Sai cos’è il Pon? Crea la tua miscela fai-da-te con questi 3 ingredienti

La miscela definita Pon è un mix di inerti di origine vulcanica in cui puoi coltivare le tue piante in alternativa al classico terriccio.

In commercio ci sono le miscele già formulate, ma se ti piace sperimentare e hai a disposizione un vivaio fornito in cui puoi fare rifornimento di inerti, puoi anche crearlo da te.

I benefici di questo tipo di coltivazione sono molteplici e quasi tutte le piante da interno tropicali sono adatte a questo substrato.

Vediamo insieme come creare la tua miscela di Pon fai-da-te con questi passaggi!

Cos’è il Pon?

Il Pon è una miscela in cui puoi coltivare le piante e che è a metà tra il substrato composto da argilla espansa e una miscela di terreno molto porosa.

È stato introdotto da Lechuza, un marchio di vasi e materiali per le piante e ha avuto molto successo per le proprietà che questo mix di materiali offre alle piante.

Il Pon originale è una miscela di pomice, pietre vulcaniche e zeolite con aggiunta di fertilizzante.

Ma analizziamo gli aspetti importanti di ciascuno di questi ammendanti.

Benefici della pomice

La pomice, all’interno della miscela, aggiunge micropori al substrato di coltivazione.

I micropori in questo terreno di coltura, alternativo al terriccio, sono abbondanti ma di dimensioni ridotte.

Questo è importante perché la stessa pomice assorbe e trattiene importanti nutrienti del suolo per le piante.

Benefici della roccia vulcanica

La roccia vulcanica, come i lapilli, aggiunge invece dei macropori al sistema. Questi macropori sono più grandi ma in minor numero rispetto ad esempio a quelli presenti nella pomice.

Ciò significa che la roccia vulcanica è la fonte d’aria all’interno del substrato di coltivazione di cui stiamo parlando.

La roccia vulcanica funge anche da fornitura di micronutrienti necessari per una sana crescita delle piante.

Benefici della zeolite

La zeolite nella miscela Pon è il tampone pH della miscela.

La zeolite è simile alla pomice e alla roccia vulcanica perché è una roccia estratta che viene frantumata.

Ma il ruolo principale dei prodotti a base di zeolite è offrire un equilibrio del pH: nel tempo il substrato tende a diventare acido anche per via dell’accumulo dei fertilizzanti nella miscela, ma la zeolite favorisce il rilascio di sostanze che riportano la miscela ad un valore corretto.

In più, la zeolite consente anche l’assorbimento dell’acqua e la cattura dei nutrienti.

Come creare il Pon fai-da-te

La miscela pon ha molti benefici per la coltivazione delle piante, in primis è un modo più pulito e ordinato per coltivare le piante rispetto invece al classico terriccio.

In più, il rapporto tra aria e acqua che questa miscela assorbe è tale da ridurre la suscettibilità alle malattie e ai parassiti.

Per creare il pon fai-da-te dovresti aggiungere i 3 ingredienti in un rapporto di 1:1.

In un contenitore versa 1 tazza di pomice di grado medio, 1 tazza di zeolite di grado medio e 1 tazza di lapilli o di inerti di origine vulcanica di qualsiasi tipo.

Aggiungi anche del concime granulare in base alla grandezza del vaso e in base alle etichette di riferimento.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.