Come mai il mio Basilico ha Macchioline Bianche sulle belle foglie odorose?

Le erbe aromatiche sono spesso bersaglio di piccoli parassiti che possono provocare seri danni alla pianta fino a condizionare la sua crescita in modo significativo.

Il basilico è una di quelle aromatiche spesso bersaglio di parassiti che causano inizialmente delle macchioline bianche sulle belle foglie profumate.

È proprio dalla presenza di queste macchioline che bisogno attivarsi e cominciare a scrutare la chioma in cerca di parassiti

Vediamo insieme di che tipi di parassita si tratta e come rimedire.

Di che parassita si tratta?

La causa di macchie bianche sulle foglie è senz’altro la conseguenza di parassiti succhiatori in azione, che pungono le foglie e lì dove hanno succhiato lasciano parti necrotiche, quindi le macchioline bianche.

Questo insieme di puntini è detto picchiettatura e viene causato dalle punture fatte dall’insetto per nutrirsi.

Mosca bianca

All’arrivo della primavera le colonie di parassiti come la mosca bianca prendono il sopravvento.

Si tratta di piccoli moscerini bianchi lunghi solo 2 mm che si nutrono della linfa e causano danni collaterali come infezioni e muffe.

Sono alati e presentano un corpo come un moscerino ma di colore bianco.

Attaccano principalmente foglie, sul lato inferiore e hanno una capacità di adattamento unica.

Larve e insetti adulti di mosca bianca producono la soluzione zuccherina chiamata melata che può portare alla fumaggine nera sulla foglia. Questa particolare sostanza di scarto può essere una discriminante se si è indecisi sul tipo di parassita.

Cicaline

Lunghi pochi millimetri, le cicaline sono insetti succhiatori che pungono la foglia e succhiano la linfa, provocando macchie bianche sulla foglia di basilico.

Se sono giovani appaiono bianche ed è difficile identificarle, ma non appena maturano possono diventare da verdi a marroni.

Sembrano piccoli pidocchi saltellanti e si riproducono molto in fretta, deponendo le uova sulle parti più protette della pianta facendo in modo di prolungare l’infestazione per mesi.

I mesi caldi sono quelli prediletti poiché il caldo ne incentiva la sopravvivenza.

Rimedi naturali

L’utilizzo di rimedi naturali dipende esclusivamente dalla gravità dell’infestazione, ma è un’opzione prescelta rispetto ai rimedi chimici, soprattutto per le aromatiche visto l’utilizzo che ne facciamo in cucina.

Rimedio al piretro

Puoi cominciare con l’utilizzo del piretro, dal quale vengono ricavati molti insetticidi naturali.  Assicurati di lavare bene le foglioline qualora dovessi utilizzarle in cucina.

Diluisci 3 ml in 1,5 litri di acqua: questa miscela è efficace sugli esemplari giovani, quindi appena noti l’infestazione di cicaline bianche, agisci subito prima che crescano e siano più difficili da eliminare.

Utilizza sapone molle

Insetticidi a base di sapone molle possono essere particolarmente efficaci se utilizzati con costanza.

Sciogli circa 10 g di sapone di Marsiglia a scaglie in un litro d’acqua. Puoi scioglierlo a bagnomaria sul fuoco per fare prima. Con uno spruzzino nebulizza la pianta a partire dai fiori.

Ripeti i trattamenti per un periodo di tempo lungo così da attaccare non solo gli insetti adulti ma anche quelli che nasceranno dalle uova depositate.

Olio di Neem

Anche l’olio di Neem è un valido alleato da nebulizzare sulla chioma del tuo basilico qualora vi fossero infestazioni aggressive e durature.

Agisce come una pellicola invisibile che è in grado di soffocare i parassiti asfissiandoli.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.