5 Motivi che non sapevi per cui devi rinvasare le piante

Le lunghe e calde ore del giorno della tarda primavera e dell’estate sono come un carburante per le piante d’appartamento.

Con le temperature più alte e l’aumento della luce, le tue piante cercano di diffondere le loro radici e crescere più che possono.

Per sfruttare al massimo la stagione di crescita, il periodo dell’autunno è il momento perfetto per rinvasare le tue piante d’appartamento.

Sia che tu stia mettendo la tua pianta in un nuovo vaso o semplicemente rinfrescando il terreno nel suo vaso attuale, la tua pianta sarà grata per lo spazio aggiunto e la spinta nutritiva fornita dal rinvaso, e ringrazierà creando nuova crescita.

Ma ci sono alcuni motivi che (forse) non sapevi per cui dovresti rinvasare le piante. Scopriamoli insieme!

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Terreno fresco e nutriente

La tua pianta d’appartamento assorbe la maggior parte dei nutrienti attraverso il terreno.

Nel tempo, il terreno diventa sempre più povero.

Potresti notare che dopo alcune stagioni di fioritura, la tua pianta produce foglie più piccole, magari di un verde sbiadito o è semplicemente “infelice”.

Anche se concimi regolarmente, rinvasare con del terreno nuovo e fresco fornisce una spinta nutritiva che darà alla tua pianta ciò di cui ha bisogno per prosperare.

Viene assorbita meglio l’acqua

Hai mai notato che quando innaffi, l’acqua sembra immediatamente fuoriuscire dal fondo del vaso?

La tua pianta ha probabilmente delle radici legate al fondo del vaso, una condizione in cui la pianta ha bisogno di nuovo spazio così tanto che le radici crescono avvolte su se stesse prendendo la forma del vaso.

Questo crea canali attraverso i quali l’acqua può fluire, motivo per cui una pianta legata alle radici è molto difficile da annaffiare.

Liberare queste radici attraverso il rinvaso aiuterà la tua pianta ad assorbire l’acqua di cui ha bisogno per mantenere le foglie rigogliose.

Più spazio per le radici

A tutti piace un po’ di spazio per respirare, piante d’appartamento comprese.

Un altro motivo per rinvasare le piante è promuovere una nuova crescita. Se fornisci più spazio alle radici, la pianta userà energie per crescere più grande e rigogliosa.

Ma attenzione a non usare un vaso di troppo più grande rispetto al vecchio vaso: la pianta potrebbe concentrare tutte le energie per la crescita di radici a discapito delle foglie ed eventualmente dei fiori.

Un apparato radicale più forte e in crescita renderà la tua pianta più felice e crescerà più velocemente.

Previene le malattie

Hai innaffiato troppo le tue piante? Non preoccuparti, a tutti è capitato.

Il vero problema in questi casi è il marciume radicale: quando le radici vengono danneggiate dall’eccessiva irrigazione, diventano marrone scuro o nere.

Sono suscettibili alle malattie in questo stato e in realtà non sono in grado di assorbire l’acqua (motivo per cui una pianta troppo annaffiata a volte può sembrare assetata).

Tagliare queste radici danneggiate e rinvasare in un terreno sano aiuta la pianta a riprendersi dall’eccessiva irrigazione ed è la tua migliore linea di difesa contro funghi e malattie.

Approfitta per moltiplicare

Quando le piante diventano troppo affollate nel vaso, molte possono essere divise per liberare spazio e al contempo creare nuove piante.

Il momento del rinvaso è il momento ideale e il pretesto per dividere nuovi germogli e cuccioli in piante autosufficienti.

Per alcune piante pasta semplicemente dividere i cespugli e piantarli singolarmente per crearne di nuove, oppure crescono delle piante in miniatura alla base come nel caso dell’aloe.

Ma attenzione: se la tua pianta è stressata, aspetta per rinvasare.

Ad esempio, se è molto secca per la sete, è meglio innaffiarla per immersione e lasciare che la pianta si riprenda prima di rinvasare.

Allo stesso modo, cerca di evitare il rinvaso in condizioni climatiche estreme, come le ondate di calore o l’arrivo di un freddo improvviso, che possono aggiungere stress.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.