3 varietà di Margherita che puoi tenere in Balcone

Le margherite sono una scelta popolare per i giardini, e per una buona ragione.

Luminosi, allegri e facili da coltivare, i fiori sono facilmente identificabili e sono un pilastro della coltivazione in aiuole, in vaso.

Il nome comune “margherita” è applicato a una grande manciata di specie all’interno dell’enorme famiglia di piante Asteraceae, un gruppo noto per le fioriture piatte e a forma di disco, con petali che formano raggi che si proiettano da un occhio centrale giallo.

Vediamo insieme quali varietà più belle sono le più adatte per essere coltivate in balcone.

Leucanthemum vulgare

La margherita occhio di bue è probabilmente la specie più conosciuta del genere Leucanthemum

I fiori di Leucanthemum vulgare si trovano spontaneamente nei prati fioriti, dove forma ciuffi sciolti e larghi.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli posso inviarteli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Contattami qui e salva il mio numero in rubrica! Ti aspetto!

Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

È anche una delle piante perenni di breve durata, ma è resistente. Questa varietà si adatta bene ai giardini in campo aperto, alle aiuole ed ai balconi o terrazzi, quindi per la coltivazione in vaso.

Margherita delle Canarie

La margherita canarina o Argyranthemum frutescens proviene originariamente dalle Isole Canarie.

Ha un portamento cespuglioso ed i bei fiori decorativi sono formati da una grande corolla con lunghi petali con colori che vanno dal rosa, al giallo, al bianco.

La fioritura avviene sul finire della primavera e all’inizio dell’estate e la sua crescita abbondante può formare cespugli davvero grossi e con fioriture abbondanti.

Preferisce terreni ben drenati e ricchi di sostanze nutritive in posizione soleggiata.

Margherita dipinta

Da un punto di vista tassonomico, la margherita dipinta non appartiene affatto alle margherite cioè al genere leucanthemum, ma piuttosto al genere Tanacetum.

Comunemente conosciuta come margherita dipinta, la pianta attira l’attenzione con i suoi insoliti colori dei fiori. I suoi fiori sbocciano in rosa o rosso e crescono su steli che possono raggiungere 1 m di altezza.

Questa pianta preferisce anche una posizione soleggiata con terreno ricco di sostanze nutritive e ben drenato. Inoltre, è una margherita resistente all’inverno. Soprattutto in combinazione con specie di margherite bianche crea una bella scena nel giardino.

Margherita Crazy Daisy

Un incrocio molto particolare è quello della margherita Crazy Daisy appartenente al genere Leucanthemum x superbum.

La corolla di questa margherita non è affatto regolare ma piuttosto molto confusa, i suoi petali sono sottili e ammassati dando al fiore un aspetto scompigliato e pazzo.

La sua facile coltivazione conferisce ad ogni balcone e vaso da terrazzo un tocco da collezionista e la fioritura è abbastanza prolungata durante tutti i mesi caldi.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.