Come coltivare la Guzmania

Le piante di Guzmania sono bromelie, ovvero piante appartenenti alla famiglia Bromeliaceae.

Sono piante decorative caratterizzate da foglie verdi lunghe, strette e lucide che nascono da una profonda coppa centrale.

Le piante sono un po’ più alte di molte altre bromelie. Le loro grandi e vistose brattee (ovvero foglie colorate come quelle della stella di Natale) nascono in estate in una straordinaria gamma di colori.

Le guzmania non sono bromelie difficili da coltivare e ti ricompenseranno con tanto colore con poco sforzo: vediamo allora come coltivare la guzmania!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della guzmania, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Nonostante siano coltivate diverse varietà di guzmania, le più diffuse in commercio sono la Guzmania lingulata e la Guzmania sanguinea.

Nel tempo sono stati prodotti numerosi ibridi, ovvero incroci tra le varietà fatti dall’uomo, così da creare piante con una straordinaria gamma di colori delle brattee floreali.

Le varietà con le brattee rosse, tra le più apprezzate, fanno parte delle specie di Guzmania Luna, Guzmania Passion e molte altre.

Inoltre queste piante sono disponibili anche in versione multicolore: giallo, bianco, arancione e viola.

Esposizione

Come le altre bromelie, le guzmania preferiscono una luce naturale e intensa.

Posizionarle vicino una finestra esposta ad est sarebbe la scelta migliore, poiché riceverebbe molte ore di luce solare, ma assicurati solo di evitare il sole diretto perché bruceranno.

Staranno bene in condizioni di scarsa illuminazione per alcune settimane, ma non dureranno così a lungo.

Se vuoi mantenerle sane per molto tempo e far in modo che producano nuove foglie, la luce intensa è la scelta più saggia.

Queste bromelie sono originarie dei tropici ma sembrano sopportare bene la mancanza di umidità nelle nostre case.

Fioritura

Le piante di guzmania mature producono le loro fioriture colorate a fine inverno fino all’estate.

A seconda della varietà, sull’estremità della pianta si formano brattee colorate nei toni del rosso, giallo, arancione o bicolore. Le brattee circondano piccoli fiori bianchi o gialli.

Se vengono curati, i fiori possono durare fino a quattro mesi prima di morire. Per mantenere le punte dei fiori sane e a lungo, non bagnarli quando innaffi la pianta.

Una volta che i fiori sono morti, puoi tagliarli dalla pianta alla loro base.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno la guzmania per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Le piante di guzmania sono piante epifite, ciò significa che in natura crescono su un’altra pianta, spesso sulle cortecce degli alberi.

Per questa loro natura, la miscela in cui si trovano deve drenare molto bene, dunque non puoi scegliere un terreno che resta troppo zuppo, ma è più adatto un terriccio che lasci scorrere via facilmente l’acqua in eccesso.

Cresceranno bene nella corteccia (o bark) che usi per le orchidee o nella miscela che si usa per i cymbidium.

Puoi anche creare da solo la tua miscela perfetta, usando corteccia e terriccio comune o in alternativa al terriccio, puoi scegliere la fibra di cocco.

Quando innaffiare

L’annaffiatura della guzmania avviene in modo particolare: le foglie di queste piante nascono da una rosetta centrale che funziona come una piccola vaschetta che raccoglie l’acqua delle piogge.

Se tieni la pianta all’interno, basterà spruzzare abbondantemente dell’acqua sulle foglie, la quale confluirà alla base della rosetta.

Attenzione però che almeno una volta al mese devi capovolgere la pianta e far scorrere via l’acqua vecchia per evitare che si accumulino batteri.

Non dare molta acqua se hai poca luce in casa o se ci sono temperature fredde. Lascia asciugare la “vaschetta” naturale per una settimana prima di innaffiare di nuovo.

Se l’acqua del tuo rubinetto non è pura, considera l’utilizzo di acqua distillata o purificata. E ricorda sempre di non innaffiare troppo la tua bromelia: a loro non piace essere costantemente zuppe d’acqua.

Concime

Le piante di guzmania non hanno bisogno di molto concime, crescono bene anche semplicemente con i nutrienti presenti nel terreno.

Ma se vuoi mantenerle in salute perfetta, puoi usare un concime per orchidee, diluito con l’acqua dell’annaffiatura e darlo alla tua pianta una volta al mese, non di più.

Potatura

Queste bromelie hanno poco bisogno di essere potate.

Per mantenere la pianta in ordine, una volta che il fiore è sfiorito e morto puoi tagliarlo dalla pianta.

Per evitare di trasferire parassiti o malattie alla tua guzmania, assicurati di pulire le cesoie o lo strumento di potatura che usi prima di utilizzarle sulla pianta.

Moltiplicazione

La moltiplicazione della guzmania è molto semplice perché crea da sola dei germogli laterali nel suo periodo di crescita attiva.

Tutto quello che devi fare è staccare questi germogli con lame pulite e piantarli in un nuovo vaso fin quando non avranno radicato.

Malattie e parassiti

La più grande minaccia di malattia per le guzmanie coltivate in casa è il problema del marciume dovuto a un’annaffiatura scorretta e ad un terreno troppo umido.

Puoi evitare questo problema innaffiando quando il primo centimetro del terreno è asciutto al tatto e usando un terriccio drenante.

I parassiti che a volte colpiscono le piante d’appartamento di guzmania sono acari e cocciniglie. Tutti questi insetti succhiano la linfa della pianta dalle foglie.

Se l’infestazione è grave e non viene trattata, tutti i parassiti alla fine uccideranno la tua guzmania. I parassiti possono anche infestare le altre piante d’appartamento, se non vengono controllati.

Se l’infestazione è poco estesa, puoi pulire i parassiti dalle foglie usando un panno umido. Tuttavia, se la situazione è grave dovrai usare un insetticida per uccidere i parassiti.

Puoi spruzzare la guzmania con un sapone insetticida e riapplicarlo una volta a settimana.

Significato

La guzmania ha un significato particolare in Brasile: si dice che per la sua forma ad imbuto, la pianta catturi tutte le benedizioni dall’alto (pioggia, sole) per conservarle.

Come pianta d’appartamento, sono in particolare i colori che hanno un significato: il giallo rappresenta fortuna e ricchezza, il rosso rappresenta l’amore ardente, il rosa significa amore duraturo.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.