Datura: come e quando va potata?

La Datura è una pianta che offre una ricca fioritura di fiori a forma di tromba d’angelo.

Ha un portamento maestoso e proprio per questo deve essere potata quando la pianta ne ha bisogno.

Non è difficile ma basta conoscere pochi passaggi che ti permetteranno di non danneggiare la pianta e anzi di mantenerla in salute.

Scopriamo insieme come potare la Datura!

Attenzione: la Datura è una pianta velenosa, quindi fai attenzione quando maneggi i rami e tutte le sue parti, tieni lontano bambini e animali.

Come potare

La potatura della Datura induce la pianta a crescere più ramificata, producendo così più fiori.

Pertanto, è importante sapere come potare la Datura.

Il metodo corretto per potare queste piante arbustive è potare tutto tranne la crescita più recente.

Pota le punte a circa 1,5 cm dal nodo, ovvero il punto dello stelo da cui spuntano foglie e fiori.

Non potare il ramo principale a meno che tu non voglia coltivare la Datura sotto forma di albero.

Se vuoi una pianta cespugliosa, pota i rami laterali della tua pianta da giardino.

Pota i rami più vecchi per incoraggiare ulteriori ramificazioni. Riduci fino a un terzo della pianta.

Quando potare

Per incoraggiare ulteriori fioriture, taglia spesso la Datura.

Poiché queste piante fioriscono su rami nuovi, dovresti tagliare la datura ogni volta che la sua crescita diventa eccessiva.

Puoi anche potare la Datura ogni volta che vuoi modellarla. In genere, ci vuole circa un mese o più prima che compaiano i fiori dopo la potatura, quindi dovresti potare dopo l’ultimo gelo in primavera.

Inoltre, evitare di potare in inverno, lasciare sulla pianta la crescita vecchia durante l’inverno offre una certa protezione dai danni del freddo.

Se le piante sono coltivate in vaso, la potatura della datura non è necessaria a meno che non si sposti la pianta in casa, nel qual caso l’autunno è un momento accettabile per potare.

Per coloro che scelgono di potare la datura durante l’autunno, assicurati di mantenere abbastanza nodi sui rami per un’ulteriore fioritura nella stagione successiva.

Potatura delle radici

Puoi anche tagliare la radice delle piante in vaso, tagliando quel tanto che basta per renderle adatte al fondo del vaso.

La potatura delle radici stimola una nuova crescita e consente di coltivare la datura nello stesso vaso piuttosto che doverla rinvasare.

La potatura delle radici viene solitamente eseguita in primavera prima che inizi una nuova crescita.

Per potare le radici, fai scivolare la pianta fuori dal vaso e allenta le radici con le dita, rimuovendo quanto più terriccio possibile.

Quindi taglia le radici più spesse di circa due terzi. Lascia che le sottili radici della pianta rimangano, magari tagliando leggermente le estremità.

Rinvasa la tua pianta con terreno fresco.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.