Cosa fare se il Geranio appare senza speranze?

Il geranio è il re del balcone, non solo per la durata delle fioriture ma anche per la sua resistenza e adattabilità di coltivazione.

Ma se noti che i fiori si seccano tutti all’improvviso o che le foglie ingialliscono e che la crescita appare stentata, dovrai cercare di capire qual è il problema per poter agire prima che sia troppo tardi.

Vediamo insieme cosa sta succedendo al geranio e cosa dovresti fare per tentare di salvarlo!

Riduci o aumenta le irrigazioni

Uno dei motivi principali per cui un geranio può iniziare a mostrare segni di sofferenza è un’eccessiva irrigazione.

Verifica se stai innaffiando troppo frequentemente e se il terreno è costantemente zuppo d’acqua.

Riduci la frequenza delle annaffiature e aspetta che il terreno si asciughi leggermente tra un’irrigazione e l’altra.

Inoltre, assicurati di non bagnare le foglie o i fiori dall’alto, poiché l’elevata umidità può favorire lo sviluppo di malattie fungine.

Se la temperatura esterna è aumentata e le giornate di sole intenso e diretto fanno asciugare il terreno molto velocemente, regola le innaffiature in modo che siano più frequenti per far sì che il geranio tolleri meglio il caldo estremo.

Controlla drenaggio e terreno

Assicurati che il geranio sia piantato in un terreno drenante e soffice per evitare ristagni d’acqua che possono causare marciume radicale.

Controlla se il vaso ha fori di drenaggio in modo che l’acqua in eccesso possa defluire correttamente e non accumularsi sul fondo.

Se il terreno è compatto o troppo pesante e fa fatica ad asciugarsi tra un’innaffiatura e l’altra, aggiungi degli inerti come perlite, vermiculite e lapilli.

In alternativa, miscela 2 parti di terriccio con 1 parte di sabbia per migliorare la struttura del substrato.

Tratta eventuali parassiti

Se il geranio appare sofferente e le cure che stai offrendo coincidono con i requisiti di coltivazione della pianta, allora devi capire se si tratta di un attacco di parassiti.

Il parassita più comune dei gerani è la farfalla del geranio che nella sua fase iniziale appare sotto forma di bruco che si intrufola negli steli forandoli e nutrendosi di materiale vegetale.

Se è questo il tuo caso, i fiori iniziano a seccarsi e alcune foglio potrebbero ingiallire, usa un prodotto sistemico cioè che viene applicato alla pianta ed entra in circolo nei suoi tessuti così da annientare il parassita quando si nutre delle sue parti.

Valuta le condizioni ambientali

Esamina attentamente l’ambiente in cui è collocato il geranio.

Valuta la quantità di luce solare che riceve, la temperatura dell’area circostante e l’umidità dell’aria.

I gerani preferiscono una posizione soleggiata con almeno 6-8 ore di luce solare diretta al giorno.

Assicurati che la temperatura sia moderata e che l’umidità sia adeguata. Se necessario, sposta la pianta in un luogo migliore per favorirne la ripresa.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.