Come fare il macerato d’ortica per concimare le tue piante

Il macerato d’ortica è uno dei rimedi ecologici più comuni in agricoltura per combattere alcune piaghe per le piante come parassiti e funghi.

Le ortiche sono il nemico numero uno delle coltivazioni, perché di solito crescono selvaggiamente e abbondantemente, alimentate dall’acqua d’irrigazione delle coltivazioni.

Queste piante crescono velocemente, come fossero erbacce; le loro radici succhiano l’acqua, ostacolando lo sviluppo ottimale delle altre piante.

Sapevi che puoi utilizzarle per concimare il terreno? Una volta sradicate dalle tue aiuole o dai tuoi vasi da balcone non buttarle via.

Ti spiego come preparare un macerato d’ortica da utilizzare durante le innaffiature.

Preparare un macerato di ortiche è davvero semplice, veloce ed economico.

Cosa occorre

  • Circa 1 kg di ortiche fresche
  • 10 litri di acqua
  • guanti

Procedimento

Innanzitutto, ricorda di indossare dei guanti da giardino: le ortiche sono pungenti e urticanti.

Raccogli le ortiche che trovi nei vasi o nelle aiuole del tuo giardino, se possibile prima della fase di fioritura: in questo modo rilasceranno più sostanze nutritive.

Spesso le trovi miste alle erbacce, alla base di altre piante, quasi sempre nelle zone d’ombra. Potrai riconoscerle dalle loro tipiche foglie seghettate ricoperte da migliaia di piccoli aculei urticanti.

Le foglie hanno un colore verde smeraldo.

Mettile in un contenitore con coperchio e ricoprile interamente con l’acqua. Lasciale macerare per almeno 20 giorni.

Trascorso il tempo necessario, inizierai a vedere che l’acqua ha assunto un colore verdastro. A questo punto, quando il macerato è pronto, togli le ortiche e conservalo in un luogo buio.

Come usare il macerato di ortiche

Il macerato d’ortiche ottenuto va somministrato ogni 10 o 15 giorni mescolandolo all’acqua utilizzata per innaffiare le piante.

Per un 1 litro di macerato aggiungi circa 20 litri di acqua; ma non c’è bisogno di essere troppo precisi.

Perché usare il macerato di ortiche

Non molti sanno che le ortiche offrono tanti benefici, se messe al macero.

Contiene acido formico e questo le dà proprietà antisettiche e battericide. Genera piante più forti: contiene un alto livello di ferro, fosforo, magnesio, calcio.

Previene l’ingiallimento e l’avvizzimento delle foglie, stimola le difese delle piante che diventano più forti contro i funghi come l’oidio e muffe.

Stimola la crescita dell’apparato radicale. Migliora la composizione chimica del terreno assorbendo gli eccessi di ferro e azoto.

Favorisce l’attività di microrganismi degli elementi di scarto nel terreno.

Puoi utilizzarlo tutte le volte che travasi una pianta. Bagnare il terreno, subito dopo il travaso, con questo fertilizzante ti permetterà di cominciare già col piede giusto.

È un potente repellente: dopo averlo diluito mettilo in uno spruzzino. Puoi spruzzarlo sulle tue piante: allontana afidi, la mosca bianca, grilli e il ragno rosso. È un ottimo rimedio anche contro le formiche.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.