Stevia

Benvenuti nel mondo dolce e naturale della Stevia rebaudiana, una pianta da appartamento amata per la sua dolcezza senza calorie, spesso soprannominata “erba dolce” o “zucchero verde“. Originaria del Paraguay, dove è stata utilizzata per secoli dai Guarani, deve il suo nome al botanico spagnolo Pedro Jaime Esteve, che la scoprì nel XVI secolo. Le sue foglie verdi e i piccoli fiori bianchi fanno parte di una leggenda che la vuole come dono degli dei per la dolcezza che offre. Appartiene alla famiglia delle Asteraceae e cresce in forma arbustiva con foglie lanceolate e fiori raccolti in piccole infiorescenze.

Caratteristiche Specifiche della Stevia

Varietà di Stevia

Sebbene la Stevia sia universalmente nota, esistono diverse varietà, alcune con foglie più grandi, altre con un sapore più dolce. La Stevia rebaudiana Bertoni è la varietà più comune coltivata per l’uso domestico.

Esposizione Ideale per la Stevia

Posizione Geografica e Morfologia del Territorio

In Italia, la Stevia prospera sotto una luce solare diretta, ma gradisce l’ombra nelle ore più calde. Preferisce climi temperati e non resiste alle gelate, quindi è consigliato coltivarla in vaso per poterla riparare durante l’inverno.

Tipo e Periodo di Fioritura

La Stevia fiorisce a fine estate, sfoggiando delicati fiori bianchi che formano un netto contrasto con il verde brillante delle sue foglie.

Innaffiature

Innaffiare la Stevia è un processo che richiede attenzione e moderazione. Essendo una pianta che non tollera il ristagno idrico, è essenziale fornire acqua in quantità sufficiente senza esagerare. Un buon metodo per verificare la necessità di acqua è toccare il terreno con un dito: se i primi 2-3 cm di terra sono asciutti, è tempo di innaffiare.

La frequenza di innaffiatura dipenderà molto dalle condizioni climatiche, ma in generale, durante la stagione di crescita attiva in primavera e estate, si consiglia di innaffiare la Stevia ogni 3-4 giorni. In autunno e inverno, ridurre l’innaffiatura a una volta a settimana sarà sufficiente.

Quanto all’quantità d’acqua, la Stevia preferisce piccole quantità in intervalli regolari piuttosto che abbondanti rari annaffiature. Un bicchiere d’acqua (circa 250 ml) per volta per una pianta di dimensioni medie è spesso adeguato. Adattare la quantità in base alle dimensioni del vostro esemplare di Stevia.

Per quanto riguarda il momento migliore della giornata, innaffiare la Stevia al mattino presto consente alla pianta di assorbire l’acqua prima che l’intensità del sole la evapori troppo rapidamente. Questo aiuta anche a prevenire lo sviluppo di funghi e malattie che possono manifestarsi se le foglie rimangono umide per troppo tempo, soprattutto durante la notte.

Terreno Preferito

La Stevia rebaudiana predilige un terreno che sia leggero e ben drenato. Un pH ideale si situa tra 6.0 e 7.0, che è considerato neutro o leggermente acido. Per verificare il pH del vostro terreno, potete utilizzare un semplice kit di test che si trova nei negozi di giardinaggio.

Se il test rileva un pH troppo basso, indicativo di un terreno acido, potete aggiungere del calcare o della ceneri di legno per alzarlo. Al contrario, se il terreno è troppo alcalino, l’aggiunta di torba o aghi di pino può aiutare a ridurlo. È importante fare questi aggiustamenti gradualmente e rivedere periodicamente il pH per evitare sbalzi troppo bruschi.

La texture del terreno è altrettanto importante quanto il pH. Un terreno ideale per la Stevia dovrebbe essere friabile, una condizione che si verifica quando il terreno, se impugnato in mano, si sbriciola facilmente quando viene rilasciato. Se il terreno è troppo argilloso e si compatta facilmente, aggiungere del sabbia grossolana o perlite può migliorare il drenaggio.

Anche il contenuto di materia organica è cruciale. Un terreno ricco di compost fornisce nutrienti essenziali e migliora ulteriormente la struttura del terreno. Se il vostro terreno è carente, incorporare del compost ben maturo o del letame decomposto per arricchirlo.

