Peperoncino: dopo quanto tempo dalla semina nascono i frutti

Seminare il peperoncino dà tantissima soddisfazione, soprattutto quando vediamo finalmente spuntare i frutti rossi carnosi.

Soprattutto poi quando coltivi qualcosa dal seme sei impaziente di sapere in quanto tempo maturerà.

Per questo ti parlerò meglio di quali sono le fasi della sua crescita dopo che sono spuntate le prime foglie fin quando compariranno i primi peperoncini.

Scopriamo insieme dopo quanto tempo dalla semina nascono i frutti del peperoncino!

Esposizione al sole

Se hai seminato il peperoncino da qualche mese e sono già spuntate molte foglie, è il momento di aspettare la fioritura e poi la formazione dei frutti.

In queste fasi è molto importante l’esposizione al sole: se il tuo peperoncino è esposto su un balcone a nord, ad esempio, riceverà poche ore di sole al mattino e per questo anche la comparsa dei frutti sarà più lenta.

Mentre se il vaso del peperoncino è esposto a sud o ad est, ad esempio, riceverà più ore di sole e la pianta maturerà più in fretta.

Fioritura del peperoncino

Se tutto sta andando nel verso giusto, vedrai comparire piccoli fiorellini bianchi (o viola in base alla varietà che stai coltivando) a forma di stella più o meno nel mese di giugno.

Fai attenzione a questa fase perché dovrai curare al meglio la pianta per darle l’energia giusta per passare dal fiore al frutto.

Le annaffiature in questo caso sono importanti: non appena ti dimentichi di innaffiare potresti vedere qualche fiore seccarsi e cadere.

Come si forma il frutto

Dalla comparsa del primo fiore a giugno, ci vorrà circa un mese o poco più per vedere i frutti maturi.

In genere, da quando sono spuntate le foglioline ci vorranno circa 3 mesi complessivi per arrivare al frutto.

Il frutto del peperoncino si forma dal fiore stesso dopo che sarà sfiorito, vedrai un piccolo rigonfiamento verde che in qualche settimana crescerà nella forma che tutti conosciamo.

In genere ad inizio agosto potrai avere già tutta la pianta ricca di frutti rossi.

Aspetta che maturino prima di prendere i primi peperoncini e non preoccuparti se qualcuno cadrà prima di giungere a completa maturazione.

Che faccio dopo la comparsa dei frutti?

Il peperoncino viene coltivato come pianta perenne nei territori di origine del sud America perché in quelle zone le temperature sono calde tutto l’anno.

Nelle nostre zone invece lo coltiviamo come annuale, dunque dopo che tutti i frutti sono maturati e li hai asportati dalla pianta, puoi farla morire e magari riseminare di nuovo con i semi prelevati dai frutti che hai ottenuto.

In alternativa, puoi tentare di far sopravvivere la pianta all’inverno con una potatura dei rami principali fino a lasciare solo circa 5 cm di steli e vedere se sopravvive all’inverno, posizionandola in un luogo fresco con temperatura costante.

Se sopravvive a questa fase di riposo, potrai riportare all’esterno la pianta in primavera e vedere se riprenderà a fiorire e a fare i frutti.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.