Come creare un concime liquido fai da te

Spesso capita di dover usare un concime liquido naturale per le nostre piante, soprattutto se abbiamo un orto con piante che usiamo per cucinare.

C’è poi chi usa concimi naturali anche per le piante d’appartamento.

Quindi imparare a creare il tuo fertilizzante liquido per piante è uno dei tanti modi per assicurarti che il tuo giardino e le tue piante siano in salute.

Scopriamo insieme come creare un concime liquido per le piante!

Cos’è il concime liquido

Il concime liquido è una specie di “bevanda” che dai alle tue piante. Proprio come noi, le piante hanno bisogno di cibo e nutrienti per sopravvivere.

I concimi liquidi sono formulati per dare alle piante ciò di cui hanno bisogno.

Servirà a fornire alle piante i nutrienti, sia attraverso le foglie, quando lo applichi direttamente su di esse, sia attraverso il terreno e le radici della pianta.

Soprattutto il concime in forma liquida può essere un modo veloce per aumentare i nutrienti nel terreno delle tue piante.

Tè di compost

Esistono diverse opzioni quando si parla di concimi liquidi fai da te, una di queste è il tè di compost.

Il compost si crea facendo decomporre gli scarti del cibo che consumiamo e gli scarti del nostro giardino.

Puoi compostare, ad esempio, gli scarti di frutta e verdura dalla tua cucina. Esistono diversi modi per creare il proprio compost a casa.

Quello che potresti non sapere è che puoi anche usare il compost fatto in casa per creare un concime liquido fai da te.

Per fare il cosiddetto tè di compost devi semplicemente aggiungere dell’acqua ad un po’ di compost, lasciandolo macerare per una o due settimane (coperto) affinché i nutrienti entrino nella soluzione.

Dopodiché puoi filtrare la soluzione e usarla (anche diluita) per innaffiare le tue piante e contemporaneamente nutrirle.

Puoi anche mettere il tè di compost in uno spruzzino e usarlo come concime per le foglie, spruzzandolo direttamente sulle foglie delle tue piante.

Concime liquido a base di ortica

Il concime liquido naturale di ortica è anche indicato come letame di ortica, sia per il suo uso come fonte di cibo per le piante, sia anche in riferimento al suo odore durante la fermentazione.

Abbiamo un metodo rapido e un metodo più lento per creare concime di ortica.

Entrambi i metodi richiedono delle foglie di ortica ovviamente, che possono essere raccolte in primavera.

Assicurati di indossare indumenti protettivi e guanti quando raccogli le tue ortiche ed evita di raccogliere le foglie in strada o in un’altra area in cui potrebbero essere state spruzzate con sostanze chimiche.

Per il metodo rapido, immergi circa 30 grammi di ortiche in una tazza d’acqua bollente per 20 minuti (puoi lasciarle fino ad un’ora).

Passato questo tempo, devi filtrare le foglie e gli steli e conservare solo la parte liquida che ti servirà da concime.

Diluisci 1 parte del fertilizzante che hai ottenuto con 10 parti di acqua e usa la soluzione per innaffiare e concimare le tue piante.

Questo metodo rapido darà un risultato meno efficace rispetto al metodo più lento.

Il metodo più lento (ma più efficace) per creare il concime liquido a base di ortica è il seguente: puoi riempire un barattolo o un secchio grande con le foglie e gli steli di ortica.

Schiaccia le foglie di ortica con un mattone o qualcosa di pesante e poi copri con dell’acqua.

Riempi solo tre quarti del secchio con acqua per lasciare spazio alla schiuma che verrà creata durante il processo di fermentazione.

Metti il ​​secchio in una zona luminosa, preferibilmente lontano da casa poiché durante la fermentazione sentirai probabilmente un po’ di cattivo odore.

Lascia fermentare la miscela da una a tre settimane, mescolando ogni due giorni finché non smette di gorgogliare.

Infine, filtra le ortiche e diluisci la miscela con 1 parte di fertilizzante in 10 parti di acqua per annaffiare le piante.

Quando usi le ortiche come concime, ricorda che alcune piante, come i pomodori e le rose, non ricevono molto beneficio da questo tipo di concime.

Questo fertilizzante funziona meglio su piante ricche di foglie e su piante che hanno bisogno di molto concime.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.