Se i boccioli del Cactus di Natale cadono prima ancora di schiudersi queste potrebbero essere le Cause

Abbiamo preso il cactus di Natale proprio per le sue belle fioriture durante il periodo di festa ma qualcosa sta andando storto.

I suoi boccioli cominciano a cadere ancor prima di aprirsi del tutto e questo di sicuro per qualche errore commesso nella sua cura di cui non siamo consapevoli.

Per evitare che i boccioli cadano dobbiamo conoscere le possibili cause di una sventura del genere. Scopriamole insieme

Dalle la giusta luce

Il cactus di Natale apprezza particolarmente una luce piuttosto vigorosa durante alcuni mesi dell’anno, in particolare i mesi estivi.

Per fare in modo che la sua chioma possa ricoprirsi di fiori e che possa mantenerli senza lasciarli cadere, il cactus di Natale ha bisogno non solo di luce ma della giusta quantità di ore di buio.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

A partire dai mesi autunnali, la pianta avrà bisogno di almeno 12 ore di buio per portare a termine la sua fioritura. In altre condizioni i suoi boccioli cominceranno a cader ancor prima di schiudersi.

Che temperatura c’è nella stanza?

La temperatura ideale per una pianta come il cactus di Natale è quella che oscilla tra i 12 e i 20 gradi ma questo non sempre è possibile, soprattutto quando la teniamo in casa.

Tienila lontana dalle correnti d’aria

Se la tieni sul davanzale di una finestra, fai attenzione ad esporla a correnti d’aria improvvise o lo shock termico al quale è sottoposta potrebbe far cadere i boccioli.

La pianta per portare a termine la sua fioritura ha bisogno di tutta l’energia possibile e nel sopravvivere rispetto alla temperatura deve pur sacrificare qualcosa.

Tienila lontana da fonti di calore

Nel suo periodo di fioritura, cioè quello invernale, le nostre case non hanno una temperatura fresca ma bensì piuttosto calda visto l’utilizzo dei termosifoni o di qualsiasi fonte di calore utile allo scopo.

Tieni lontano il tuo cactus di Natale da termosifoni o aria condizionata calda, dispositivi che seccano l’ambiente e non lasciano scampo alla fioritura del cactus.

Gestisci al meglio le innaffiature

Ricorda che si tratta di una pianta grassa dal comportamento anomalo visto il suo bisogno di acqua anche nei periodi più freschi dell’anno.

Te ne accorgi immediatamente dalla fragilità delle sue foglie quando ha bisogno di acqua, poiché si mostrano meno carnose, più sottili e meno in forze del solito.

Questo non gli consente di mantenere i boccioli sulla punta delle sue foglie seghettate, che cadono.

Innaffia al bisogno per non sbagliare, quando ti accorgi che il terriccio è completamente asciutto.

L’acqua deve essere a temperatura ambiente quanto innaffi il terriccio altrimenti potresti traumatizzare le radici, evitando di bagnare la chioma e i germogli.

Attenzione ai fertilizzanti

Nonostante l’utilità dei fertilizzanti nel fornire alla pianta tutti in nutrienti di cui ha bisogno e rinvigorire il terriccio, non caricare di Sali il terreno proprio durante il periodo di fioritura.

Ti basterà rinvigorire il terriccio prima della fase di fioritura, senza eccedere nell’utilizzo di fertilizzanti chimici ma indugiando nell’utilizzo di concimi fai da te  ricchi di potassio che possano nutrire la pianta senza danneggiarla se con dosi in eccesso.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.