Basta una Banana per fare il Concime fai da te per le tue Piante!

Le bucce di banana sono una riserva naturale di potassio. Il potassio è uno dei nutrienti essenziali per una crescita sana delle piante. Rinforza il sistema immunitario, nutre le radici, previene l’avvizzimento e protegge le piante durante il freddo o la siccità.

Rinforza i gambi delle piante, stimola la fioritura ed è pensato per essere in grado di migliorare la qualità dei frutti.

Prima di gettar via le bucce di banana potrai utilizzarle per creare un fertilizzante fatto in casa, ricavando in questo modo potassio e fosforo con cui nutrire le piante in modo naturale, a patto che abbia pochi minuti a disposizione.

Vediamo insieme come ottenere fertilizzante dalle bucce di banana in pochi e semplici passaggi.

Fertilizzante liquido

Un fertilizzante liquido ha un’azione immediata, se utilizzato durante le irrigazioni. Le radici delle piante tendono ad assorbire più rapidamente questo genere di fertilizzante. Adesso ti spiego come prepararlo.

Cosa occorre

  • 6 o 7 bucce di banana
  • Barattolo di vetro con coperchio
  • 1 litro e mezzo di acqua

Procedimento

A seconda del numero di bucce di banana che hai, scegli un contenitore; un comune barattolo di vetro fa al caso tuo.

Metti le bucce di banana nel contenitore; puoi tagliuzzarle per adattarle meglio al contenitore, se ti è comodo.

Riempi il contenitore con acqua che andrà a ricoprire tutte le bucce. Non lasciare nessuna buccia fuori dall’acqua; si creerebbe della muffa ed il fertilizzante sarà tutt’altro che efficace. Aggiungeresti muffa al terriccio invece che fertilizzante.

Lascia riposare le bucce di banana nell’acqua per circa 15 giorni. Noterai che l’acqua assume un colore brunastro, il che significa che i nutrienti vengono rilasciati nell’acqua.

Potresti anche notare il livello dell’acqua che scende. Le bucce di banana assorbono acqua e parte del liquido evapora.

È importante tener d’occhio il livello dell’acqua e aggiungerne altra, se necessario, per mantenere coperte le cime delle bucce di banana.

Dopo circa 10 o 15 giorni rimuovi le bucce di banana dal contenitore. Non gettarle: potresti utilizzarle per creare del compost.

Diluisci l’infuso in 10 litri d’acqua ed otterrai un fertilizzante liquido ricco di potassio. Utilizza di tanto in tanto questo fertilizzante, ma senza esagerare. Ricorda che il trucco è sempre nella moderazione.

Fertilizzante secco

Il fertilizzante secco ha il vantaggio di durare più a lungo perché le radici delle piante tendono ad assorbirlo più lentamente. Non richiede un procedimento lungo. Ecco come fare.

Cosa occorre

  • Bucce di banana q.b.
  • Forbici o coltello
  • Carta forno

Procedimento

Taglia le bucce di banana in piccoli pezzi. Lasciali al sole, su della carta da forno, fino a quando non saranno ben secche. Puoi anche utilizzare un forno, tenendolo a bassa temperatura con la porta socchiusa.

Una volta essiccate, non devi far altro che seppellire le bucce nel terreno, proprio nei pressi delle radici. Assicurati che non siano troppo in superfice: qualche insetto potrebbe approfittarne per portarle via.

Per quali piante va usato

Una concimazione a base di potassio è l’ideale per alcune delle piante che rendono vivaci i nostri balconi come ciclamini, ortensie, peonie. In questo modo i fiori avranno una colorazione più vivace.

Anche le patate beneficiano di una concimazione ricca di potassio, così come il melone e la maggior parte delle piante da frutto.

Un concime a base di bucce di banana è efficace anche per la coltivazione di piante a basso contenuto di azoto come pomodori, peperoni, cetrioli e ravanelli.

Infatti, le bucce di banana non contengono azoto, a differenza della maggior parte dei fertilizzanti da banco.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.