Come capire se la tua pianta ha bisogno d’acqua? Fai la Prova del dito indice

L’irrigazione è un fattore vitale per la cura delle piante. L’acqua è vita, ed è insieme al terriccio la fonte più importanti di nutrienti.

Ogni pianta, in merito alle innaffiature, ha le proprie esigenze. Dovremmo essere degli esperti e conoscere a memoria tutte le esigenze delle nostre piante?

Questo non è affatto detto. In realtà, sarebbe molto complicato conoscere per ogni pianta la giusta frequenza per innaffiarla.

È anche possibile accertarsi, al momento giusto e senza troppe conoscenze, se la tua pianta ha bisogno di acqua.

Ti spiego un metodo semplicissimo per capire se la tua pianta ha bisogno d’acqua.

Cosa fare

Se sei indeciso su quando innaffiare la tua pianta, e non sai con quale frequenza farlo, puoi imparare a capire se ha bisogno d’acqua utilizzando semplicemente le tue dita.

Come suggerisce il nome, utilizza il tuo dito indice per verificare se la tua pianta ha bisogno di essere innaffiata.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Inserisci il dito indice nel terriccio, scendendo di almeno un paio di centimetri. Assicurati di inserire il dito nel mezzo tra la pianta e il bordo del vaso.

Fallo per almeno tre punti del vaso: in questo modo ti renderai conto se il terriccio è effettivamente secco in più punti e quindi ha bisogno di acqua.

Cosa verificare

Un test così semplice può darti più di un’informazione rispetto alla cura della tua pianta.

Una volta che il dito è nel terriccio sarai in grado di capire se in quel punto c’è abbastanza umidità e capire quanto il terriccio sia compatto.

Umidità

Se, tirando fuori il dito dal terriccio, quest’ ultimo ti rimarrà appiccicato al dito allora vuol dire che è ancora umido e la tua pianta non ha ancora bisogno di essere innaffiata.

Al contrario, se non resta alcuna traccia di terriccio appiccicato al dito e non avverti alcuna umidità, allora è il momento giusto di innaffiare la tua pianta.

Una pianta sana è quella che ha un terreno semi-umido; magari puoi trovare del terriccio più secco sul lato, nei pressi del bordo del vaso. Questo è probabile soprattutto per le zone più esterne.

Facendo questa prova in modo più frequente tra un’innaffiatura e l’altra ti renderai anche conto di quanto rapidamente la tua pianta asciuga il terriccio. Questo può dipendere non solo da quanto si nutre, ma anche dalla sua posizione.

Una pianta esposta ad una luce intensa tenderà ad asciugare prima il suo terriccio.

Terriccio troppo compatto

Con questo metodo puoi anche constatare quanto è compatto il terreno.  

Se ti accorgi di aver dovuto insistere per inserire il dito, facendo anche una certa pressione, allora il terriccio è troppo compatto.

In questo caso non solo è difficile che l’acqua penetri ed arrivi ad ogni parte dell’apparato radicale, ma è probabile che il vaso sia stretto o che le radici abbiano difficoltà ad espandersi.

Sostituire qualsiasi terreno pastoso può ridurre significativamente la possibilità di marciume radicale.

Questo test ti dirà anche quando è il momento di cambiare terriccio o di rinvasare la tua pianta. Sono le cose più giuste da fare se riesci a malapena ad inserire il dito.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.