Quali piante purificano l’aria dal caldo

Quello tra caldo e afa può essere un connubio davvero insopportabile, fastidioso sia per le persone sia per le piante.

In realtà, alcune piante sono in grado di purificare l’aria da alcune sostanze nocive che, proprio con il caldo, possono accumularsi ancora di più.

Scopriamo insieme quali sono le piante che hanno questa proprietà e che con la loro fotosintesi producono più ossigeno per l’ambiente, aiutandoci a combattere il caldo estivo, da tenere in casa per purificare l’aria dal caldo.

Felce

Le sue fronde, dal color verde chiaro, la rendono davvero inconfondibile: è la felce!

Questa pianta che ben si adatta agli ambienti umidi, come il bagno o una parte più ombreggiata del giardino, oltre a essere esteticamente molto bella, è ottima per rinfrescare l’ambiente domestico.

Importante, però, è nebulizzare un po’ d’acqua sulla sua chioma, mantenendole fresche e sane.

Dubbi su dove tenere la felce? Qui qualche consiglio.

Aloe vera

Tra le piante succulente più famose, l’aloe vera incanta gli amanti delle piante con la sua bellezza e con i mille usi del gel contenuto nelle sue foglie.

In pochi conoscono la sua efficacia nel purificare l’aria nei mesi caldi. Questa pianta, infatti, assorbe ed elimina le particelle di formaldeide e benzene. Inoltre, rilascia continuamente ossigeno, rendendo la stanza in cui è collocata più fresca.

Attenzione: se soffrite molto il caldo, non pensate che la presenza di piante sia risolutiva. Questa, infatti, può aiutarvi ad avvertire di meno il caldo, ma non è risolutiva.

Sansevieria

Meglio conosciuta come lingua di suocera, la Sansevieria è una pianta grassa considerata tra le piante da interno più diffuse.

La sua caratteristica principale? Sicuramente la resistenza, ma anche la sua capacità di aumentare l’umidità dell’aria, combattendo l’aria secca.

In estate, ricordate di innaffiarla con maggiore frequenza e di mantenere pulite le sue foglie in modo da ottimizzare il processo di fotosintesi.

A volte capita che questa pianta possa fiorire. In questi caso ecco cosa fare.

Palma areca

Originaria delle foreste pluviali, la palma areca è un’ottima pianta da interni, di medie-grandi dimensioni e di non difficile coltivazione.

Questa pianta è anche chiamata “spazzino” dell’aria, proprio perché pulisce l’aria da alcuni elementi nocivi che possono appesantirla.

Il risultato? Aria domestica più leggera, fresca e pulita.

Dracaena fragrans

Conosciuta anche come tronchetto della felicità, la Dracaena fragrans è una pianta subtropicale dalle foglie grandi e lunghe.

Alleata contro la polvere, elimina dall’aria le alte concentrazioni di formaldeide, tricloroetilene e xilene, aumentando il tasso di umidità e rendendo il caldo un po’ più sopportabile.

Leggete qui per alcuni consigli di innaffiatura.

Edera

La pianta rampicante più famosa che ci sia: parliamo dell’edera.

Questa pianta molto resistente è utilizzata tradizionalmente per rivestire muri scoperti o decorare portici e cancelli.

Oltre a garantire, all’aperto, un po’ di ombra quando cresce rigogliosa, questa pianta riesce a purificare l’aria dalla formaldeide e dal benzene.

Attenzione solo alla luce solare diretta che può far appassire le sue foglie più giovani e fragili.

Le sue foglie presentano delle macchioline rosse? Potete risolvere così.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".