5 Consigli di routine per il Pothos per farlo vivere per sempre

Le piante di pothos sono ormai conosciute dalla maggioranza di persone che coltivano piante da appartamento. Il pothos è la prima pianta d’appartamento che si sceglie ed è una delle uniche che si continua a coltivare per anni anni.

È una pianta indistruttibile che resiste a molte condizioni, ma se offri al pothos le giuste cure di routine allora esploderà di foglie verdi e crescerà velocemente.

Ma quali sono le cure che non possono proprio mancare nella routine di coltivazione?

Scopriamole insieme!

Dopo le innaffiature controlla il sottovaso

Una buona abitudine che garantisce alla pianta di poto s’una vita lunga e quella di controllare sempre il sottovaso o l’interno del copri vaso dopo le innaffiature.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Quando innaffi dovresti farlo togliendo il sottovaso o il copri vaso e tenendo la pianta solo nel vaso interno, quello cioè con i fori di drenaggio alla base, in questo modo potrai innaffiare facendo defluire l’acqua in eccesso e poi poi riposizionare la pianta al suo posto.

Tuttavia è sempre buono abitudine controllare se dopo qualche ora dell’acqua in eccesso si è depositata all’interno del sottovaso o del copri vaso. Nel caso in cui noti dell’acqua, eliminala subito.

Questo comportamento richiede 30 secondi ma può aiutarti a prolungare la vita della pianta per molti anni.

Elimina le foglie gialle

Un’altra buona abitudine che dovresti avere con la pianta di pothos, è quella di eliminare gradualmente le foglie gialle che si creano.

Ovviamente capisci sempre se le foglie gialle sono dovute al naturale invecchiamento della pianta e al ricambio sfogliare o perché c’è un problema di fondo.

L’invecchiamento naturale della pianta fa ingiallire gradualmente le foglie più vecchie alla base, mentre se c’è un problema di salute le foglie ingialliranno anche nella parte superiore e in modo improvviso.

Nel primo caso dovrai semplicemente eliminare le foglie gialle man mano che si presentano, ovviamente se non lo fai cadranno naturalmente, ma se coltivi il pothos come pianta da appartamento non è gradevole vedere le foglie gialle tra il cespuglio verde.

Innaffia dal basso

Quando si tratta di innaffiature, ci sono vari metodi per tenere idratato le piante. Uno dei metodi più comodi e utilizzati è il metodo dell’innaffiatura per immersione.

Nel caso in cui tu abbia un pothos molto cresciuto con delle foglie molto fitte, allora dovrai preferire l’innaffiatura dal basso all’innaffiatura dall’alto.

Innaffiare dall’alto, quando a stento riesci a vedere la superficie del terreno può portare a malattie fungine, perché inevitabilmente bagni foglie e steli posizionati appena sopra la superficie del terreno dove la circolazione dell’aria non è favorita.

Innaffia dal basso invece, riempiendo una bacinella d’acqua e ponendo semplicemente il vaso con i fori all’interno, lascialo in immersione per una ventina di minuti.

In questo modo la pianta assorbirà l’acqua che le serve.

Spolvera le foglie

Un’abitudine importante che invece si sottovaluta è quella di mantenere le foglie pulite.

Spolverare e pulire le foglie, soprattutto quando sia un pothos dalle foglie grandi, è molto importante, poiché quando si si accumula lo strato di polvere la foglia non riceve correttamente la luce del sole e non svolge correttamente il processo di fotosintesi.

Dunque utilizza un panno umido di microfibra per spolverare le foglie almeno 1 volta al mese.

Ruota la pianta

Quando metti la pianta di pothos su una mensola rivolta verso la finestra, un lato di essa riceve la luce mentre l’altro è in ombra.

Così la pianta non cresce in modo uniforme: la soluzione a questo è ruotare di tanto in tanto la pianta affinché il sole colpisca in modo uniforme le foglie a 360°.

Ovviamente, nel caso in cui le piante sono ricadenti non è necessario, poiché ricadranno naturalmente da un solo lato e sarebbe un problema far crescere i rami pendenti lungo tutto il bordo del vaso.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.