Sai quante volte in un anno fioriscono le Orchidee?

Con oltre 25.000 specie ad oggi identificate sul nostro pianeta, le orchidee sono uno dei fiori con maggiore mutazione per tutta una serie di fattori che contraddistinguono la fioritura.  

Ogni esemplare si è sviluppato in modo distinto per attirare gli impollinatori, usando appunto i suoi fiori dai colori vivaci e così replicare il ciclo di vita e perpetuarlo nel tempo.

Il numero di fioriture dipende molto dalla provenienza e dalla necessità che in natura l’orchidea ha di attirare impollinatori, se chiaramente questi sono attivi in quel periodo dell’anno.

Il numero di fioriture dipende non solo dalla specie ma anche dallo stato di salute e da cure specifiche di cui necessita.

Ma scopriamo insieme quante volte in un anno un’orchidea può fiorire.

Ciclo di vita generico

Generalmente le orchidee coltivate in casa, durante il periodo autunnale non dovrebbero metter su fiori.

Questo dipende dal fatto che si trova nel suo periodo di dormienza, e che precedentemente, durante il periodo estivo, le temperature sono troppo alte per stimolare uno stelo fiorifero.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Quelle che riusciamo trovar in giro fiorite sono coltivate in serre industriali apposite che inducono la fioritura, abbassando la temperatura durante i mesi caldi, inducendo la produzione di nuovi steli che nell’arco di cento giorni poi producono i fiori, quindi anche in autunno e in inverno.

A ciascuna varietà la sua fioritura

Ma come si fa a capire ogni quanto fiorisce un’orchidea? Difficile da dire se non si fa riferimento alla singola specie.

Ciascuna si è adattata al proprio habitat, a meno che non parliamo di orchidee ibride che hanno assunto caratteristiche proveniente da più specie.

Orchidea Phalenopsis

Potremmo definirla come orchidea domestica, la più comune, la più semplice da coltivare.

La sua fioritura generalmente si palesa una volta sola in un anno, durante il periodo primaverile ma la durata dei suoi fiori è davvero lunga.

I suoi fiori possono restare integri sullo stelo per un periodo complessivo di tre mesi, se tenuta in buone condizioni.

Qualora dovesse fiorire più di una volta è chiaro che si ha la sensazione che le sue fioriture siano continue visto che potrebbero durare complessivamente per 6 mesi.

Orchidea Cattleya

I fiori sono più piccoli, con le parti fiorali più strette. In alcuni tipi, i fiori sono molto cerosi e appaiono in gruppi da cinque.

Fiorisce una volta l’anno, con una durata dei fiori di circa un mese. Potremmo dire che è tra le specie la cui fioritura dura di meno: fugace ma bellissima.

Orchidea Psychopsis

Un esempio di varietà che fiorisce tutto l’anno è lo psychopsis, nella sua varietà alba.

Generalmente la sua fioritura esplode da maggio a novembre ma a differenza della phalenopsis, questa varietà fa pochi fiori alla volta.

Ciascun fiore nasce subito dopo l’altro e in questo modo la fioritura sembra prolungarsi all’infinito.

Orchidee Ibride

Le orchidee ibride, essendo frutto di un incrocio, hanno caratteristiche che accomunano le due specie originarie, mostrando maggiore resistenza e fioriture inusuali.

Un ibrido fiorisce in qualsiasi periodo dell’anno ad ogni maturazione della nuova vegetazione.

Un esempio di ibrido a fioritura continua per quanto riguarda le orchidee è il Paphiopedilum Pinocchio.

Si tratta di un ibrido primario, un ibrido tra due specie primarie in natura, caratteristica che lo rende quasi sempre fiorito.

Ogni getto riesce a dare anche 10 fiori, ma non disposti uno accanto all’altro. Nasce un fiore alla volta, a seguito della caduta di quello precedente.

Essendo ciascun fiore di lunga durata, la sua fioritura sembra infinita.

Ogni volta che ciascun ramo fiorifero esaurisce i suoi fiori, un altro comincia a germogliare e salire verso l’alto dando a sua volta altri fiori.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.