Abbi cura dei tuoi Gerani in Gennaio in questo modo

Gennaio è senz’altro uno dei mesi più freddi ed è per questo che devi necessariamente sapere come puoi proteggere i tuoi gerani dal freddo.

Le gelate di questo mese potrebbero danneggiare seriamente il fogliame, bruciandolo e riducendo la capacità della pianta di assorbire luce, quella già scarsa durante un mese freddo.

Anche le radici potrebbero essere sottoposte a particolare stress qualora non adeguatamente protette dal freddo, nel caso di notti gelide.

Oltre al freddo ci sono alcuni particolari accorgimenti per i gerani che vanno messi in atto proprio in questo mese.

Vediamo insieme tutto quanto c’è da fare per avere cura del geranio in gennaio.

Proteggilo dal freddo

In un mese, quello di gennaio, in cui sono previste temperature rigide, neve e gelate improvvise, la prima cosa da fare è attuare tutto quanto c’è da fare per proteggere il geranio dal freddo. In questo modo ti assicurerai una pianta sana per la ripresa vegetativa in primavera.

Riparalo in un luogo chiuso

Puoi provvedere a riparare i tuoi gerani in casa, se coltivati in vaso, o nelle fioriere, o quantomeno in un luogo chiuso, che possa tenerli al riparo dalle improvvise gelate della notte.

Se prima della sera ti accorgi che il cielo è sereno e non vi sono raffiche di vento allora è probabile che vi sia una notte con intense gelate ed è il momento giusto per portare al coperto i tuoi gerani.

Nello spostarli assicurati che il posto da te scelto non abbia una temperatura drasticamente diversa da quella precedente, dunque che non sia eccessivamente calda, o lo sbalzo termico potrebbe comunque comportare dei danni ai gerani.

Ricoprilo con teli

Potresti ricoprire i tuoi gerani con un telo in nylon o un telo antipioggia, cercando di creare per la notte una piccola serra, facendo attenzione che il telo non sia a contatto con la chioma fogliare restante per troppe ore.

Puoi coprirli anche con delle lenzuola o con i classici canovacci da cucina.

Al mattino assicurati di scoprirli e permettere loro di assorbire la luce di cui hanno bisogno.

Addossalo ad una parete

Per proteggere i tuoi gerani da correnti fredde violente o dalla pioggia puoi avvicinare i vasi ad una parete, così da metterli più al riparo.

Se scegli una parete esposta a sud potrai garantire ai tuoi gerani la luce di cui hanno bisogno anche in gennaio.

Rimuovi le foglie secche

Assicurati di ripulire i rami dalle foglie che ormai sono secche o avvizzite per il freddo. Ti basterà tirarle via con le mani.

Ripulisci anche la superficie del terriccio: queste foglie possono essere la dimora perfetta per eventuali parassiti che di notte cercano riparo dal freddo e di giorno risalgono gli steli per nutrirsi indisturbati delle foglie che sono rimaste.

Sospendi le innaffiature

Durante il mese di gennaio devi necessariamente ridurre le innaffiature, anche in modo drastico. Per alcune settimane, quando vi sono le gelate intense ti toccherà sospenderle completamente.

Un terriccio bagnato potrebbe favorire un congelamento delle radici e quindi gravi conseguenze per la pianta. In un periodo così freddo il terriccio asciuga molto più lentamente e qualora fosse continuamente zuppo potrebbe causare marciume radicale o rami malaticci e vuoti.

Innaffia i tuoi gerani al bisogno, magari nelle ora più calde della giornata, testando prima il terriccio con le dita per capire se è ancora umido. Nell’innaffiare, non esagerare con la quantità di acqua che riversi.

Scegli un posto soleggiato

Potresti inoltre spostare i tuoi vasi e le tue fioriere con gerani in un posto in cui, durante il mese di gennaio, la luce si trattiene per più tempo.

In questo modo potranno godere del tepore che il sole contribuisce a donare anche in un mese così freddo.

Se ne hai la possibilità puoi scegliere un punto a sud, così da garantire più ore di luce possibile.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.