Tutti i problemi in cui puoi imbatterti se hai un CICLAMINO a casa

Basta fare una passeggiata in città per rendersi conto che il periodo dei Ciclamini ha ufficialmente avuto inizio.

Questa pianta, una bulbosa ornamentale, è tra le più diffuse e amate del periodo autunnale e invernale: merito della sua resistenza al freddo e del fatto che fiorisce proprio quando le temperature si abbassano.

Se hai acquistato un Ciclamino, portandolo a casa, qui puoi trovare una breve ma utilissima guida su tutti i problemi in cui puoi imbatterti nella coltivazione di questa pianta. Se vuoi, leggili con attenzione e… prendi nota!

Afflosciamento della chioma

Uno dei problemi più frequenti che ti si presentano davanti quando hai portato il tuo nuovo ciclamino a casa è l’afflosciamento della chioma.

In realtà, questo può avere tante cause diverse e non sempre è facile individuare quella specifica.

Di solito, la chioma della pianta tende ad afflosciarsi quando hai innaffiato troppo o troppo poco: devi dunque ristabilire un normale e moderato ciclo di innaffiatura.

Altre volte, può trattarsi di un problema legato al caldo eccessivo: forse stai tenendo la pianta in una stanza eccessivamente riscaldata.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Perdita dei fiori

Che dispiacere quando i fiori del ciclamino iniziano a cadere!

Innanzitutto, è normale che dopo qualche settimana i vecchi fiori deperiscano, lasciando il posto a una nuova fioritura. Quando, però, i fiori cadono repentinamente c’è sicuramente una causa di fondo.

Nella maggior parte delle volte, può trattarsi di uno shock termico, causato dall’aver cambiato di posto alla pianta, o magari dall’averla portata dall’interno all’esterno.

Ricorda che questa pianta, per mantenersi fiorita, deve essere esposta a una temperatura compresa tra i 12 e i 20 °C.

Ovviamente, coltiva la pianta nel modo giusto per supportare una fioritura lunga e abbondante.

Caduta delle foglie

Le foglie del ciclamino stanno cadendo? Sicuramente è un pessimo segno!

Nella maggior parte dei casi, si tratta di un grave problema di esposizione alla luce solare.

In molti, infatti, commettono l’errore di tenere il ciclamino in vasi da ringhiera. Tuttavia, questa pianta non ama affatto la luce solare diretta, nemmeno quella invernale!

L’ideale è tenere il ciclamino alla mezz’ombra o alla luce solare indiretta. Certo, esporre sporadicamente questa pianta al sole non la ucciderà, purché si tratti di episodi non regolari o frequenti.

Marcescenza del bulbo

Quando accade, ahimè, si tratta di una situazione non proprio semplice da risolvere.

Di solito, il bulbo marcisce se hai innaffiato eccessivamente il tuo ciclamino o l’hai messo in un posto troppo umido. Purtroppo, non è semplicissimo accorgersi di tale fenomeno: uno dei principali sintomi e la caduta prematura dei fiori e le foglie che assumono un colore più scuro, tendente al nero.

Se il bulbo sta già marcendo, devi provare a rinvasare la pianta in terriccio asciutto. Importante è utilizzare sempre un terriccio ricco di sostanze nutritive. Il metodo migliore, però, resta quello della prevenzione: limitati a innaffiare il tuo ciclamino solo quando il terreno non è più umido e la pianta ha assorbito tutta l’acqua della precedente innaffiatura.

Attacco dei parassiti

Se tieni questa pianta in casa, è molto raro che la pianta possa essere attaccata dai parassiti.

Se, invece, la tieni all’esterno, magari non lontana da altre piante, questo può capitare.

Quando le temperature sono molto basse, in realtà, le infestazioni non sono molto comuni, ma comunque possibili. Tra i parassiti più comuni ci sono sicuramenti gli afidi e la cocciniglia: in entrambi i casi, tra i principali sintomi ci sono la comparsa di piccole macchioline sulle foglie.

In tal caso devi agire tempestivamente utilizzando un prodotto specifico o un rimedio naturale, magari a base di sapone di Marsiglia sciolto nell’acqua, da passare sulle foglie della pianta con l’aiuto di un batuffolo di cotone.

In caso di buchi sulle foglie, potrebbe trattarsi anche di bruchi o limacce.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".