3 modi per gestire una pianta di Aloe che è cresciuta troppo

Se ti prendi cura di un’aloe, può crescere tanto e diffondersi rapidamente nel suo vaso, richiedendo presto il tuo aiuto.

L’Aloe troppo cresciuta può essere riportata alla normalità suddividendola in nuove piante, potandone i germogli o potando l’intera parte superiore.

Se eseguita correttamente, questa potatura non danneggia la pianta e può anche essere utilizzata per avviare nuove piante.

Vediamo insieme passo passo cosa puoi fare se la tua aloe è cresciuta troppo nel vaso!

Potatura di un’aloe troppo cresciuta

La soluzione più semplice è potare la crescita eccessiva causando la fuoriuscita dell’Aloe dai lati del suo vaso.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Quindi, puoi rimuovere le foglie, come faresti con qualsiasi altra pianta. Se lo fai bene, non c’è pericolo.

Avrai bisogno di quanto segue:

  • Cesoie pulite
  • Alcool denaturato
  • Panno pulito
  • Cannella in polvere

Per prima cosa, prepara tutto ciò di cui hai bisogno. Quindi, pulisci e disinfetta le cesoie dopo ogni utilizzo. Sigilla la ferita in modo che batteri e funghi dannosi non possano entrare e distruggere l’Aloe.

Inoltre, ti consiglio di avere a portata di mano un panno pulito inumidito con alcol denaturato mentre poti. Quando le aloe vengono tagliate, emanano un gel trasparente.

Anche se non danneggerà la tua pelle, macchierà i tuoi strumenti. Pulire regolarmente le cesoie con un panno umido le manterrà in buone condizioni, proteggendo la tua pianta dai danni.

Infine, se hai a che fare con un’Aloe veramente grande, indossa guanti da giardinaggio. Indossare guanti da giardinaggio renderà l’intero processo molto più confortevole per te.

Inizia rimuovendo eventuali foglie morte o morenti.

Prenditi un momento per considerare se devi o meno continuare. Una volta rimossa la crescita morta o morente, l’intera Aloe sembrerà più piccola e molto più gestibile.

Pensa a quale forma o dimensione vorresti alla fine del processo ed esamina le aree che vorresti tagliare.

Ora inizia a lavorare dai bordi esterni dell’Aloe verso l’interno, rimuovendo la crescita in eccesso.

Quando sei soddisfatto dell’aspetto della tua Aloe, è il momento di ripulirla.

La cannella in polvere può essere cosparsa sul tessuto esposto dell’aloe, se lo si desidera. Inoltre, la cannella ha proprietà antimicotiche e antibatteriche che possono aiutare a prevenire l’infezione se applicata a nuovi tagli.

Rinvaso di una pianta di aloe troppo cresciuta

Se vuoi goderti la vitalità della tua Aloe, considera di spostarla in un vaso più grande con un terreno di coltura fresco, che gli consentirà di continuare a crescere fino a dimensioni ancora maggiori.

Seleziona un vaso non più largo di due cm rispetto a quello attuale. Ciò impedirà all’acqua di accumularsi sul fondo.

La terracotta o la ceramica non sigillata è il materiale migliore. Questi materiali assorbono l’acqua dagli angoli più remoti del vaso, proteggendo l’Aloe dall’irrigazione eccessiva.

Le piante di Aloe Vera sono piante grasse originarie delle regioni aride dell’Africa e richiedono un terreno asciutto e sabbioso. Pertanto, deve essere drenante e non soggetto a trattenere l’eccessiva umidità.

Questo migliora il drenaggio e aiuta a prevenire il marciume radicale. Se preferisci evitare il fastidio, sarà sufficiente un mix per piante grasse e cactus.

Aggiungi un cm o due di miscela sul fondo del tuo nuovo vaso, con una piccola quantità al centro per ricevere l’Aloe.

È probabile che gli aloe troppo cresciuti siano legati alle radici, quindi allenta delicatamente le radici troppo fitte.

Rimuovi anche il vecchio terriccio.

Riempi intorno alle radici dell’Aloe nel nuovo vaso in modo che siano ben coperte e la pianta sia stabile. Picchietta il vaso sul terreno per aiutare il terreno a riempirsi intorno alle radici.

Quando il vaso è pieno, annaffia bene l’aloe e lasciala scolare. L’acqua trasporterà la miscela più in profondità nella massa radicale, quindi potrebbe essere necessario aggiungere del terriccio.

Dividi la pianta di aloe troppo cresciuta

Dividere un’Aloe Vera troppo cresciuta permette di dividere in due una singola pianta.

Anche se sembra drastico, l’Aloe Vera risponde bene alla divisione. Torneranno con cura, fornendoti due o più belle nuove piante.

Assicurati che gli strumenti siano affilati perché gli strumenti smussati richiedono più forza, il che può causare lesioni alla tua pianta.

Rimuovi delicatamente l’aloe dal suo vaso e ispezionala le radici. La salute della massa radicale è fondamentale per il successo della divisione della pianta, quindi cerca radici marroni o nere che siano morbide o viscide.

Questo è un segno di marciume radicale, che deve essere trattato prima di dividere la pianta.

Tuttavia, puoi procedere se la massa radicale è in buone condizioni. Questo è anche un ottimo momento per rimuovere eventuali foglie morte o morenti.

Rimuovi la maggior parte del terreno spazzolandolo o lavandolo via e cerca più steli che emergono dalla massa radicale.

È anche un ottimo momento per rimuovere eventuali cuccioli tagliandoli insieme alle loro radici.

Taglia con cura la massa radicale con cesoie o un coltello da potatura, assicurandosi che tutti gli steli emergenti abbiano una quota uguale di radici.

Disporre le piante su un telo. Attendere circa 24 ore affinché le ferite si chiudano e diventino callose. Può sembrare duro, ma impedirà agli agenti patogeni del suolo di entrare nella pianta attraverso il tessuto umido e ferito.

Prepara i tuoi nuovi vasi sovrapponendo la miscela per invasatura sul fondo.

Infine, rinvasa le tue nuove piante come al solito.

Prima di annaffiare un’Aloe appena rinvasata o divisa, lasciala asciugare completamente.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.