Un terreno ben preparato non solo promuove una crescita sana della pianta di Stevia, ma aiuta anche a prevenire problemi di drenaggio che possono portare a malattie radicale.

Concimazione da Utilizzare

La concimazione della Stevia è un passaggio cruciale per garantire la salute e la dolcezza delle sue foglie. Il periodo migliore per concimare va dalla primavera all’inizio dell’autunno, fase di attiva crescita della pianta. Durante questo periodo, è consigliato concimare ogni 4-6 settimane.

Concimi Fai Da Te

I concimi naturali possono essere un’ottima scelta per nutrire la Stevia. Un composto di tè di vermi o un concime a base di ortica possono fornire un’alimentazione bilanciata ricca di azoto. Per preparare un infuso di ortica, lasciate in ammollo le ortiche in acqua per circa una settimana e poi utilizzate l’acqua per innaffiare la Stevia.

Concimi Specifici da Acquistare

Se optate per concimi commerciali, scegliete un concime equilibrato (ad esempio con rapporto NPK 10-10-10) o un prodotto specifico per piante aromatiche. Durante la fase di crescita, si può optare per un prodotto con un maggiore contenuto di azoto per favorire lo sviluppo delle foglie. In alternativa, nei mesi estivi, potete scegliere concimi con un maggior tenore di potassio per supportare la fioritura.

Potatura

Una corretta potatura è essenziale per mantenere la tua pianta di Stevia sana e produttiva. Il periodo migliore per potare la Stevia è a fine inverno o inizio primavera, prima che inizi la nuova crescita. Questo timing permette alla pianta di recuperare rapidamente e di mettere su nuova vegetazione con vigore.

Guida alla Potatura Passo Dopo Passo

  1. Preparazione degli attrezzi: Assicurati che i tuoi forbici da potatura siano ben affilate e disinfettate per prevenire la diffusione di malattie.
  2. Identificazione dei rami da potare: Cerca i rami che sono morti, danneggiati o che crescono in modo disordinato. Questi sono i primi che dovrai tagliare.
  3. Taglio: Effettua tagli netti e inclinati a circa 5 mm sopra un nodo di crescita o una gemma esterna, per incoraggiare una nuova crescita verso l’esterno.
  4. Sfoltimento: Rimuovi eventuali rami che crescono all’interno della chioma per migliorare la circolazione dell’aria.
  5. Riduzione dell’altezza: Se desideri controllare l’altezza della pianta, puoi accorciare i rami principali, ma evita di rimuovere più di un terzo della lunghezza del ramo.
  6. Pulizia: Raccogli e smaltisci tutti i tagli per mantenere l’area pulita e ridurre il rischio di malattie.

Ricorda, la potatura non deve essere esagerata; il tuo obiettivo è quello di mantenere la forma della pianta e di stimolare la crescita di nuove foglie fresche. Con questi semplici passi, anche un principiante può potare con successo la propria Stevia.

Moltiplicazione

La moltiplicazione della Stevia è un processo gratificante che consente di ottenere nuove piante da un esemplare esistente. Le tecniche più comuni includono la propagazione per talea e la semina.

Propagazione per Talea

  1. Selezione delle talee: A fine primavera, scegli dei rami sani e robusti da una pianta madre e tagliali in sezioni di 10-15 cm.
  2. Preparazione delle talee: Rimuovi le foglie inferiori, lasciando solo un paio di foglie sulla parte superiore.
  3. Radice ormonale: (Opzionale) Intingi l’estremità tagliata in una soluzione di ormoni radicanti per stimolare la crescita delle radici.
  4. Piantumazione: Pianta le talee in un mix di torba e perlite o sabbia, assicurandoti che stiano in piedi.
  5. Umidità: Mantieni l’umidità costante, ma non inzuppata, e copri con una cupola di plastica trasparente per mantenere alta l’umidità.
  6. Radicazione: Posiziona le talee in un luogo caldo e luminoso ma senza luce solare diretta, finché non si notano segni di crescita.

