Come moltiplicare la guzmania

Coltivare la guzmania a casa è soddisfacente per molte ragioni. Il loro bellissimo aspetto mette allegria e sono piante molto decorative.

La maggior parte delle persone riceve la guzmania in regalo quando le sue brattee (le foglie colorate in cima) colorate si alzano dalla coppa centrale della pianta.

Queste brattee, che in realtà contengono i piccoli fiori della guzmania, durano a lungo, a volte mesi, prima di sbiadire e morire lentamente.

La guzmania è una pianta facile da moltiplicare, poiché cresce in pochissimo tempo. In pochi anni, una guzmania può dare vita ad un intero giardino di piante.

Allora vediamo insieme come moltiplicare la pianta di guzmania in modo semplice!

Metodo di moltiplicazione

Dopo che le brattee sono cadute, la pianta madre farà crescere una serie di germogli o cuccioli di guzmania, dalla base della pianta.

Sembreranno delle versioni minuscole della pianta madre che emergono tra le foglie più grandi della pianta.

Questi germogli possono essere usati per moltiplicare la tua guzmania una volta che hanno raggiunto i 10-12 centimetri di altezza.

Separare il nuovo germoglio

Per prendere un nuovo germoglio, usa le mani e afferra saldamente sia la pianta madre che il cucciolo di guzmania e tira per separarli.

In alternativa usa uno strumento affilato o una cesoia da giardinaggio per separare la nuova crescita. Taglia il germoglio il più in basso possibile, anche sotto la superficie del terreno.

Non preoccuparti se non ha ancora sviluppato le radici: le guzmanie sono piante epifite, il che significa che le loro radici servono solo per sostenere e proteggere la pianta.

Le radici non servono per portare nutrimento alla pianta, poiché l’acqua e il nutrimento, la guzmania li prende dalla sua coppa centrale.

Come mettere in vaso

Dopo aver rimosso il germoglio, posizionalo in un nuovo vaso con fori di drenaggio.

Metti del terriccio nel vaso, la guzmania cresce meglio se insieme al terriccio misceli un po’ di corteccia per orchidee.

Una bella alternativa al vaso è legare la nuova crescita ad un ramo spesso o ad una piccola tavoletta di sughero.

Questo perché, come dicevamo prima, la guzmania è una pianta epifita e nel suo habitat cresce anche aggrappandosi ai tronchi degli alberi.

I piccoli inizieranno a crescere quasi immediatamente, ma all’inizio non innaffiarli troppo. Se tieni la guzmania in casa, innaffia la sua coppa centrale o mantieni il terriccio appena umido.

Una giovane guzmania dovrebbe fiorire entro due o tre anni, ma alcune specie di guzmania possono impiegare fino a sei anni per fiorire, quindi dovrai avere un po’ di pazienza e goderti solo le foglie nel frattempo.

Moltiplicazione da seme

Il procedimento che abbiamo visto finora è quello più semplice e pratico per moltiplicare la guzmania.

Una pianta madre sana generalmente produrrà più cuccioli, a volte anche tre o quattro, prima che la pianta sfiorisca completamente.

Ma, in alternativa, puoi anche moltiplicare la tua guzmania dal seme, raccogliendo i semi e facendoli germogliare.

Questo è un processo difficile, tuttavia, e richiede molto più tempo della moltiplicazione attraverso i nuovi germogli.

I semi di guzmania vengono seminati in piccoli vasi, di solito su un po’ di sfagno umido o in una miscela per la semina. Tieni le piantine umide, al caldo e preferibilmente coperte.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.