Segui questa Potatura alternativa del Limone per avere molti più frutti

Quando si tratta di potare il limone si può eseguire una potatura classica in primavera che rimuove i polloni alla base e aggiusta la chioma eliminando i rami che crescono disordinati, ma non è l’unica tecnica che puoi adottare.

In alternativa dunque, c’è un’altra tecnica che puoi utilizzare per la potatura del tuo albero di limone, ma anche per tutti i tuoi agrumi, che ti permetterà di avere un albero più basso e compatto e di avere più rami che fruttificano.

Non è difficile capire come va messa in pratica questa tecnica di potatura, quindi vediamo insieme come potare il limone in modo alternativo per ottenere più frutti!

Prima potatura in primavera

Questa tecnica di potatura degli agrumi si può applicare più facilmente ad alberi di limoni che stiamo facendo crescere, dunque ancora giovani.

La prima potatura va fatta in primavera, da fine febbraio ad inizio marzo.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

In questo periodo dovrai potare seguendo i seguenti passaggi: individua un ramo robusto in crescita e invece di potarlo tutto, lasciane sull’albero circa 30 cm.

In questo modo stimolerai la crescita di rami laterali che saranno portatori di fiori e dunque di frutti.

Se è necessario elimina anche i rami che crescono verso l’interno facendo ombra ai rami fruttiferi, il sole dovrà raggiungere tutta la chioma interna perché abbia un buon raccolto.

Seconda potatura a giugno

La seconda potatura va fatta a giugno. Dovrai di nuovo potare i rami più robusti della pianta a partire da 30 cm dalla sua base.

Cimando il ramo robusto spunteranno altri rami laterali che renderanno la pianta più cespugliosa e fruttifera.

I nuovi rami che germogliano per via di questa tecnica di potatura sono rami più teneri e deboli che negli agrumi sono i rami che fruttificano prima.

Elimina anche le cime in alto al cespuglio in modo che la pianta appaia ordinata e non tenda verso l’alto.

Terza potatura a settembre

A settembre già vedrai che la pianta di limone resta più bassa e cespugliosa poiché viene potata e tenuta sotto controllo regolarmente.

A settembre dovrai ripetere la stessa potatura di marzo e giugno eliminando sempre i rami interni alla chioma che bloccano la luce del sole e cimando i rami in alto in modo da dare una forma ordinata.

Accorcia anche i rami che crescono verso l’esterno e continua poi a curare la pianta di limone secondo le sue esigenze. La stagione successiva ti ringrazierà con tantissimi fiori e dunque frutti.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.