più decisa di rosa antico ma ciò che la rende una rosa che non passa inosservato è senz’altro il suo forte profumo.

Hanno pochissime spine e una crescita vigorosa e i suoi rami tendono o ad inarcarsi in modo pendente.

La fioritura fa attendere fino alla tarda primavera e fiorisce per tutto il periodo estivo ed autunnale, a volte anche all’inizio dell’inverno.

Rosa al profumo di pere e agrumi

La varietà Lady Emma Hamilton presenta fiori che cambiano colore via via che si schiudono.

I fiori nascono inizialmente con boccioli rosso-arancio, aprendosi assumono tonalità tendenti al giallo.

Il suo profumo agrumato è tanto forte da averla resa vincitrice in vari concorsi botanici degni di nota.

La sua crescita vigorosa e cespugliosa la rende perfetta per bordature dal profumo inebriante e dalla rara bellezza.

Rosa al profumo di mandorla

La rosa boscobel è una varietà inglese che merita tutta l’attenzione di coloro che ne coltivano un esemplare.

Produce dei fiori rossi che si aprono molto lentamente e che si schiariscono passando dal rosso al color salmone nel tempo, con un’infinità di petali che rendono i boccioli particolarmente ricchi.

Il suo particolare profumo simile al biancospino misto alla mandorla è particolarmente inebriante.

La sua fioritura esplode a partire dalla tarda primavera per tutto il periodo estivo e va decisamente piantata lì dove è possibile ammirarne non solo la bellezza ma anche il suo profumo.

Apprezza particolarmente le zone soleggiate ed ha bisogno di terriccio fertile e costantemente nutrito. Le innaffiature devono essere costanti e moderate per mantenere il terriccio umido.

La rosa più profumata

Destinata all’estinzione, la Garden Club Biella, una varietà di rosa considerata la più profumata da esperti del settore.

Il rosso fiammeggiante e i petali carnosi del fiore sono niente in confronto al suo intenso e riconoscibile profumo.

La sua storia la rende anche rara e inimitabile, poiché ne esistevano pochi.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.