Quali piante potare a Settembre oltre al Geranio e al Limone?

Potatura? La rimandiamo alla primavera

Quanto spesso abbiamo sentito questa frase anche dai più esperti del mondo delle piante.

In realtà, alcune piante possono essere potate anche in altri periodi o, addirittura, è necessario farlo per il loro benessere.

Tra queste, alcune possono andare incontro a una bella spuntatina proprio nel mese di settembre. Vediamo quali sono, ma soprattutto come e perché è importante potarle.

Limone

La pianta di limoni è la vera e propria regina del tuo giardino!

Per far sì che continui a mantenersi bella e ricca di una chioma rigogliosa, puoi scegliere di potarla anche nel mese di settembre.

In questo mese, puoi tagliare le parti della pianta che possono aver contratto malattie da fungo nel corso dei mesi estivi e che, nonostante eventuali interventi, continuino a presentarne traccia.

Ma l’ideale è liberarla dei rami troppo lunghi, pesanti e aridi che possono togliere energie alla tua pianta di limoni e compromettere la sua fioritura e la successiva comparsa di frutti.

Gelsomino

Celebre per il profumo intenso dei suoi fiori, il gelsomino è una pianta rampicante che può decorare le tue verande o le ringhiere del tuo balcone.

Il segreto della potatura di settembre è quello di eliminare i rami troppo secchi che si sono infittiti intorno al supporto.

L’ideale è lasciare i rami più robusti e che non sono troppo vicini al supporto in modo da far sì che la pianta si mantenga estesa nel corso dei mesi freddi.

Rosa

Non è obbligatorio potare la tua pianta di rose a settembre, ma resta un intervento molto consigliato se, a seguito della fioritura estiva, molti fiori secchi sono rimasti attaccati alla pianta.

In questo caso, stacca i fiori ormai secchi ma intervieni anche sui rami, eliminando quelli un po’ troppo lunghi e bruciacchiati dal sole.

Tenta di non ridurre troppo l’altezza della tua rosa, in quanto nei mesi invernali tenderà a crescere poco o a non crescere affatto, ma dalle comunque un aspetto ordinato e compatto così da renderla più forte contro il vento del periodo freddo e permetterle più fioriture.

Passiflora

In pochi sanno che questa pianta dai fiori grandi e colorati, molto conosciuta e usata in erboristeria, cresce più sana e forte proprio se potata a settembre.

La cosa migliore è tagliarla a circa 30cm dalla base in modo da favorire una crescita e una fioritura successiva più abbondante.

Anche in questo caso, la potatura principale va fatta intorno al mese di marzo, ma a settembre è comunque importante sfoltire la pianta per consentirle anche una maggior resistenza alle fredde temperature in arrivo.

Geranio

Strano a dirsi ma, a settembre, è tempo di potare anche la pianta simbolo dell’estate: il geranio.

In realtà, la potatura andrebbe fatta poco prima dell’arrivo del freddo, ragion per cui, se settembre è ancora molto caldo, ti conviene posticipare al mese successivo.

La potatura cosiddetta autunnale deve essere particolarmente attenta a coinvolgere i rami più secchi e lunghi che tendono a sbilanciare la pianta rendendola eccessivamente asimmetrica.

Importante è preparare il geranio al freddo dei mesi autunnali e invernali dandogli un aspetto più compatto che lo aiuterà a tenersi in salute durante il suo periodo di riposo.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".