Propagazione per Semina

  1. Semina: Distribuisci i semi di Stevia superficialmente in un vassoio di semina riempito con un mix di torba e perlite o sabbia fine.
  2. Copertura: Copri leggermente i semi con un sottile strato di terra e nebulizza con acqua per mantenere il terreno umido.
  3. Germinazione: Posiziona il vassoio in un luogo caldo con luce indiretta e mantieni l’umidità costante, coprendo con un foglio di plastica trasparente se necessario.
  4. Trapianto: Quando le piantine sono abbastanza grandi da essere maneggiate, trapiantale in vasi individuali.

Che tu scelga di moltiplicare per talea o per semina, pazienza e attenzione sono essenziali. Con cura e attenzione, potrai goderti la soddisfazione di vedere nuove piante di Stevia crescere e prosperare.

Parassiti e Malattie

Anche la robusta Stevia può essere soggetta all’attacco di parassiti e malattie. La prevenzione è fondamentale, ma se si presentano problemi, ecco come intervenire.

Afidi

Gli afidi sono piccoli insetti che si nutrono della linfa delle piante. Si riproducono velocemente e possono causare danni significativi.

Rimedi fai da te: Una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia può essere efficace. Spruzza la soluzione direttamente sugli afidi per soffocarli.

Prodotti specifici: Gli insetticidi a base di piretro naturale sono una buona scelta se desideri un prodotto commerciale rispettoso dell’ambiente.

Cocciniglia

La cocciniglia può essere riconosciuta dai suoi scudi cerosi e può indebolire la pianta succhiando la linfa.

Rimedi fai da te: L’alcol isopropilico applicato con un cotton fioc direttamente sui parassiti può eliminarli.

Prodotti specifici: Un olio di neem diluito può agire come insetticida e antifungino naturale contro la cocciniglia.

Ragnetto Rosso

Il ragnetto rosso è un acaro che causa l’ingiallimento e la caduta delle foglie.

Rimedi fai da te: Aumentare l’umidità attorno alla pianta può dissuadere questi parassiti. Spruzzi d’acqua regolari possono aiutare a tenere a bada l’infestazione.

Prodotti specifici: Acaricidi specifici possono essere necessari per infestazioni gravi, ma assicurati di sceglierne uno compatibile con le piante alimentari.

Fungo della Muffa Grigia (Botrite)

La muffa grigia, o botrite, è una malattia fungina che provoca marciume e muffa sulle foglie e sui fusti.

Rimedi fai da te: Ridurre l’umidità e migliorare la circolazione dell’aria può prevenire e limitare la diffusione della botrite. Asporta le parti infette e bruciale o smaltiscile in modo sicuro.

Prodotti specifici: Fungicidi a base di rame possono essere applicati preventivamente, soprattutto in condizioni di umidità elevata.

In tutti i casi, la diagnosi precoce e l’intervento tempestivo sono cruciali. Monitora regolarmente la tua Stevia per rilevare segni di stress o infestazione e agisci prontamente per risolvere il problema.

La Stevia necessita di una concimazione particolare?

La Stevia beneficia di una concimazione equilibrata. In primavera e estate, è consigliabile utilizzare un fertilizzante liquido per piante verdi ogni 3-4 settimane.

Come si effettua la potatura della Stevia?

La potatura della Stevia si esegue per mantenere la forma desiderata e stimolare la crescita di nuovi rami. Si può effettuare in primavera o dopo la fioritura, tagliando i rami di un terzo.

Come proteggere la Stevia dai parassiti?

Per proteggere la Stevia dai parassiti, è utile praticare la rotazione delle colture e usare rimedi naturali come infusi di aglio o di ortica, che fungono da repellenti.

È possibile coltivare la Stevia in vaso?

La Stevia si adatta bene alla coltivazione in vaso, purché sia di dimensioni adeguate per consentire lo sviluppo delle radici e si garantisca un buon drenaggio.

Quali sono i benefici dell’utilizzo della Stevia?

La Stevia è nota per le sue proprietà dolcificanti naturali senza calorie, rendendola una scelta popolare per chi cerca alternative allo zucchero tradizionale. È anche studiata per i suoi potenziali benefici sulla regolazione della glicemia.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuliana Mele
Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di giardinaggio, cosmetica bio e rimedi naturali.